Home AMBIENTE Via Mastrigli, inizia lo sciopero della fame

Via Mastrigli, inizia lo sciopero della fame

Al via l’iniziativa non violenta: uno sciopero della fame a staffetta di politici e cittadini

via mastrigliLo ha annunciato il Consigliere Comunale PD Athos De Luca nel corso della conferenza stampa, tenuta questa mattina nella sede comunale di via delle Vergini, con Alvise Di Giulio, presidente del Comitato Cittadini Villaggio dei Cronisti, Alessandro Sterpa, capogruppo PD XX Municipio e Claudio Marinali, coordinatore del circolo PD del XX Municipio. Un’affollata conferenza stampa, alla presenza di numerose TV e testate nazionali e locali, incentrata sull’interrogativo che fu di Carlo Levi: “perche’ il sindaco Alemanno si e’ fermato a Via Mastrigli?”

400 anime stipate in 136 celle con letti a castello, senza finestre, con bombole del gas e stufette elettriche in un “residence” che parte da due piani sotto terra per finire ad un quarto piano, dove alle porte batte il sole ma non la legalità. Questa è la realtà di Via Mastrigli, dove un parcheggio privato insiste su un’area di 3000 mq fatta di rifiuti solidi urbani stratificati, carcasse di auto, di frigoferi, di motorini, di batterie di auto che rilasciano lentamente i loro liquidi inquinanti. Questa è Via Mastrigli, minuziosamente descritta da VignaClaraBlog in due anni di articoli, e questa è la realta’ di cui si e’ parlato stamani nella conferenza stampa.

Le iniziative del PD.  “Il 13 marzo ho presentato un’interrogazione urgente al Sindaco per avere notizie sulla mancata gestione dell’emergenza di Via Mastrigli ma non ho avuto risposta. Il 31 Marzo – spiega De Luca – ho presentato un esposto al prefetto di Roma dott. Pecoraro che lo ha indotto a chiedere lumi al Gabinetto del Sindaco ma a tutt’oggi la prefettura non ha avuto alcun riscontro tant’è che si è dovuta rivolgere alla Questura per averlo. Il 29 Aprile ho anche presentato una mozione urgente in Consiglio Comunale. Poi, visto il silenzio del Sindaco – conclude – il 5 Maggio ho inoltrato un esposto al Ministro degli Interni affinche’, vista l’inerzia dell’amministrazione comunale, intervenga direttamente per risolvere un caso che potrebbe esplodere da un momento all’altro. Se serve, porteremo Via Mastrigli anche in Parlamento” conclude Athos De Luca annunciando lo sciopero della fame a partire da oggi.

Uno sciopero della fame a staffetta. Ad astenersi dal cibo oggi sarà De Luca, domani Sterpa e domenica Di Giulio. Poi da lunedì i singoli cittadini, uno al giorno, e via così a ripetizione finchè il Sindaco non darà risposte certe ed affidabili su come e quando porrà rimedio alla situazione che langue da tempo, “da troppo tempo, tanto da suscitare il grave sospetto di coperture e connivenze a livello politico. Non a caso un nipote del proprietario del residence e del parcheggio si è candidato nelle liste PdL del XX Municipio nelle elezioni amministrative del 2008” conclude il Consigliere.

 [GALLERY=362]

Un’organizzata gestione del rifiuto di stile camorristico. Così ha definito Alessandro Sterpa il continuo e metodico accumularsi di rifiuti solidi inquinanti avvenuto nel corso degli ultimi anni in via Mastrigli. “Non su sacchetti di immondizia ma su carcasse di frigoriferi e cucine è stato edificato l’attuale parcheggio sul quale pare che oggi i posti auto vengano addirittura affittati. Parcheggio sotto il quale scorre una falda acquifera. A che livello sarà giunto l’inquinamento?”

Sull’inquietante interrogativo prende la parola Alvise Di Giulio a nome delle 203 famiglie di via Mastrigli. Pacatamente ripercorre le tappe della vicenda che lo ha visto anche oggetto di minacce di morte. “Ad un anno dalla sua elezione al Campidoglio, Gianni Alemanno non ha fatto nulla per mettere in sicurezza il residence e per rimuovere il parcheggio/discarica di Via Mastrigli. Il suo silenzio è un affronto ed un’offesa ai cittadini coinvolti in questo disgraziato caso” dichiara confermando che “i cittadini del Villaggio dei Cronisti iniziano oggi uno sciopero della fame a staffetta fino a quando non verranno presi impegni concreti da parte del Sindaco per la rimozione del parcheggio/discarica e per la messa in sicurezza del Residence”.

Servirà l’iniziativa a smuovere le coscienze politiche al governo della città? Lo vedremo nei prossimi giorni. Nel frattempo registriamo alcuni commenti a caldo di Ludovico Todini, gia’ consigliere al XX Municipio ed oggi consigliere comunale PdL che a detta dello stesso Alvise di Giulio ben ha operato a fianco dei cittadini di via Mastrigli, e di Luigi Camilloni, presidente dell’Osservatorio Sociale.

Evitiamo la polemica, lavoriamo con e per i cittadini. “Sono favorevolmente colpito – dichiara Ludovico Todini – che oggi anche il PD si sia accorto che esiste l’affaire Via Mastrigli. Ma ad onor del vero, va ricordato che negli ultimi 15 anni Roma è stata governata dal centrosinistra e che gli unici interventi voluti dalla politica sono stati effettuati dal centrodestra. Se si vuole risolvere il problema, è inutile la propaganda politica, ma sarebbe più opportuno lavorare alacremente al fianco dell’amico Alvise Di Giulio e l’intero comitato per definire in modo risolutivo l’intero caso. La questione Via Mastrigli – prosegue – è nota già dal 1983 in forza di un’interrogazione parlamentare che evidenziava la situazione di degrado e pericolosità. Da allora nulla è cambiato. Il residence continua ad ospitare stranieri ed essere un vero e proprio lager, con circa 130 unità immobiliari al di sotto dei 15 mq, 4-6 posti letto a loculo, affittati a caro prezzo. Inoltre, vi sono centinaia di bombole del gas, l’inesistenza di sistemi di sicurezza e di estintori e assenza totale di igiene. A fine 2008 – aggiunge – abbiamo convocato una seduta di commissione sicurezza, provocando un sopralluogo della Polizia Municipale che ha fornito una puntuale e sconcertante relazione sullo stato dei luoghi. Tutto il fascicolo è stato inoltrato a le autorità preposte, ma senza che questo abbia prodotto alcun tipo di intervento rassicurante per la cittadinanza, il rispetto delle regole e la sicurezza dei dimoranti. Ritenere Alemanno capro espiatorio di un lavoro che non compete al Sindaco ma ad altri, è cosa assai pretestuosa. Anche noi, oltre a sostenere le sacrosante ragioni del Comitato del Villaggio dei Cronisti, ci chiediamo il perché di questa inattività – conclude – il perché di tanta noncuranza e, infine, perché tanta impunità. Le congetture non ci appartengono, ma certamente la fantasia viaggia “.

Intervenga la Guardia di Finanza. “Una situazione vergognosa che dura da oltre 25 anni per il residence e da almeno 5 per la discarica, ma ciò che è davvero scandaloso, a parte il grappolo di violazioni di legge di cui finora nessuno si è ancora accorto, è che si continua solo a parlare, tutti sembrano essere al corrente dei fatti esposti, ma finora nessuno è mai intervenuto per verificare una situazione già oggetto di una interrogazione parlamentare presentata addirittura nel 1983”. Lo ha dichiarato Luigi Camilloni, Presidente dell’Osservatorio Sociale. “E’ possibile che, dopo tutti questi anni, nessuno sia mai intervenuto per accertare lo stato delle cose? – continua Camilloni – Dopo l’ennesimo esposto, mi sembra che ci siano tutti gli estremi per aprire un indagine cui farebbe bene ad intervenire anche la Guardia di Finanza”.  (Red.)

Visita la nostra pagina di Facebook

25 COMMENTI

  1. Vi ricordo che la situazione di Largo Sperlonga (edilizia, puta caso, dello stesso imprenditore) non e’ molto dissimile da quella di via Mastrigli… centinaia di mini appartamenti affittati ad extracomunitari (ma non ci saranno dei prestanome?) a cifre altissime…

  2. Luca, per partecipare alla protesta puo’ contattare la redazione di vcb che potra’ metterla in contatto con il comitato Villaggio dei Cronisti.

    Intanto segnalo che circa mezz’ora fa un equipaggio della guardia di finanza ha provveduto ad effettuare un sopralluogo nel parcheggio-mondezzaio multi strato.

  3. Partecipare allo sciopero-della-fame-a-staffetta è semplice: basta dare la propria disponibilità per un giorno preciso (ccvcronisti@live.it) e impegnarsi a non consumare cibi per 24h. ma si possono bere cappuccini per sostenersi (pratica radicale).

    Siamo costretti a questa clamorosa iniziativa per ottenere da parte del sindaco Alemanno un impegno concreto per la rimozione del parcheggio/discarica di Via Mastrigli realizzato con le tecniche delle eco-mafie e per la messa in sicurezza di un residence suddiviso in centinaia di centinaia di celle-canile dove sono stipate centinaia di persone che dormono con le bombole del gas sotto il naso.

    Questa iniziativa che è aperta a tutti, residenti e non residenti di Roma Nord, abitanti dell’emisfero Nord o Sud del pianeta, senza distinzione di credo, sesso, razza o nazionalità. Sono caldamente benvenute le adesioni da parte di lettori di VCB di altre nazioni.

    Le adesioni allo sciopero-della-fame-a-staffetta per i per i prossimi giorni è il seguente:

    Lunedì 11 maggio – Angelo
    Martedì 12 maggio – Ethel
    Mercoledì 13 maggio – Franco
    Giovedì 14 maggio – Simone
    Venerdì 15 maggio – Stefano
    Sabato 16 maggio – Rosanna

    Per contatti e prenotazioni: ccvcronisti@live.it

    Grazie a tutti per il sostegno alla nostra iniziativa.

    CCVC

  4. Ma dove lo fanno questo sciopero della fame ?
    A casa , al lavoro , a scuola ?
    O davanti al Municipio ?
    Nel primo caso sarebbe una protesta invisibile e trasparente.
    Praticamente inutile per la pubblica opinione.
    Nel secondo tangibile e magari potrebbe essere accompagnata da “solidale” compagnia e vicinanza “fisica”.
    Corroborata se necessario da qualche servizio stampa o televisivo.
    Mi fate sapere , CCVC ?
    Grazie

  5. Caro Aragorn,

    Lo sciopero della fame lo facciamo a casa, al lavoro, a scuola. Al momento abbiamo deciso di farlo dove possiamo in modo tale da non perdere giornate di lavoro e di scuola.

    Già non ne possiamo più del menefreghismo del sindaco Alemanno e dell’assessore Fabio De Lillo e dell’enorme offesa portata a tutti i cittadini per il fatto che non risolvono il peggiore scandalo di Roma Nord e siamo anche costretti a fare lo sciopero della fame. Non possiamo permetterci anche di perdere giornate di lavoro e di studio.

    Siamo daccordo che sarebbe meglio farlo davanti al Comune o al Municipio, ma non ce lo possiamo permettere, siamo gente che lavora e che studia.

    Grazie comunque del Suo commento, se vuole può anche Lei partecipare a questa iniziativa. Siamo sempre disponibili a valutare con Lei, con gli altri cittadini e con tutte le associazioni territoriali e con tutte le rappresentanze politiche nuove iniziative così come abbiamo fatto in passato.

    I cittadini del Villaggio dei Cronisti ESIGONO dal Sindaco Alemanno:

    – IL RIPRISTINO DELLA LEGALITA’ E DELLA SICUREZZA;
    – LA RIMOZIONE DEL PARCHEGGIO/DISCARICA ABUSIVA.;
    – LA DIFESA DELLA SALUTE DEI RESIDENTI;
    – LA APPLICAZIONE TOTALE DEL PATTO PER ROMA SICURA.;
    – LA MESSA IN SICUREZZA DI UNO STABILE CONTENENTE CENTINAIA DI BOMBOLE DEL GAS;
    – LA DIFESA DEL VALORE DEI LORO IMMOBILI E DEI LORO RISPARMI.

    Cordialmente,

    CCVC

  6. Vi invito a verificare anche in via Azzarita 41 ove nei piani interrati cantine magazzini vedi pal.D proprieta’ Stefani sono stati ricavati dei mini minilocali affittati ad extracomunitari verif pag, nettezza ici e varie

  7. 5° giorno sciopero della fame per la rimozione del parcheggio/discarica di Via Mastrigli– oggi Ethel partecipa allo sciopero.

    Ringraziamo Ethel che oggi raccoglie l’appello del Comitato Civico per la staffetta dello sciopero della fame. Domani sarà Franco a partecipare alla sciopero della fame.

    Il 28 aprile dell’anno scorso abbiamo votato il Sindaco Alemanno per il suo impegno a garantire la sicurezza e a ripulire Roma. Sono trascorsi 12 mesi dalla sua elezione e Alemanno non ha fatto nulla per i suoi elettori e per i cittadini della Cassia.

    I cittadini della Cassia non mendicano per il rispetto dei propri diritti, ESIGONO che il Sindaco Alemanno e l’assessore Fabio De Lillo facciano il loro dovere.

    Al 5° giorno di sciopero della fame, i cittadini del villaggio dei cronisti gridano: Via il parcheggio/discarica o via Alemanno!!!

    Esigiamo che Alemanno emetta immediatamente una ordinanza di rimozione in danno del parcheggio/discarica e la messa in sicurezza del residence di via Mastrigli.

    Comitato Cittadini Villaggio dei Cronisti

    Per aderire allo sciopero della fame:
    ccvcronisti@live.it

  8. 6° GIORNO DELLO SCIOPERO DELLA FAME

    Ringraziamo Franco che oggi raccoglie l’appello del Comitato Civico per la staffetta dello sciopero della fame. Domani sarà Simone a partecipare alla sciopero della fame.

    Nonostante la situazione sia ben conosciuta grazie a decine di articoli sulla stampa, internet e televisione, nè il Sindaco Alemanno nè l’assessore Fabio De Lillo hanno fatto nulla a risolvere l’emergenza parcheggio/discarica e la santabarbara del residence di Via Mastrigli.

    Una parcheggio farcito di tonnellate di carcasse di elettrodomestici, batterie per auto, rifiuti pericolosi, un residence con 2 piani di cantine/loculi senza finestre per disgraziati, centinaia di bombole del gas messe sotto il naso di chi ci dorme dentro.

    Il Sindaco non ci ascolta, non mostra segni di vita e ci costringe allo sciopero della fame.

    Questo Sindaco sordo alle esigenze più elementari di SICUREZZA, SANITA’, AMBIENTE non ci rappresenta e NON ci rappresenterà alle ELEZIONI EUROPEE.

    Insieme allo sciopero della fame, CI ASTERREMO dal votare il partito di Fabio De Lillo e di Gianni Alemanno alle elezioni europee di giugno.

    Esigiamo che Alemanno emetta immediatamente una ordinanza di rimozione in danno del parcheggio/discarica e la messa in sicurezza del residence di via Mastrigli.

    Comitato Cittadini Villaggio dei Cronisti

    Per aderire allo sciopero della fame:
    ccvcronisti@live.it

  9. 7° giorno sciopero della fame per la rimozione del parcheggio/discarica di Via Mastrigli– oggi Luigi Camilloni e Simone partecipano allo sciopero.
    Ringraziamo di cuore Franco che ieri ha espresso la sua solidarietà ai cittadini di Via Mastrigli partecipando allo sciopero della fame. Claudio Marinali (circolo PD San Godenzo) ha partecipato alla staffetta di ieri e a lui va il nostro riconoscimento per condividere in prima persona il disagio di 203 famiglie del Villaggio dei Cronisti.
    Allo sciopero di ieri si è aggiunto il nostro amico Luigi Camilloni (Osservatorio Sociale). Luigi continuerà lo sciopero anche oggi per dare più forza alla voce ai residenti di Via Mastrigli. Grazie Luigi.
    Domani alla staffetta parteciperà Stefano.
    I cittadini della Cassia con questa clamorosa iniziativa esprimono al SindacoAlemanno e all’assessore Fabio De Lillo la loro protesta e il disagio per essere stati abbandonati dalle Istituzioni ad una situazione di illegalità e di emergenza.
    Esigiamo che Alemanno emetta immediatamente una ordinanza di rimozione in danno del parcheggio/discarica e la messa in sicurezza del residence di via Mastrigli.
    Comitato Cittadini Villaggio dei Cronisti
    Per aderire allo sciopero della fame:
    ccvcronisti@live.it

  10. 8° giorno sciopero della fame per la rimozione del parcheggio/discarica di Via Mastrigli– oggi Stefano si unisce allo sciopero.

    I nostri amici Luigi Camilloni (Osservatorio Sociale) e Simone hanno terminato lo sciopero della fame. Li ringraziamo vivamente per aver dato questa importante testimonianza di solidarietà a 203 famiglie che da un anno aspettano un impegno preciso del Sindaco Alemanno.

    Alla staffetta di oggi partecipa Stefano che insieme al Comitato Civico esige che venga ripristinata la legalità e garantita la sicurezza ai residenti di Via Mastrigli.
    Domani scenderà in sciopero Caroline.

    Carcasse di frigoriferi, lavatrici, batterie di auto usate, decine di tonnellate di immondizia e di rifiuti speciali e pericolosi seppelliti sotto il parcheggio del residence/canile di Via Mastrigli, inquinamento delle falde acquifere, tubi fognari illegali che passano sotto il parcheggio/discarica, che scoppiano e inondano di liquami il terreno a ridosso dell’autoparco della Marina Militare, devastazione di una parte della Riserva dell’Insugherata.

    Esigiamo che Alemanno emetta immediatamente una ordinanza di rimozione in danno del parcheggio/discarica e la messa in sicurezza del residence di via Mastrigli.

    Comitato Cittadini Villaggio dei Cronisti

    Per aderire allo sciopero della fame:
    ccvcronisti@live.it

  11. 11° giorno sciopero della fame per la rimozione del parcheggio/discarica di Via Mastrigli– oggi Ida partecipa allo sciopero.

    Ringraziamo ROSANNA che ieri ha partecipato allo sciopero della fame per obbligare il Sindaco Alemanno a fare il suo lavoro.

    Oggi IDA entra in sciopero della fame/staffetta per difende il DIRITTO DEI PROPRI FIGLI DI VIVERE IN UN AMBIENTE SANO E SICURO.

    Da più di 1 anno le famiglie del Villaggio dei Cronisti esigono che il Sindaco Alemanno porti a termine la BONIFICA AMBIENTALE iniziata dal Sindaco Veltroni.

    GIANNI ALEMANNO è SORDO a TUTTI GLI APPELLI DELLA CITTADINANZA.

    Quali sono gli interessi che Alemanno sta difendendo in questa situazione ?
    CHI è PAOLO CALLARA’ e PERCHE’ E’ STATO PRESENTATO ALLE ELEZIONI MUNICIPALI NELLE LISTE DI ALEMANNO ???

    Preannunciamo che se il Sindaco non si sveglia al più presto, alla iniziativa dello SCIOPERO DELLA FAME,seguirà una pioggia di ESPOSTI ALLA MAGISTRATURA
    .
    RIMOZIONE DEL PARCHEGGIO/DISCARICA ORA !!!

    Domani scenderà in sciopero ALBERTO.

    Comitato Cittadini Villaggio dei Cronisti

    Per aderire allo sciopero della fame:
    ccvcronisti@live.it

  12. Il silenzio del sindaco è assordante.

    Malgrado dozzine di articoli sulla stampa, servizi del tg3, di ies tv, di t9 e di chissà quante altre emittenti, nessun cenno da Alemanno che ha sistematicamente ignorato ogni appello per risolvere la gravissima situazione del residence di Via Mastrigli.

    Devono esser in ballo interessi veramente grandi per giustificare questa latitanza (eppure il tempo per affrontare lo scottante e pernicioso affaire “cornetti di notte” s’è trovato).

  13. Alcune riflessioni che faccio io per prima mentre le scrivo e che offro alla riflessione di tutti.

    1-Qualcuno, forse Aragon, alla notizia dello sciopero della fame consigliava un’iniziativa più plateale, più visibile così da avere maggiore risonanza sui media. Credo abbia ragione. Capisco la necessità di ognuno di lavorare o studiare ma qualcosa come un presidio fisso davanti al XX Municipio o in piazza del Campidoglio credo possa dare più efficacia alla protesta. Un po’ come l’iniziativa di Antonini davanti all’assessorato all’ambiente mesi fa:si dirà che non ha risolto il problema, ma sicuramente ha contribuito a accendere ancora di più i riflettori sulla questione.

    2- Nei giorni scorsi abbiamo appreso prorpio da VCB alcuni particolari collegati a via Mastrigli che, pur importanti, non sono stati abbastanza evidenziati e “colti” neanche dal Ccvcronisti. Anzi direi che sono passati sotto silenzio:

    a) Il consigliere comunale Ludovico Todini (già consigliere del XX Municipio) ha spiegato in un alcuni comunicati quanto fatto e deciso in autunno dalla Commissione sicurezza del Comune ed ha ricordato che la questione non è più politica. Adesso occorre che le autorità di pubblica sicurezza preposte intervengano facendo seguito a quanto stabilito e richiesto dalla Commissione.
    Inoltre è puntualment eintervenuto a sollecitare questi interventi da parte della Polizia Municipale e della Guardia di Finanza su via Mastrigli ogni volta che operazioni di polizia simili a quelle richieste avvenivano in altri quatieri della città, l’ultimo caso a Trastevere.

    b) Camilloni, presidente dell’Osservatorio Sociale, ha esposto una posizione simile a quella di Todini chiedendo anche lui l’intervento della Guardia di Finanza.

    c) Il caso probabilmente più grave di tutta la faccenda. In un comunicato stampa Todini ha denunciato come lui stesso e il consigliere comunale Athos De Luca sian ostati vittime di diffamazione (quasi intimidazione) sul sito del Comitato multietnico di via Mastrigli. Fatto già accaduto in passato coinvolgendo anche altri politici e cittadini (si veda http://www.lungotevere.net). Todini ha chiesto l’intervento della Polizia Postale per oscurare il sito ma ancora nulla è stato fatto.
    Confesso che mi ha colpito su questa faccenda che nessuno abbia espresso solidarietà ai due consiglieri con post su VCB. Per carità magari lo hanno fatto, come me, in privato però è curioso che quando si tratta diu attaccare o polemizzare tutti sono pronti poi di fronte a episodi del genere no narriva nessuna solidarietà.
    Colpisce ancora di più che pur interessando due consiglieri solo uno, cioè Todini, abbia avuto il coraggio di denunciare senza ricevere nessun pubblico sostegno dall’altro conigliere.
    Ancora è solo Todini a sfruttare ogni occasione per ricordare e sollecitare interventi a via Mastrigli analoghi a quelli effetuati in altri quartieri. Gli altri consiglieri comunali o municpali tacciono.
    Lo so, ora qualcuno mi accuserà di essere l’addetto stampa di Todini o il suo difensore (è già accaduto altre volte per altri politici). Pensate quello che preferite. Io ho solo messo in fila i fatti per offerli alla mia e altrui riflessione.

    3-Per la discarica forse si potrebbe interessare anche la Regione Lazio che sul tema rifiuti mi sembra che abbia maggiore autorità e competenza del Comune. Oltrettutto il presidente Marrazzo in quanto cittadino del XX Muncipio (e abita neanche tanto lontano da via Mastrigli-via Cassia) dovrebbe avere un interesse più personale e diretto sulla faccenda. Anche in questo caso un’iniziativa visibile fuori dal Consiglio regionale potrebbe essere un’idea.

    4- Colpisce poi il fatto che i consiglieri municipali sembre pronti a intervenire su tutti gli argomenti su VCB dando anche vita a accesi scambi di battute in questo caso sono latitanti. Iniziando da chi ha aderito allo sciopero della fame e continuando con tutti gli atri di ogni schieramento.
    Analogo ragionamento si può fare per i consiglieri comunali. Dove sono ad esempio la sempre attenta ai problemi ambientali Cirinnà o il capopopolo dei movimenti per la casa Alzetta o Visconti che da sempre lotta contro le occupazioni o i paladini dei valori cristiani dell’UdC?

    5-Dove sono poi i movimenti, i gruppi, le associazioni di volontariato e umanitarie che sempre scendono in campo in aiuto degli immigrati o che si battono per la legalità. Forse non conoscono via Mastrigli? Allora mobilitiamo anche loro.

    6-Dove sono gli altri comitati di quartiere del XX Municipio. Non sarebbe meglio e non avrebbe un valore e un peso maggiore se tutti si unissero nella protesta e nelle richieste? Parteciapazione alla cosa pubblica per il bene della collettività non è anche questo?Oppure ognuno guarda, difende e porta acqua solo al proprio orticello, cioè gli stessi atteggiamenti che criticano poi agli amministratori. Insomma, se la situazione a via MAstrigli è così grave sotto diversi punti di vista dovrebbe coinvolgere tutti? Si sta sta facendo abbastanza per sensibilizzare?Si potrebbe o si deve fare ancora di più?

    6-Paolo Callarà. Più volte i lettori di VCB nei post e anche il ccvcronisti (vedi ad es. ultimo post) hanno più o meno velatamente insinuato la possibilità che nelle liste del XX Muncipio a sostegno del sindaco Alemanno figurava il figlio del proprietario del parcheggio e del residence di via Mastrigli, appunto Paolo Callarà.
    Vi chiedo però un atto di coraggio e chiarezza cioè di dire chiaramente se questa presunta parentela tra i due è vera.
    Vi chiedo poi, perchè non lo ricordo, se già lo scorso anno in occasione delle elezioni municpali e comunali avevate sottolineato questo fatto e soprattutto se lo avevano fatto i candidati consiglieri dell’opposizione.
    Infine vi chiedo quanti voti ha ricevuto nelle passate elezioni dato che non è stato eletto. Altro dettaglio, quella della mancata elezione, che forse andrebbe per onestà ricordato.
    Poi però, non conoscendo il figlio, mi chiedo anche se e fino a che punto sia corretto associare padre e figlio come fossero la stessa persona, con gli stessi pensieri e atteggiamenti. Mi sembra un atteggiamento un po’ da tragedia greca: le colpe dei padri che ricadono sui figli.

    W via Mastrigli!

    Saluti

    Angela

  14. Dell’ “annosa” questione candidatura si/no, se ne è occupato recentemente un articolo del Corriere della Sera che, considerata l’autorevezza della testata, credo si possa considerare attendibile (non fosse altro perche’ i giornalisti
    prima di beccarsi una querela, in genere verificano).

    Ebbene signora Angela si tenga forte, perche’ – forse la sorprendero’ – non è esattamente una coincidenza che il cognome del signor Paolo sia lo stesso del proprietario del Residence.
    Paolo Callara’, candidato in municipio per Alleanza Nazionale, è infatti nipote del piu’ famoso Giuseppe.

    Secondo lei, con quanta fiducia possiamo noi residenti di Via Mastrigli affidarci (all’ormai ex) Alleanza Nazionale per risolvere lo scandalo residence Callarà sapendo che nelle ultime elezioni ha candidato nelle proprie file il nipote di Callarà ?

    Senza contare che lo stesso Callarà è stato ed è uno dei piu’forti sostenitori delle presenti e passate campagne elettorali di Alleanza Nazionale.

    Io dico che per un fatto del genere in un paese civile sarebbe scoppiato uno scandalo enorme, ma nella nostra italietta di intrallazzi e connivenze, è normale che non succeda niente.

    Infine due parole riguardo all’operato di Todini: mi lasci dire che

    malgrado Ludovico si sia fortemente esposto in campagna elettorale sul problema mastrigli

    malgrado sia poi stato eletto come consigliere al comune grazie anche ai voti derivati dalle sue promesse

    malgrado l’attuale sindaco della città sia espressione non solo della sua stessa parte politica ma addirittura del suo stesso (ex) partito

    malgrado tutti questi malgrado, il suo apporto alla causa – se si vogliono escludere i soliti e sterili comunicati di circostanza che nulla di concreto hanno portato – è stato uguale a zero.

  15. @Simone: sei stato troppo duro ed ingeneroso con Todini. E’ sempre stato dalla parte di Via Mastrigli, anche andando contro corrente all’interno del suo partito. La prima bonifica non fu forse opera sua in tandem con Sterpa ? Non è stato lui ad attivare la commissione sicurezza del comune ? che poi questa non abbia prodotto alcun risultato va ricondotto al presidente di tale commissione e non a Todini

    @Angela: quel viva Mastrigli preceduto da tanti se, tanti ma e tanti distinguo suona poco sincero, usato solo per dire, nel solito stile polemico, che i bravi sono da una parte ed i cattivi dall’altra, come già fatto in altri commenti. Posto che non siamo più degli scolaretti e che il capoclasse è passato di moda, per bilanciare i suoi interrogativi io vorrei chiederle : dov’era l’esimio presidente Giacomini quando mise la sua firma e la sua candidatura in testa ad una lista dove compariva il nome del nipote di Callarà ? Nome che girava sui giornali da anni, e che lui, uomo di questo territorio, non poteva non conoscere. E chiedo ancora: e oggi, dov’è il presidente Giacomini, dove sono i 4 assessori, dove sono i 16 consiglieri della PDL municipale ? Non una parola di solidarietà è venuta da parte loro nei riguardi dei cittadini che fanno e faranno lo sciopero della fame. Come mai ? Paura di lesa maestà ?
    E allora piantiamola col voler usare ogni argomento di cui si discute su questo sito solo per fare propaganda (guarda caso in campagna elettorale) !
    Via Mastrigli e i suoi abitanti si meritano di più, si meritano attenzione, solidarietà, vicinanza, impegno concreto, tutte cose che non ho letto tranne un banale viva via mastrigli.

    @CCVC: mi prenoto per un giorno di sciopero della fame.
    Vincenzo

  16. Non sono stato nè ingeneroso nè duro, ho solo reso conto delle cose fatte e di quelle non fatte. Purtroppo alla voce Mastrigli il casellario delle cose fatte da Todini è vuoto.

    La bonifica (parziale) fu fatta 1 anno e mezzo or sono dall’allora giunta di centro sinistra (in danno al proprietario del residence) grazie anche ai buoni uffici del presidente della commissione trasparenze Sterpa.

    A Todini, che tra le altre cose conosco personalmente e che trovo per molti versi disponibile nonche’ personalmente simpatico, difetta una caratteristica che in politica, come nella vita, è tutto: la concretezza.

  17. Grazie Vincenzo per il tuo commento e per partecipare allo sciopero della fame.
    Scegli un giorno tra venerdì 22 e lunedì 25 maggio e per favore conferma la tua “staffetta”.

    Come ricorda correttamente Vincenzo, la questione più grave legata alla gestione dello scandalo di Via Mastrigli è il comportamento “pilatesco” del Municipio e, vorremmo aggiungere noi, del Comune.

    Sia Giacomini che, a cascata, quasi tutti i consiglieri di maggioranza e di minoranza, vantano una coscienza civile e politica che più sporca non si può; si trincerano dietro affermazioni del tipo “io ho fatto quello che dovevo”, “non mi compete”. Non menzioniamo poi quelli che oltre ad essere consiglieri municipali, rivestono specifiche cariche di responsabilità e che dovrebbero garantire, politicamente e istituzionalmente, la trasparenza della gestione municipale e la difesa dei cittadini, tutti.

    E’ possibile che questi consiglieri tecnicamente non abbiano più voce in capitolo per promuovere la azione di rimozione del parcheggio/discarica e per la messa in sicurezza del residence perchè la palla è adesso al sindaco Alemanno (o all’assessore De Lillo? al consigliere Sartori? o alla Questura?, o al Prefetto?), ma la loro scelta politica di rappresentare i cittadini, a nostro parere dovrebbero interpretarla con maggiore coerenza e coraggio. Andare in Municipio solo per fare atto di presenza e prendere il gettone è troppo poco…

    E l’opposizione che fine ha fatto ? Sigg.ri Antonini, Sterpa, Tolli, Torquati, possibile che non ci sia abbastanza materiale per metttere in croce Giacomini e la sua giunta un giorno sì e l’altro pure? Quali strani calcoli state facendo? cosa aspettate a darvi da fare ?

    Signori miei, fatevi un esame di coscienza, e considerando quello che non state facendo per risolvere il peggiore scandalo civile e politico del XX Municipio, ogni volta che vi guardate allo specchio, arrossite, perchè voi siete complici del degrado e con il vostro comportamento omissivo, lo rendete moralmente peggiore.

    I cittadini perbene continuano con passione il loro impegno democratico per riportare la legalità e la sicurezza al Villaggio dei Cronisti e continuano lo sciopero della fame ad oltranza.

    Facciamo un appello ai lettori di VCB affinchè aderiscano per una giornata alla nostra iniziativa.

    Invitiamo Athos De Luca e Ludovico Todini, vigliaccamente denigrati dagli eco-mafiosi con barbe finte, a coordinare i loro sforzi e la loro azione per ottenere al più presto una ordinanza di rimozione in danno del parcheggio/discarica e per mettere in sicurezza la santabarbara del residence di Via Mastrigli.

    Grazie per il sostegno,

    Comitato Cittadini Villaggio dei Cronisti
    email: ccvcronisti@live.it

  18. Cari Vincenzo e Simone,
    non credo che la mia posizine su via Mastrigli a sia poi tanto diversa dalla vostra. Se infatti vi rileggete con attenzione tutto il mio commento – certo un po’ lungo ma lo è proprio per essere esaustivo – noterete che chiamo in causa tutti, ma proprio tutti. Dal Municpio al Comune alla Regione ai comitati di quartiere alle associazioni umanitarie. Leggere in un solo senso e per un solo aspetto quanto da me scritto credo che sia riduttivo non tanto nei confornti delle riflessioni che ho esposto quanto proprio per via Mastrigli. Risolvere il problema efficacemente credo comporti analizzarlo il più possibile oggettivamente e da tutti i punti di vista.

    Quanto all’azione di Todini ritengo che il suo giudizio, Simone, sia troppo severo come gli ha fatto notare anche Vincenzo. Convocare appositament e una riunione della Commissione Sicurezza del Comune proprio su via Mastrigli non mi sembra poca cosa nè mancanza di interesse.
    Provabilmente si può o si potrebbe fare di più. Però invece di chiamare in causa solo i politici di maggioranza e opposizione perchè non dare una smossa alle autorità che hanno la diretta competenza e il dovere di intervenire cioè le forze di polizia come vigili e guardia di finanza?Perchè non scandalizzarsi (perchè proprio non considerare) delle accuse del Comitato multietnico e del mancato intervento della Polizia muncipale per oscurarne il sito?

    Non mettiamoci poi il prosciutto sugli occhi, soprattutto non se lo mettano i giornalisti che proprio in zona abitano nelle case del loro ente. I comunicati stampa sono il mezzo attraverso cui i si fanno conoscere e si consocono il 90% delle notizie che escono sui media. Giusto sbagliato che sia è lo stato reale della situzione. Emettere comunicati come puntualmente fa Todini non è fare proclami ma suscitare sensibilità e interesse,far conoscere le proprie idee e proposte. Preferisco quindi un comunicato in più al silenzio. Che po i noto è la stessa tecnica che i cittadin idi via Mastrigli hann otenuto in più occasioni su VCB, ricordando in ogni occasione la situazione con comunicati e post acnhe a margine di notizie che sembravan otrattare di altro.

    Ripeto, non conosco Paolo Carallà e nè voglio nè mi interessa difendere lui o An o chiunque altri. VIncenzo e Simone citando il Corriere della Sera mi spiegano che è il nipote del proprietario delle aree incriminate di via Mastrigli. Chiamatemi innocente o garantista o come volete, ma non credo che essere nipoti di qualcuno sia il metro per giudicare una persona. In positivo o in negativo. Se mio cugino fosse un delinquente non penserei nè che lo è il padre nè tanto meno lo zio o il nonno solo in virtù di una parentela. Il nipote di un assassino è di conseguenza un assassino. Gli interessi di un nipote devono per forza coincidere con quelli dello zio o del nonno. Siceramente non credo. Se mio nonno è un premio nobel per la fisica non vuol dire che anche io sia u ngenio in materia. Se mio padre è un cattolico impegnato nulla vieta a me di essere un ateo convinto o un anticlericale.
    Ripeto, parlo senza consoscere Paolo Carallà di cui anche voi però dite solo che è il nipote. Un elemento su cui mi dispiace ma non riesco a capire lo scandalo, se non altro perchè i parenti nessuno se li può scegliere.
    Se invece dietro alla candidatura che non ha portato però all’elezione (anche questo scusate sarebbe motivo di riflessione. Pensate che se veramente ci fossero interessi per vederlo in Consiglio del XX Muncipio non ci sarebbe riuscito?) ci sono sorditi interessi e secondi fini (accertati?da dimostrare?), perchè in campagna elettorale l’opposizione al XX Municipio non ha sottolineato la parentela? Delle due l’una:o non se ne è accorta prendendo un granchio non da poco o volutamente ha preferito tacere (e in questo caso la denuncia di oggi appare allora poco credibile, inopportuna, tardiva e strumentale).

    Quanto alla supposta propaganda oggi in campagna elettorale forse sarebbe il caso di chiedersi se anche l’opposizone non la stia facendo adesso sulle spalle dei cittadini di via Mastrigli.

    Continua poi a sembrarmi curioso che tranne il ccvcronisti (però solo ora qui sopra) nessuno esprima solidarietà a Todini e De Luca per le denigrazioni, che nessuno chieda con forza l’intervento delle forze dell’ordine e ne denunci il mancato intervento che è un loro dovere non una possibilità.
    Questi invece sono i due punti su cui oggi bisognerebbe insistere.

    Saluti

    Angela

  19. Angela , hai ragione.
    Io per primo non ho espresso solidarietà ai due consiglieri Todini e De Luca “minacciati” da quattro multid…….
    Lo faccio ora , tutto il mio solidale supporto.
    Aggiungo pure che digiunare non servirà.
    Nè per questo nè per altro.
    D’altronde , pur commettendo un errore di sintassi hai perfettamente centrato il problema : non stiamo parlando di uomini ma di una banda di conigliere.
    Lo dimostra il fatto che l’unica cosa che sono riusciti a fare è un vecchio “carotaggio”.
    Ah ah ah !
    Andassero a quel paese tutti quanti !
    Ivi compresi gli scriventi della petizione:

    http://www.associazionemultietnicamastrigli.info/petizione-degli-inquilini-meticci-non-indigeni-abitanti-del-condominio-di-via-f-mastrigli-15c

    Che come tutte le loro petizioni dovrebbero essere composte da p……
    Come in questo caso.
    Non esistono sedicenti abitanti di zona, qui non si abita virtualmente , si dimora di fatto.
    Mai sentito nessuno che si lamenti per il colore della pelle.
    E’ ora di finirla con queste m……. che cercano solo di coprire uno stato di fatto al di fuori di ogni regola e nel quale le prime vittime sono gli immigrati che lavorano regolarmente; ma che purtroppo debbono soggiacere alle “disposizioni” di altri ai quali invece , questo stato di perenne irregolarità , clandestinità ed alla fine impunità , non fa altro che comodo.
    La maggioranza è vergognosa ma l’opposizione tanto quanto.
    Al posto loro , non fosse altro che per sfruttare l’occasione ( visto le poche che ha a disposizione ) avrei fatto un casino della madonna.
    Avrei bloccato il traffico , messo un banchetto perenne sulla cassia , mi sarei incatenato alla porta della circoscrizione digiunando nudo steso in terra.
    Invece un digiuno a base di cappuccini !
    Benemerita quanto sterile operazione.
    Comunque tutto il mio sostegno , d’altronde mangiando solo una volta al giorno ( la sera ) faccio comunque 24h di digiuno tutti i giorni !

  20. Oh , dimenticavo Callarà !
    Ma la finanza si occupa solo degli scontrini ai bar ?
    O forse qualche centinaia di affitti in nero non interessano ?
    A via Mastrigli , a L.go Sperlonga , Via Biroli , Via Due Ponti 180.
    Affittuari sopra centinaia di bombole , che pisciano per strada prima di entrare a casa perchè in 15 diventa un casino.
    E potremmo continuare.
    Se da una parte si copre , dall’altra non è politically correct ?
    Si copre ?
    Se così fosse che vergogna !
    Che avvilimento , che nostalgia per i tempi passati e delle persone non “paludate”.
    Non è politically correct ? Imbecilli.

  21. 12° giorno sciopero della fame per la rimozione del parcheggio/discarica di Via Mastrigli– oggi ALBERTO partecipa allo sciopero.

    Ringraziamo IDA che ieri ha partecipato allo sciopero della fame per smuovere il Sindaco Alemanno dalla propria poltrona e per fare ciò per cui è stato eletto e per cui viene pagato con i nostri soldi.

    E’ una VERGOGNA che il sindaco costringa una madre di famiglia a rinunciare a nutrirsi per ottenere il rispetto dei propri diritti e di quelli dei figli.

    Oggi ALBERTO entra in sciopero della fame/staffetta per sostenere la richiesta di 203 famiglie che da 1 anno esigono dal Sindaco Alemanno un intervento risolutivo per la rimozione del parcheggio/discarica e per la messa in sicurezza del residence di Via Mastrigli.

    Domani MAURO parteciperà alla staffetta e testimonierà la sua solidarietà alle richieste dei cittadini di Roma Nord

    I cittadini del Villaggio dei Cronisti ESIGONO FATTI.

    ESIGONO IL RIPRISTINO DELLA LEGALITA’ E DELLA SICUREZZA
    ESIGONO LA RIMOZIONE DEL PARCHEGGIO/DISCARICA ABUSIVA.
    ESIGONO LA DIFESA DELLA SALUTE DEI RESIDENTI.
    ESIGONO LA APPLICAZIONE TOTALE DEL PATTO PER ROMA SICURA.
    ESIGONO LA MESSA IN SICUREZZA DI UNO STABILE CONTENENTE CENTINAIA DI BOMBOLE DEL GAS.
    ESIGONO LA DIFESA DEL VALORE DEI LORO IMMOBILI E DEI LORO RISPARMI.

    Comitato Cittadini Villaggio dei Cronisti

    Per aderire allo sciopero della fame:
    ccvcronisti@live.it

  22. siamo un Associazione di Ciampino abbiamo scoperto in rete la tragedia ( scusatemi se uso tal termine ) sociale ed ambientale che si vive in via Mastrigli, Ovviamente ci stringiamo con gli abitanti e ci uniamo al loro grido di rabbia data da un immobilismo lungo più di 26 Anni ormai ( deduco ciò dai commenti e post letti Qui )… E’ un immobilismo generale che mi / ci lascia sconcertati vista l’ampiezza e la gravida del misfatto che coinvolge troppe parti dello Stato: 1 Politico: Presidente del Municipio e consiglieri Municipali; Sindaco e Consiglieri Comunali; Presidente della Provincia di Roma e i Consiglieri Provinciali ; Presidente Regionale e i consiglieri Regionali;
    2 Stampa: possibele tenere tutto o quasi i questo limbo di silenzio? ( magari non la locale o non tutta ma sicuramente nazionale si ); 3 Giustifico le FORZE dell’ Ordine perche dopo redatto il verbale e trasmesso alla procura di riferimento il loro conpito è terminato; 4 La MAGISTRATURA cosa fà? perchè non interviene? comè possibile che non indachi? non puo dire di essere all0oscuro dato che la Commissione Sicurezza la Quale a fornito tutto il materiale da Lei raccolto alle autorità competenti, Egr. On. ci puo dire chi sono? e informarci se hanno preso in esame il Vostro Faldone?…

    Vi possiamo offrire solo la nostra solidarietà e anche noi ( come al Solito tocca al Presidente Rappresentare tutti gli iscritti )
    ci uniremo nella Vostra splendità protesta civile unendoci al Vostro Sciopero della Fame

    distinti Saluti in Attesa di vostre comunicazioni…

    nuova.coscienza
    ciampino

  23. Grazie Giordano per le tue espressioni di solidarietà nei confronti del nostro impegno e per accogliere il nostro appello a partecipare allo Sciopero della Fame .

    Quello che facciamo non è soltanto per noi ma lo consideriamo anche come un contributo per una crescita della coscienza civile e politica di Roma.

    un cordiale saluto,

    Comitato Cittadini Villagggio dei Cronisti

  24. 13° giorno sciopero della fame per la rimozione del parcheggio/discarica di Via Mastrigli– oggi MAURO partecipa allo sciopero.

    Ringraziamo ALBERTO che ieri ha partecipato allo sciopero della fame per costringere Fabio De Lillo e Gianni Alemanno ad emettere una Ordinanza di rimozione in danno del parcheggio/discarica e per mettere in sicurezza il residence delle 400 bombole del gas.

    In un anno di amministrazione il Sindaco Alemanno non ha fatto nulla di concreto per ripristinare la legalità a Via Mastrigli.

    ALEMANNO NON DIFENDE I CITTADINI DI ROMA NORD,

    INVITIAMO I CITTADINI DI ROMA NORD A NON VOTARE ALLE ELEZIONI EUROPEE PER IL PARTITO DI ALEMANNO.

    Oggi MAURO entra in sciopero della fame/staffetta per solidarietà alle famiglie di Roma Nord .

    Domani GIANCARLO parteciperà alla staffetta e testimonierà la sua solidarietà alle richieste dei cittadini di Roma Nord.

    I cittadini del Villaggio dei Cronisti ESIGONO FATTI.

    ESIGONO IL RIPRISTINO DELLA LEGALITA’ E DELLA SICUREZZA
    ESIGONO LA RIMOZIONE DEL PARCHEGGIO/DISCARICA ABUSIVA.
    ESIGONO LA DIFESA DELLA SALUTE DEI RESIDENTI.
    ESIGONO LA APPLICAZIONE TOTALE DEL PATTO PER ROMA SICURA.
    ESIGONO LA MESSA IN SICUREZZA DI UNO STABILE CONTENENTE CENTINAIA DI BOMBOLE DEL GAS.
    ESIGONO LA DIFESA DEL VALORE DEI LORO IMMOBILI E DEI LORO RISPARMI.

    Comitato Cittadini Villaggio dei Cronisti

    Per aderire allo sciopero della fame:
    ccvcronisti@live.it

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome