Home ATTUALITÀ XX Municipio – Gianni Giacomini, un anno di lavoro

XX Municipio – Gianni Giacomini, un anno di lavoro

giacomini8.jpgPubblicata la relazione del Presidente del XX Municipio Gianni Giacomini, letta lo scorso 27 Luglio dinanzi al Consiglio Municipale riunito al completo, che così inizia: “Al momento del mio insediamento come Presidente del Municipio XX di Roma ho promesso e ho messo subito in funzione una metodologia di lavoro che tra gli obiettivi principali del mio modo di fare e concepire la politica ha quello della partecipazione dei cittadini alla vita del Municipio.”

Dando lettura di cinque cartelle fitto di dati e date, il presidente Giacomini il 27 luglio ha praticamente snocciolato uno dopo l’altro i particolari del primo anno del suo mandato. Il documento è stato recentemente pubblicato sul sito del XX Municipio: per leggerlo o scaricarlo è sufficiente cliccare qui.

Visita la nostra pagina di Facebook

6 COMMENTI

  1. Hint:

    1. Cliccare per aprire il documento con la relazione
    2. Da word selezionare Modifica + Trova e digitare Mastrigli
    3. Ripetere la stessa operazione digitando preferenziale
    4. Elucubrare

  2. La partecipazione dei cittadini alla vita del Municipio ! Belle parole sconfessate dai fatti… basta pensare alla storia finita miseramente del bilancio partecipato, al consiglio dei giovani naufragato nel nulla, al sondaggio fra i cittadini sulla ztl di ponte milvio negato, alla diretta web delle sedute di consiglio rimasta lettera morta ed a tante altre situazioni nelle quali i cittadini sono stati tenuti lontani, il loro giudizio è così temuto ?

  3. Oltre a condividere i suggerimenti di Simone, mi chiedo che fine abbiano fatto tutte le persone che sono state “bonificate” dall’opera della giunta municipale: detto che certo le situazioni in cui si è intervenute erano più che disastrose sotto più punti di vista, sono state abbandonate a loro stesse o sono state aiutate a trovare nuova e più dignitosa sistemazione? Dato che anche loro sono persone, sono anch’esse della prima attenzione dell’azione amministrativa del Presidente Giacomini come da lui affermato all’inizio della relazione?
    Michele G.

  4. Accedo alle vostre benemerite pagine solo attraverso un iPhone da una montagna austriaca. Per la scarsa versatilità dell’apparecchio sono costretto ad attendere il mio oramai prossimo rientro per godermi pienamente la relazione del presidente. Non vedo l’ora!

  5. Mi trovo purtroppo nelle stesse condizioni di Camillo – montagna austriaca a parte – e non sono quindi in grado di articolare una risposta complessa. Mi impegno però sin da ora ad esprimere un giudizio motivato a partire dal 24. Come unica anticipazione posso dire che nulla di ciò che questo presidente ha tentato di far finire nel dimenticatoio è stato accantonato. Abbiamo già raccolto oltre 500 firme per poter presentare una risoluzione ad iniziativa popolare sul consiglio dei giovani. Ne mancano altre 500. Sulla diretta web abbiamo coinvolto lassessore indicato da Giacomini come responsabile del procedimento. Trattandosi di persona seria (Sacerdote) contiamo molto sulla sua azione.
    Sul bilancio partecipato spererei anche in una collaborazione con il gruppo del pd, troppo attento ultimamente a vicende di scarso contenuto politico come la suddivisione delle stanze nella nuova sede.
    Invierò appena possibile la relazione da me inviata tempestivamente sulla decadenza del cons Rizzo, mentre ancora siamo in attesa della relazione di maggioranza.
    Infermerò direttamente sul territorio delle recenti scoperte sui parcheggi di Monteleone da Spoleto e di piazza iacini, evidenziando come l’atteggiamento del presidente e dellassessore Molinari sia in tutto confacente con il
    proprio stile politico: una versione diversa per ogni interlocutore.
    Insomma di questo e molto altro parlerò nella relazione della commissione trasparenza che svolgerò nel primo consiglio di settembre.
    È giunta l’ora di smascherare imbroglioni e truffatori: i cittadini del xx municipio meritano tanto di più.

  6. Giacomini documenti ai cittadini cosa ha fatto negli ultimi 100 giorni per contribuire a risolvere lo scandalo del parcheggio/discarica e del residence-canile di Via Mastrigli.

    Le sue promesse e i suoi impegni elettorali sono rimasti solo chiacchere, aria fritta.

    E’ inconcepibile che un presidente di municipio adotti così sfacciatamente uno stile pilatesco nell’affrontare situazioni così gravi.

    Giacomini fa bene a vergognarsi e a non fare neanche un riferimento nella sua relazione a tutta la faccenda, ne ha buon motivo.

    Via Mastrigli? Giacomini, il presidente invisibile, molti già lo chiamano “Gianni Chi-lo-ha-visto”.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome