Home ATTUALITÀ Ponte Milvio sarà isola pedonale, confermato

Ponte Milvio sarà isola pedonale, confermato

pontemilvio-di-notte21.jpgPresidente, lo conferma? “Lo confermo, era un atto dovuto vista la situazione in cui versa la zona“. Così ci risponde Gianni Giacomini, Presidente del XX Municipio, alla nostra richiesta in merito a quanto da noi pubblicato questa mattina. La notizia è dunque certa e la diamo in tutta la sua portata. Ponte Milvio, per la prima volta, sarà isola pedonale dalle 21.00 alle 04.00 dei prossimi fine settimana. Si comincia venerdi’ 26 giugno – “ma sto facendo di tutto per anticipare al 19” aggiunge il Presidente. Poi a seguire ogni venerdì e sabato notte fino al 31 Agosto. Sarà una sperimentazione ma perchè possa dare risultati concreti “stiamo valutando la possibilità di estendere il blocco del traffico a tutte le sere della settimana“.

Una decisione coraggiosa quella del Presidente, salutata con soddisfazione dai residenti che addirittura reclamano un’anticipazione del blocco alle 19, quando il popolo della movida si riversa sulla piazza per il rito dell’aperitivo serale. Ma è anche una decisione fortemente contrastata dagli operatori giacomini2.JPGcommerciali della zona, già sul piede di guerra. Ne abbiamo ascoltati alcuni  che contestano l’uso dell’arma del “divieto” come unico strumento per affrontare i problemi del sovraffollamento estivo, della mancanza di parcheggi, della scarsa presenza di un presidio di Polizia Municipale e di forze dell’ordine a fronte invece di una forte presenza di microcriminalità. Contestano anche il fatto di non essere stati coinvolti e di aver appreso la notizia dai giornali. Sarebbero stati infatti ben felici di dare il loro contributo di idee allo scopo di rendere meno drastica la decisione. E chiudere la piazza al traffico e mantenere il nuovo parcheggio di Viale Tor di Quinto chiuso ancora per un mese o due è un’altra incongruenza segnalataci.

Insomma, al termine di questa prima giornata nella quale, almeno a Ponte Milvio, non s’è discusso di altro, c’è chi, abitando sulla piazza e nelle vie adiacenti,  già pregusta notti silenziose e lunghi sonni e chi invece, essendo obbligato a passare per la piazza per tornare a casa, sta già pensando a come organizzarsi un percorso alternativo fra le 21 e le 04.  Già, perché il piano di come sarà modificata la viabilità non è stato ancora reso noto e sta suscitando forte curiosità ma anche perplessità.

piazzapm3.jpg

La zona di Ponte Milvio non ha strade ad anello, raggiungere i quartieri Farnesina, Vigna Clara,  Cassia Antica senza poter attraversare la piazza sarà impresa ardua.  Ma il Presidente Giacomini ci ha confermato l’esistenza di un piano organico di viabilità che non impatterà, nei week-end di pedonalizzazione, la mobilità locale. Ha promesso di fornircelo, contiamo quindi che sarà presto pubblicato su VignaClaraBlog.it (red.)

Visita la nostra pagina di Facebook

16 COMMENTI

  1. Finalmente qualcosa si muove.
    Non vedremo più i SUV parcheggiati sui marciapiedi e forse qualcuno degli abitanti dormirà notti serene.
    Gli operatori commerciali ne guadagneranno sicuramente.
    Un punto a favore di Giacomini.

  2. Giacomini ha perso la testa
    Non sapendo a chi dare ragione , ha dato torto a tutti
    Incapace di far sgombrare quattrosuvdelcacchio e multare ottodeficentiche lancianobottiglie , ha deciso che tutti debbono soffrire.
    Isola pedonale , e perchè questi “pedoni” dovrebbero avere più diritto di me me che voglio solo transitare ?
    E sono pedoni solo perchè il suv l’hanno parcheggiato in doppia sul lungotevere ?
    Eliminiamo così i parcheggiatori abusivi od invece li lasciamo agire in zone poco più lontane e meno controllate ?
    Eliminiamo gli spacciatori oppure verranno semplicente a piedi ?
    Possibile che non si riesca ad educare quattro consumatori di aperitivi ?
    Immagino la contentezza degli abitanti di corso francia
    Mi farei un hummer solo per andare avanti e dietro la piazza , dalle 21,00 alle 04,00

  3. Il decisionimo presidenziale questa volta m’ha sconvolto.
    Dal giorno alla notte è spuntata un’isola pedonale dal nulla.
    Senza uno straccio di studio di fattibilità.
    Mentre per riaprire via Cassia Antica ha deciso di avvalersi addiririttura dei satelliti, della NASA, e forse anche degli UFO.
    Tanto per prendere (o perdere) tempo.
    La chiusura di Ponte Milvio sconvolgerà l’intera zona.
    La riapertura di via Cassia Antica l’avrebbe migliorata.
    Decisionismo al contrario?
    Praticamente.

  4. Credo che tutti Noi..come da un pochino di tempo accade in italia…abbiamo fallito, sbagliato tuto.
    Operatori, residenti, clienti, forze politiche…non siamo stati capati di intrapendere un percorso costruttivo, di tirare fuori dei progetti, di proporre un programma che andasse bene a tutti.Qualsiasi iniziativa presi in questi anni non ha portato nessun giovamento, a nessuno….lo dimostra il fatto che oggi Ponte Milvio non è piu qualla di prima…anzi è diventata veramente pessima..colpa nostar, vostra, di tutti…fatto sta che oggi la condizione è quella che è….un mercato simbolo è stato distrutto…un centro commerciale , nuovo simbolo…ormai è sull orlo del fallimento…un parcheggio veramente brutto e semplice..ancora chiuso…UNA ZONA PEDONALE SENZA PARCHEGGI…ema con la possibiltà ad i residenti di entrare, e come?..mi viene da ridere…comunque..
    Credo che il riassunto di questi ultimi ter anni si possa riassumere in una parola…Fallimento.
    Fallimento di tutti e solo perchè siamo stati incapaci di comunicare…è il male di questo secolo la mancanza di comunicazione ed a rimetterci siamo solo noi…parlo da gestore parlo da cliente parlo da residente parlo da persona umana.
    Brando Serra Gestore Bottiglieria Rerè

  5. Ottimo, davvero.
    Sono sicuro che questa decisione accontenterà tutti!!!
    …………………………………………..
    1) I commercianti sono già su tutte le furie
    2) I residenti non dormiranno tranquilli, perchè la movida non si fermerà e le persone continueranno a schiamazzare fino a tarda notte, anzi! Dovendo percorrere le strade a piedi fino alle macchine, anche tutte le vie limitrofe ne risentiranno.
    3) I giovani e tutti i frequentatori di Ponte Milvio saranno incavolati neri. Lasciatevelo dire da un giovane frequentatore della piazza: continuerà ad esserci tanta gente e non cambierà quasi nulla.
    4) I parcheggi? Ma certo: se già ora è pura fortuna trovarne uno “vicino” (ora che anche la polizia municipale si mette nella piazza e subito accanto alla Chiesa), appena entrerà in vigore il divieto…..beh, inizio a partire a piedi da casa mia mi sa…
    5) I bicchieri, le bottiglie e tutto il resto? Rimarranno lì ovviamente, visto che i frequentatori non cambieranno meta.
    6) I parcheggiatori abusivi? Mica stanno in piazza! Ma su viale Tor di Quinto (via laterale), sotto al Bernini, accanto allo stadio della farnesina, ecc.
    7) E tutti quei poveracci che attraversano Ponte Milvio? Dovranno fare il percorso Corso Francia, Piazza Giochi e poi tornare alle loro case (magari vicino al liceo Farnesina o comunque in zona vigna clara)???

    Mi spiace, ma per quanto io mi sia trovato a favore in diversi casi con questo Municipio, stavolta credo sia stato fatto un gran bell’errore…

  6. Appare davvero preoccupante l’approssimazione con cui il Municipio viene gestito:

    1) si decide la realizzazione di un’isola pedonale che (se ne ho ben compreso i confini) ha un unico accesso: il piazzale di Ponte Milvio. Questo considerando impraticabile l’unica alternativa che è via di Vigna Stelluti.

    2) si lascia ancora desolantemente abbandonato e vuoto un parcheggio accanto alla piazza che, probabilmente non risolutivo, potrebbe comunque essere di aiuto;

    3) durante il giorno si lascerà la zona in balia di incivili e prepotenti negli orari di maggior “danno” sociale: mentre il caos notturno danneggia principalmente i residenti (e non si capisce perché così debba essere), la “normale”/i> sosta selvaggia quotidiana crea danno a tutti quelli che sono costretti a transitare in queste zone, senza voler considerare il mancato introito derivante dalle centinaia di multe che andrebbero fatte e che nessuno si preoccupa di sanzionare.

    4) ma su quali studi, analisi e valutazioni si è giunti ad una simile decisione? Si tratta di un “Motu Proprio” presidenziale? Di una decisione condivisa? E da chi?

    Sor Chisciotte

  7. Non ho ben capito. Dicendo che Ponte MIlvio sarà isola pedonale cosa si intende?

    Che lo sarà la piazza? Solo la piazza? Che lo sarà via Flaminia Vecchia tra la piazza e via Riano (che di fatto già lo diventano normalmente per occupazione forzata da pare dei pedoni)?FOrse anche la corsia interna di viale Tor di Quinto?

    Avere ben chiaro e certo questo punto permette di comprendere meglio la proposta e quindi di giudicarla. Perchè, ad esempio,pedonalizzare il piazzale oltre che inutile a me sembra una soluzione impraticabile per la mobilità cittadina. SullapPedonalizzazione di via Flaminia Vecchia invece si può discutere.

    Infine, una domanda. Ma il XX Muncipio non ha competenza solo sulle strade minori? Può cioè decidere di priopria iniziativa una pedonalizzazione? Vado a memoria, quindi potrei sbagliare, ma a me sembra di ricordare che il piazzale, viale di Tor di QUinto e via Riano sono strade comunali non municipali: il Muncipio (o il Presidente, poco importa) possono decidere di chiuderle? Se non ne hanno il potere e le competenze e se il mio ricordo è giusto, allora rimarrebbe solo l’ipotesi via Flaminia Vecchia. Strada, questa, che di fatto i pedoni pedonalizzano “abusivamente” tutti i fine settimana. insomma, il clamore della decisione si ridimensionerebbe notevolmente.

    Grazie fin da ora a chi mi vorrà aiutarmi a capire meglio.

    Emanuela

  8. @ Emanuela
    visto che il Presidente Giacomini è andato a concordare la pedonalizzazione della Piazza con il Sindaco Alemanno sicuramente non saranno caduti nella trappola della competenza delle strade.
    Una cosa però mi chiedo. Perché qualcuno lassù in alto non ci illustra per filo e per segno come verrà attuata.
    Verrebbero a decadere tante illazioni.

    Non è poi che ci voglia molto

  9. credo che i residenti di ponte milvio dovrebbero essere i primi a parlare, piuttosto che i transitanti, i commercianti e i frequentanti.
    ovvio che la semplice applicazione del codice della strada sarebbe la soluzione migliore, ma i vigili sono stati “addomesticati” da tempo, e indovinate un pò perché.

  10. Io abito vicino alla Chiesa di Ponte Milvio. I Vigili si vedono solo se ci sono eventi sportivi allo stadio Olimpico e fanno multe magari nella piazzola accanto alla chiesa ma a non nella piazza. Tra partite concerci e tutto ciò che si svolge all’Olimpico non c’è mai pace. Spesso nel fine settimana la sera si vedono pattuglie di carabinieri ma a mio avviso senza risoluzione. La chiamano la nuova Campo dei Fiori? bottiglie di vetro per terra ora addirittura all’inizio della Flaminia Vecchia davanti ad un locale un pulmman a due piani.
    C’è un bellissimo parcheggio al Gran Teatro distanza analoga a chi và nel centro storico e non può parcheggiare e raggiunge magari la Piazza di Campo dei Fiori a piedi. A me capita in macchina nelle sera del venerdì sabato ed anche la domenica di restare ferma nella piazza per ore. Vorrei tanto sapere come potranno passare i residenti? Fermeranno qualsiasi mezzo cercherà di entrare per controllare il libretto di circolazione? bah?

  11. @ Emanuela ed altri: riporto il virgolettato da Il Messaggero con la dichiarazione di Giacomini:

    «Per la zona di Ponte Milvio abbiamo chiesto un’ordinanza valida in tutta l’area compresa tra via Orti della Farnesina, piazza Giuochi Delfici, via Vigna Stelluti e corso Francia»

    Vorrei ricordare che per accedere a tale area esistono solamente 2 ingressi: il piazzale di Ponte Mivio e piazza dei Giuochi Delfici (da Vigna Stelluti o Cassia).

  12. Venerdì 19 ore 22.
    Su Ponte Milvio nè penisola, nè isola, nemmeno un atollo pedonale.
    C’è invece il solito caos.
    Con l’aggiunta delle mucche assassine.
    L’isola del famoso doveva cominciare questa sera.
    Chiuderà la stalla dopo che le mucche saranno fuggite ?

  13. Sulla decisione presa dal Presidente della XX posso solo dire che è stata una decisione coraggiosa anche se non risolverà nulla o quasi soprattutto perché, mi chiedo, chi farà rispettare l’isola in un’area dove “chiunque ha fatto di tutto e di più” pur di soddisfare i propri interessi economici, con approvazione tacita delle autorità che avrebbero dovuto sanzionare od almeno impedire lo scempio. La piazza è ormai di proprietà di quei quattro commercianti che si lamentano anche per non aver potuto partecipare alle decisioni prese in merito all’isola, commercianti che, vivendo in altre località, hanno contribuito a rendere questo quartiere pressochè invivibile per la cittadinanza residente.
    Ma c’é un rischio ancora maggiore che grava sul territorio interessato, il rischio che mentre si vuole contenere il fenomeno “movida” si lasci la possibilità a qualcuno di allargare l’area del fenomeno fino a renderlo ancora di più ingestibile. Parlo del fabbricato in vetro e metallo che é nato nelle pieghe del progetto del nuovo mercato di P. Milvio, fabbricato che è rimasto inutilizzato e non finito per molti mesi ( si diceva fosse oggetto di indagine della magistratura) e che in questi ultimi giorni è oggetto di ferventi lavori interni, portati avanti con fare sospetto, a cantiere chiuso, senza alcuna indicazione esterna e che, si dice, dovrebbe diventare un enorme ristorante………. ?
    Chi abita in quei paraggi , poi, faccia bene a cambiare casa…..
    Alla faccia del contenimento della movida, delle regole, del rispetto dei cittadini residenti.
    Antonio

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome