Home ATTUALITÀ Cesano: bocciata l’intitolazione a Enzo Biagi dell’Istituto Comprensivo di via Orrea

Cesano: bocciata l’intitolazione a Enzo Biagi dell’Istituto Comprensivo di via Orrea

orrea.jpgContinua la polemica su Cesano dove il consiglio scolastico aveva deciso di mutare il nome dell’istituto comprensivo di via Orrea, orginariamente intitolato alla medaglia d’oro al valor militare Michele Periello, dedicandolo al giornalista Enzo Biagi. In una nota, il ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha precisato di non avere nulla a che vedere con la mancata autorizzazione all’intitolazione a Enzo Biagi.

La nota precisa che il ministero non ha competenza nell’intitolazione delle scuole che viene decisa dal Consiglio d’istituto, che deve chiedere l’autorizzazione al sindaco e al Prefetto. Il Miur precisa che “in questo caso inoltre la deliberazione del Consiglio d’istituto non ha avuto il via libera del Prefetto poiché la personalità a cui si intitola la scuola deve essere scomparsa da almeno dieci anni. Per questo motivo – conclude la nota – il Prefetto non ha dato l’autorizzazione, ha espresso parere negativo e quindi l’Ufficio Scolastico Provinciale non ha potuto che prenderne atto”.

Immediate le reazioni del Consigliere Comunale Dario Nanni e del Consigliere del XX Municipio Daniele Torquati. “E’ vergognoso che sia stato ritirato il Decreto Ministeriale che sanciva l’intitolazione ad Enzo Biagi dell’Istituto Comprensivo di Via Orrea. E’ chiaro che l’offensiva lanciata da alcuni Amministratori Comunali e Municipali del PdL è alla base di questa decisione. Vergognoso che il Ministero faccia dietro-front motivando che ci sono stati errori di procedurali nella predisposizione della richiesta. Non è bastato aver speculato nel giorno del lutto nazionale sui militari della folgore si è andati oltre. Si continuano a fare forzature in ambiti in cui la politica non ha competenze specifiche, mettendo in ridicolo l’autonomia scolastica e prendendo in giro le comunità di cittadini che vivono nei quartieri abbandonati all’incuria del mal governo capitolino e municipale.”
Rinnoviamo l’invito – concludono Nanni e Torquati- agli amministratori del PDL di occuparsi delle opere che mancano sul territorio di Cesano, a partire del plesso scolastico, piuttosto che fare giochetti politici e speculare in modo becero e meschino”.  (red.)

 precedenti articoli correlati: clicca qui

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome