Home ATTUALITÀ XX Municipio – Torquati (PD): la maggioranza fugge dall’aula per evitare il...

XX Municipio – Torquati (PD): la maggioranza fugge dall’aula per evitare il confronto

comunicato“Da troppi mesi il PdL, che governa il XX Municipio, per via di profonde divisioni e assenza di posizioni sui temi importanti del territorio preferisce scappare dall’aula consiliare evitando il confronto. Ne era sintomo la puntuale caduta del numero legale degli scorsi consigli, e oggi la votazione su Piazza Jacini ne e’ l’indiscutibile prova.” dichiara Daniele Torquati, consigliere PD del XX Municipio.  

“Nel Consiglio di oggi, grazie ai voti delle opposizioni e del buon senso di una parte della maggioranza e’ stato respinto il PUP di Piazza Jacini. Sarebbe stato opportuno considerare il piano urbano parcheggi nella sua complessità, richiesta fatta dal PD, che è caduta nel vuoto; forse perché si voleva garantire una scelta iniziata dalle precedenti amministrazioni capitoline, ma confermata dall’attuale Sindaco Alemanno. Soddisfatto della vittoria nell’Aula Consigliare, ritengo un gesto di immaturità politica – incalza Torquati – quello di abbandonare l’aula subito dopo la sconfitta, facendo cadere di nuovo il numero legale, e non discutendo la delibera, che aveva come obiettivo quello di sanare la situazione dei fiorai di Prima Porta, ferma da mesi in questo Municipio”.
“La maggioranza si è dimostrata, ancora una volta, irresponsabile – conclude – e non garante dell’opportuno funzionamento dei lavori d’aula, lasciando a bocca asciutta i cittadini che aspettano delle risposte”.

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. Peccato che l’amico Torquati, in Consiglio di seconda chiamata, come peraltro tutta l’opposizione e su richiesta del capogruppo PD Sterpa, abbia poi votato il rinvio in Commissione della delibera che, a quanto pare, non riteneva più “necessaria per sanare la situazione dei fiorai di Prima Porta, ferma da mesi in questo Municipio”.
    Forse la maggioranza si è invece dimostrata RESPONSABILE e MATURA nell’essere garante dell’opportuno funzionamento dei lavori, dal momento che, come è immaginabile, aveva rilevato la possibilità che i criteri contenuti nel bando avessero bisogno di maggiore e più attenta valutazione. Adesso il bando sarà riconsiderato e lavorato per una possibile pubblicazione nel bollettino regionale di luglio.
    La fretta non è una buona consigliera, amici del PD. Iniziate pure gli scioperi della fame a turno, ma cessate, per favore quelli della ragionevolezza.
    E’ bene fare l’opposizione con determinazione, ma serve anche coerenza e lucidità, sfuggendo la ricerca spasmodica di facili consensi di protesta. Io sono dalla parte di chi gli atti se li legge fino in fondo, senza gridare slogan, ma provando a bilanciare i pro e i contro nelle scelte decisionali, indicando, ove possibile, credibili alternative.

    G.Mori
    Cons. XX Municipio

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome