Home ARTE E CULTURA Farnesina – inaugurato il Museo virtuale dell’Iraq

Farnesina – inaugurato il Museo virtuale dell’Iraq

farnesina.jpgInaugurato il 9 giugno alla Farnesina il ‘Museo virtuale dell’Iraq’, ovvero un progetto nato da un protocollo d’intesa stipulato nel dicembre 2005 tra il Ministero degli Affari Esteri e il Consiglio Nazionale delle Ricerche. Il Museo Virtuale, visitabile sul sito www.virtualmuseumiraq.cnr.it, si presenta come una selezione delle opere piu’ significative del territorio iracheno e della sua plurimillenaria civilta’.

Il Ministero degli Affari Esteri, attraverso la Task Force Iraq che ha operato inizialmente presso la Direzione Generale per i Paesi del Mediterraneo e del Medio Oriente, ha promosso e finanziato l’intero progetto, per un ammontare di circa tre milioni di euro, nel quadro di una missione che ha visto l’Italia operare in prima linea per la stabilizzazione e la ricostruzione dell’Iraq.

Collegandosi al sito internet, spiega il sito del MIBAC, l’appassionato di archeologia si trovera’ di fronte ad ‘accessi’ in italiano, inglese e arabo; ad accoglierlo e’ il volto enigmatico della Dama di Uruk, capolavoro della civilta’ sumerica, che affiora come un emblema nella home page. Otto sono le sale da ammirare e ciascuna corrisponde ad una fase storica della Mesopotamia antica: preistoria, periodo sumerico, accadico, neosumerico, assiro, babilonese, achemenide e seleucide. Ogni ambiente si presenta con un allestimento diverso ed ospita manufatti con tre livelli di approfondimento: una ‘scheda’ illustra la provenienza, il materiale, le dimensioni, la cronologia, il luogo di conservazione, ed e’ corredata da un testo descrittivo scientifico; la voce ‘explora’ consente di ammirare la ricostruzione 3D dell’oggetto, realizzata fedelmente grazie a tecnologie scanner laser di acquisizione tridimensionale; infine, alcuni reperti sono spiegati da un filmato di tre/quattro minuti. (red.)

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome