Home ATTUALITÀ Motociclista muore sulla Laurentina. Il nono in 23 giorni sulle strade di...

Motociclista muore sulla Laurentina. Il nono in 23 giorni sulle strade di Roma

E nove. Dal 2 luglio ad oggi, in soli 23 giorni, sono nove i centauri morti sulle strade di Roma. E’ un triste conto quello che stiamo tenendo.  Dopo appena  72  ore dall’incidente sulla Cassia, oggi sulla Laurentina, all’altezza di via di Acque Salvie, un uomo che era alla guida di una moto si è scontrato con un bus turistico per cause ancora da accertare. Trasportato d’urgenza all’ospedale Sant’Eugenio è morto poco dopo l’arrivo. Non si arresta ancora questa lunga scia estiva iniziata il 2 Luglio in via dell’Acqua Traversa in zona Cassia Antica. (red.)

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. Purtroppo le due ruote sono pericolose, non c’è niente da fare.
    Io ho guidato per anni un motorino, ma alla fine continuo con la sola macchina.
    Purtroppo succede che le strade non siano adeguate per vari motivi……oppure gli stessi che guidano gli scooter sono incoscienti o sbruffoni……oppure ancora è colpa degli altri, di automobilisti drogati, ubriachi, incoscienti a loro volta o semplicemente distratti o chissà ancora cosa…
    Nove persone in 23 giorni sono tante…..9 vite in meno.
    In questi ultimi giorni mi è capitato di passare spesso per via Cassia Antica….è pieno di fiori, scritte, foto, striscioni e tanto altro…. Lì è morto (non so bene la dinamica dell’incidente) un altro ragazzo…

  2. E la condizione delle strade, delle buche, dei segnali che mancano, dei lavori che non finiscono mai ? Hai detto che passi per via Cassia Antica: l’hai visto quel canalone da Piazza Giochi fino al CTS che fa sbandare i motorini ?

  3. Quando ci sono buone notizie , diamole.
    Da oggi il “serpentone” sulla cassia antica non c’è più.
    Il manto stradale è in rifacimento , speriamo che arrivino fino all’incrocio con il tratto cassia nuova.
    Saranno serviti tutti i commenti inviati ?
    Spero solo che non sia la conseguenza dei vari incidenti ultimamente accaduti.
    Però , per una volta , bravo Giacomini , stavolta il “qualcun’altro” si è dato da fare.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome