Home AMBIENTE XX Municipio: Lo Sportello Tutela Diritti degli Animali oggetto d’interrogazione

XX Municipio: Lo Sportello Tutela Diritti degli Animali oggetto d’interrogazione

viadelpodismo.jpgIl consigliere Alessandro Cozza (PD) del XX Municipio informa che nel Consiglio del prossimo lunedì 16 novembre sottoporrà una Question Time inerente lo Sportello Tutela Diritti degli Animali recentemente aperto in via del Podismo, a Vigna Clara.

In particolare – riferisce il Consigliere – l’interrogazione che verrà sottoposta al Presidente del Municipio, Gianni Giacomini, mira ad ottenere risposte certe ai seguenti quesiti:
1. Per quale motivo è stato deciso di aprire un bando di gara durante il mese di Agosto;
2. Perché aggiudicare il bando seppur in presenza di una sola richiesta;
3. Perché affidare un progetto rivolto a “organismi/associazioni non lucrativi di utilità sociale” ad una associazione che non rispetta palesemente questi requisiti;
4. Per quale motivo, nonostante la pubblicizzazione dello sportello sul sito del Municipio Roma XX, non sono noti nè giorni nè orari di disponibilità del servizio;
5. Non essendo previsto nel bando l’onere della cura e del mantenimento di tutta l’area verde di via del Pdismo, a chi compete tale compito.
Per prendere visione del testo dell’interrogazione è sufficiente cliccare qui

precedenti articoli correlati
La vicenda di via del Podismo: leggi qui

Visita la nostra pagina di Facebook

14 COMMENTI

  1. L’ho già scritto in un’altra occasione ma lo ripeto. Questa casa è stata ristrutturata con i nostri soldi, non è per niente giusto che sia stata data a un’associazione che non si capisce cosa ci faccia. Abito in via Coletti e tagliando per il giardinetto ci passo davanti almeno 4 volte al giorno. Non c’è mai nessuno che vada a chiedere informazioni, il cancello è sempre chiuso e dentro ci sono una o due persone che leggono il giornale verso mezzogiorno o giocano col computer a metà pomeriggio e ogni tanto c’è qualche cane che gioca dentro il recinto. Ma per il resto della giornata è sempre chiusa. Non c’è un’insegna, un cartello, non ci sono gli orari. La settimana scorsa un ragazzo con la sega ha tagliato alla radice due alberi, chi gli ha dato il permesso, si credono di stare a casa loro ? Sere fa verso le 20,30 tutti i lampioni esterni e tutte le luci interne erano accese e dentro la casa c’era una persona che lavorava al computer a spese nostre ! perchè se la proprietà è pubblica vuol dire che la luce la paghiamo noi, con i soldi delle nostre tasse.
    Io lo trovo SCANDALOSO ! Facciamo luce su questo sperpero di denaro pubblico !
    Paola

  2. Bravo Cozza vogliamo sapere anche noi!
    Non conosco bene la questione, ma dalle domande che pone sembrerebbe un argomento di interesse anche per la magistratura.
    Informateci.

  3. Questa è la lettera che ho inviato a Giacomini:

    Sent: Monday, November 02, 2009 11:39 AM
    Subject: Contestazione bando vinto da Villa Bau per l’apertura di uno sportello per la tutela dei diritti degli animali a via del Podismo.

    Egregio Dott. Giacomini,
    Le chiedo cortesemente chiarimenti circa il bando di gara in oggetto vinto recentemente da Villa Bau Village. Lo stesso era riservato esclusivamente per associazioni non lucrative (tra l’altro bandito in pieno agosto) a cui potevano partecipare solo quelle non lucrative di utilità sociale. A tal proposito, basterebbe leggere attentamente la regolamentazione del bando rimesso in allegato. Un quesito è certo: come si può definire non lucrativa una “ONLUS” che si fa pagare il “Babysitteraggio dei cani – l’ingresso al Village sul Tevere – il servizio navetta a domicilio – la tolettatura e il veterinario – Pensioni brevi e lunghi periodi etc.:” !? Sull’associazione Villa Bau si potrebbe scrivere di tutto: gli è stato permesso di distruggere un’area protetta concessa a prezzi stracciati: 5.000 euro l’anno dall’ex Presidente della REGIONE LAZIO Marrazzo, di aver ottenuto l’autorizzazione per una pensione-asilo per cani in una posizione altamente nociva per la salute degli animali alloggiati in casette fatiscenti e tra l’altro soggetti a subire lo smog e i rumori del traffico intenso di Via Flaminia, di installare una cartellonistica immonda, una struttura di tubolari posta ai piedi della scalinata della ciclabile, a pochi passi dalla Torretta Valadier antistante Ponte Milvio. Recentemente la stessa è stata smontata per le molteplici contestazioni (VCB docet) e soprattutto pechè il titolare era sprovvisto del dovuto nulla osta da parte della Sovrintendenza ai Beni Culturali del Comune di Roma. Certo di un Suo cortese sollecito riscontro, La informo che insieme ad altri responsabili di Associazioni abbiamo intenzione di istituire un tavolo di raccolta firme per una petizione da presentare “insieme” al Sindaco Gianni Alemanno.
    Distinti saluti.
    Giovanni Maria Tamponi

    Questa è la risposta:

    Se vuole avere i chiarimenti richiesti, può presentare domanda di accesso agli atti presso l’ufficio Urp Municipale.
    Il Presidente del XX Municipio
    Gianni Giacomini

    NO COMMENT

    Abbiamo richiesto (come da sua proposta) all’Assessore Molinari, anche lui disgustato dell’operato di Giacomini per quanto riguarda la cessione illegittima del fabbricato la possibilità di ottenere gli atti del bando soprattutto per sveltire l’iter burocratico:

    Caro Giuseppe,
    insieme ad Alessia abbiamo intenzione di istituire un tavolo di raccolta firme per una petizione da presentare “insieme” al Sindaco Gianni Alemanno.
    Ho saputo che ci puoi dare una zampa ?

    Dopo varie mail di sollecito ci risponde così :

    “Si ci sono ho letto la tua mail.”

    A tutt’oggi lettera morta.

    NO COMMENT

    Ringrazio il Cons. Cozza per il Suo tempestivo e fattivo intervento.
    Saluti a tutti.
    G.M.T.

  4. @ Paola
    Hai ragione … questa mattina mentre passavo con la macchina ho notato dei ceppi di albero tagliato da poco proprio davanti all’ingresso del manufatto. Cerchiamo di tenerli d’occhio e soprattutto denunciamo tutte le irregolarità riscontrate. I titolari di Villa Bau oltre a non avere i requisiti come confermato dal consigliere Cozza si permettono oltretutto di utilizzare gli uffici pubblici come casa propria. E’ Giacomini che si deve vergognare ! Loro, logicamente ne approfittano.

  5. Oggi c’è una novità, evidentemente il mio commento ha colpito nel segno!
    Sul cancello adesso c’è un cartello formato A4, fresco fresco di stampa, con gli orari 10-12 e 14-16 e un numero di telefono. Il cartello è intestato ” municipio roma xx” quindi questo conferma che si tratta di un ufficio pubblico aperto al pubblico 4 ore al giorno. E le altre 20 ? A disposizione gratis di villa bau, tanto paghiamo noi. Bel regalo !!

  6. Che vergogna ! Una struttura che ci è costata 150.000 euro viene utilizzata per sole 4 ore … logicamente i titolari di Villa Bau Bau non hanno tempo per dedicarsi all’Ufficio Diritti Animali … hanno altri impegni da portare a termine: la sede del tevere … quella di via Faminia e chi più ne ha più ne metta.

  7. Su facebook fino a poco tempo fa girava questo annuncio:

    X TUTTI GLI AMANTI DEGLI ANIMALI NUOVA APERTURA DI VILLA BAU VILLAGE – SPORTELLO TUTELA PER I DIRITTI DEGLI ANIMALI VIA DEL PODISMO (PIAZZA GIOCHI DELFICI)!!!!!!!!!!!!!SPARGETE LA VOCE!!!!!!!!!!!!e se qualcuno avesse voglia di aiutarci con idee o volontariato benvenuti in barca !!!!!!!

    Ma vi pare una cosa seria?

    NO COMMENT

  8. …..Non capisco quest’ accanimento nei confronti di questa struttura?!?!……….sicuramente e’ un attivita’ in via di sviluppo e quindi penso sia normale che ancora nn sia tutto al 100%………..comunque per quanto mi riguarda era ora che sia stata fatta una struttura che che tutelasse i diritti degli animali e desse a noi il modo per farlo!!!…….

  9. alexandro, tutti o almeno molti di noi amiamo gli animali e i loro diritti. Il fatto è che non amiamo essere presi in giro sui nostri di diritti, perchè quella casetta l’abbiamo pagato noi quando è stata distrutta e poi ricostruita e continuiamo a farlo quotidianamente perchè, in teoria, è una struttura del municipio. E’ ridicolo quello che sta accadendo e la “colpa” non è di Villa bau che fa naturalmente i suoi interessi ,ma di gli ha permesso di installarsi là dentro a nostre spese, di chi ha creato un bando in agosto per organismi non lucrativi e poi lo ha risolto in modo vergognoso. Trovo inutile ed ipocrita fare leva sull’amore per gli animali quando la posta in gioco è ben altra e non sopporto che ci si meni per il naso a questo modo.

  10. Non è la prima volta che vedo che il signor Tamponi si accanisce su questa iniziativa e mi domando perchè? Tra l’altro se non ricordo male quest’estate era ospite della spiaggia a ponte milvio. Ora mi sembra che, invece di contestare la decisione di dare la struttura in oggetto per uno sportello a mio parere molto utile per il municipio (dal momento che il comune non è organizzato), stia totalmente criticando l’operato di villa bau facendo una gran confusione tra villa bau e villabauvillage che sono due entita’ completamente diverse. Signor tamponi ma lei che si erige a paladino dell’integrita’ , a difensore degli animali … ma nella sua vita cosa ha fatto per arrogarsi questo diritto? Ha allevato i suoi bellissimi cani di razza ? Ci tengo a sottolineare che io non ho interesse a difendere nessuno ma sono stato testimone di quei ragazzi che per aiutare un cane sono stati una notte intera sotto la pioggia per soccorrerlo con competenza e che si sono presi l’onere di pagarne le spese veterinarie. Se c è qualcuno che è in grado di sviluppare un progetto del genere sono proprio loro e lo stanno dimostrando. Quindi un consiglio: continui la sua battaglia contro il sistema ma non inventi più calunnie sulle persone ! Ci tengo a dire prima che qualche genio dica: “sono loro che scrivono”, che io sono un amico degli animali e non di villabauvillage e che mi piacerebbe che le persone collaborassero un pò di più specialmente se lo scopo è lo stesso!!!!!
    GIOVANNI MARIA TAMPONI bocciato

  11. Ma prima di pensare a sperperare denaro dei contribuenti a favore dei diritti degli animali amici degli uomini vogliamo occuparci dei diritti dei cittadini singoli e come comunità e dei loro figli ?. O sarà sempre l’inevitabile ricorso alla Procura a dover decidere?.

  12. Ora va a finire che la colpa (dello sventramento di un’area protetta, di questa sorta di malversazione a v. del Podismo, ecc.) è del signor Tamponi, che denuncia i comportamenti scorretti e dannosi delle istituzioni… e non solo.
    Per chi volesse saperne di più su Villa Bau e sulle persone che ne utilizzano i servizi metto il link a un bel reportage andato in onda su italia1.

    Circa 140mila cittadini devono perdere ogni volta mezza giornata per andare all’Ufficio anagrafico fuori Roma, perché non si trova una sede più baricentrica; l’equilibrio biologico di una parte importante del nostro territorio (sul fiume) è andato perduto, così come l’habitat di molti ANIMALI; le casse municipali continuano a elargire e a non introitare a cuasa di tutto ciò… Ma cosa importa? L’importante è che” aa signora che è annata a Dubbai” possa stare tranquilla che il suo cane continuerà a mangiare lo spezzatino “pelle persone, che me vergogno a comprallo” e farsi dei bei tuffi in piscina “vista Tevere”.

    Buona visione

    http://www.youtube.com/watch?v=KIMTKxVZI1w

  13. Signor Pietro,
    dopo la sonora “BOCCIATURA” … non posso che considerarVi … (in attesa che si evolvano le situazioni giuridiche) “TUTTI”… rimandati a NATALE p.v.. Mi sorge il dubbio che “Lei” in quel giorno che ho visitato (solo esternamente) la struttura di Villa Bau Village, era se ben ricordo … (durante l’orario di chiusura) forse l’unica persona che mi è stata presentata dello staff da parte di Pierpaolo Azzoni. Insieme alla mia compagna siamo andati a trovare i titolari per renderci conto dello scempio (ormai compiuto) di una riserva naturale con una ricchezza di fauna che io nemmeno immaginavo. Il pre-scempio …. lo può trovare documentato e fotografato dal Prof. Sandro Bari, Presidente del Comitato per il Tevere, nel seguente post: https://www.vignaclarablog.it/200907106634/ponte-milvio-inaugurato-villa-bau-village/ , dedicato “ahimè” all’inaugurazione. Deve sapere che i Suoi titolari (Pierpaolo e Aurora) sono stati ospiti paganti e BENVENUTI per oltre due anni alle cene di beneficenza organizzate dal sottoscritto (cuoco per hobby) da Eva Spadaro Bonessi Presidente dell’Associazione CODA, una delle poche persone ECCEZZZIONALI (veramente) che a mio modesto parere aiutano effettivamente i nostri amici a 4 zampe … “SENZA FINI DI LUCRO”. Deve sapere che come volontario ho cucinato sempre volentierissimo per oltre 50 persone e non mi sembra poco. Non so da che pulpito è partita la SUA critica gratuita … ma sicuramente i SUOI datori di lavoro devo dire sinceramente hanno contribuito notevolmente. I cani che Lei “con disprezzo” ha definito di razza (anche se si dovrebbero amare tutti indistintamente) sono effettivamente dei Cavalier King. Quello più anziano, Blob è “non vedente” ed è stato da sempre la mascotte delle nostre cene di beneficenza, mentre Sharj l’ho adottata recentemente poichè sarebbe finita in un canile per la morte prematura della sua padrona. Lo può testimoniare Claudia Endrigo, nota cinofila, che mi ha proposto di adottarla. Per quanto attiene al mio impegno sociale basta digitare il mio nome sul motore di ricerca di VCB per rendersi conto delle battaglie a difesa dell’ambiente e degli animali che ho portato avanti con anche delle meritate … VITTORIE (Area ludica per animali del P.V.Q. di Via della Mendola). Per ultimo, non mi ergo a paladino della giustizia ma volevo solo evidenziare le numerose presunte irregolarità amministrative avvalorate e riscontrate da un consigliere del XX° Municipio nei confronti di Villa Bau e pertanto La invito cortesemente a rispondere alle seguenti domande:

    Otto domande facili-facili @ Pietro … pensi … due meno di Berlusconi :

    1) Com’è possibile avviare un’attività da parte di Villa Bau Village sul Tevere quando c’è stato effettivamente il parere negativo della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma?

    2) Per quale motivo è stato deciso di aprire un bando di gara (Ufficio Diritti Animali) durante il mese di Agosto ?

    3) Perché affidare un progetto (Ufficio Diritti Animali) rivolto a “organismi/associazioni non lucrativi di utilità sociale” ad una associazione che non rispetta palesemente questi requisiti o ha costituito “damblè” una ONLUS per l’occasione?

    4) Non pensa che la concessione di un autorizzazione per una pensione-asilo per cani (Villa Bau) si trovi in una posizione altamente nociva per la salute dove gli animali alloggiati sono soggetti a subire lo smog e i rumori del traffico intenso di Via Flaminia ?
    5) Trova che la cartellonistica adottata dai titolari di Villa Bau Village (una struttura di tubolari posta ai piedi della scalinata della ciclabile, a pochi passi dalla Torretta Valadier) sia regolare e soprattutto chi ha concesso l’autorizzazione considerando che è stata recentemente smontata poichè era sprovvista del dovuto nulla osta da parte della Soprintendenza ai Beni Culturali del Comune di Roma ?

    6) Chi ha richiesto l’abbattimento dei due alberi per cercare di recuperare spazi esterni alla casetta ? Forse i titolari della concessione ? … in barba alle più elementari regole e vincoli da rispettare quando certe autorizzazioni normalmente dovrebbero essere regolamentate dal Servizio Giardini del Comune di Roma ?

    7) L’utilizzo di una struttura pubblica per sole quattro ore al giorno non le pare riduttiva visto l’impegno economico stanziato (128.000 euro) per ristrutturare l’immobile ?

    8. Le pare giusto, come affermato da una lettrice di VCB (Paola) che gli uffici vengano utilizzati al di fuori dell’orario prestabilito e che a suo dire verso le ore 20,30 tutte le luci interne erano accese ed è stato notato qualcuno che si intratteneva con il computer a spese NOSTRE ?

    L’iniziativa privata è lodevole quando non sopravanzi, non prevarichi, non pregiudichi l’interesse pubblico che ancora, in questo Stato, dovrebbe essere primario.
    Cordiali saluti.

    G.M.T.

  14. Siamo e rimaniamo rispettosi delle garanzie individuali ma esigiamo chiarezza circa il senso di responsabilità di chi oggi governa indegnamente questo Municipo … in caso contrario pretendiamo immediatamente le dimissioni di Giacomini. Dopo Fasoli il peggio non è mai morto !

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome