Home ATTUALITÀ Roma – gli ‘artigiani aperti in agosto’ sono oltre 300

Roma – gli ‘artigiani aperti in agosto’ sono oltre 300

idraulico.jpgTorna anche quest’anno “Artigiani aperti ad agosto”, un’iniziativa della Cna di Roma effettuata in accordo con il Comune e sono oltre 300 gli artigiani che ad oggi hanno già aderito. Segno di una maggiore sensibilità verso il consumatore, ma anche della crisi che sta attraversando il settore e che spinge il piccolo imprenditore ad accorciare o addirittura a rinunciare alle proprie ferie. I 300 che hanno già aderito assicureranno quindi a chi resta in città nel mese di agosto i servizi essenziali e di pronto intervento tamponando così il rischio di improvvisi incidenti, come lavatrice o frigorifero rotti, aria condizionata che non funziona più, la macchina che non riparte.

“Si tratta di un’ iniziativa – ha spiegato il direttore del Cna di Roma Lorenzo Tagliavanti – che ha un’ importante valenza sia sociale, perchè offre un servizio in più alla città, in particolare verso la popolazione più debole come gli anziani, sia di promozione dell’ artigianato e del commercio capitolino che specie in questo momento di crisi e di difficoltà per le imprese, ha bisogno di riacquistare un rapporto di fiducia con l’utente-consumatore”.

Ed in effetti, da una indagine effettuata dalla Cna su un campione di 200 artigiani che sono rimasti aperti lo scorso anno, risulta che il 63% di loro ha raggiunto un risultato in termini di soddisfazione tra il buono e il sufficiente. Per quanto riguarda, invece, le motivazioni che hanno spinto gli imprenditori a restare aperti anche quest’anno, il 47% del campione ha risposto di accettare per venire meglio incontro alle esigenze dei propri clienti, mentre il 25% per incrementare gli affari.

Come fare in caso di bisogno? Da sabato 1 agosto basterà telefonare allo 060606 od andare sul sito della Cna di Roma per trovare l’artigiano più vicino aperto. (red.)

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome