Home AMBIENTE Comune di Roma – Todini (PdL):da Trastavere a via Mastrigli il passo...

Comune di Roma – Todini (PdL):da Trastavere a via Mastrigli il passo e’ breve, cosa si aspetta?

comunicato“L’operazione dei Carabinieri di Trastevere di qualche giorno fa – dichiara il Consigliere Comunale del PdL e membro della commissione sicurezza, Ludovico Todini – che ha portato alla scoperta e arresto di un cittadino bengalese che affittava in nero a connazionali posti letto, rappresenta senza dubbio un buon lavoro sul versante della salvaguardia delle minime condizioni igieniche, di dignita’ e di sicurezza dei quartieri. Si evidenzia, in parallelo, la triste ed irrisolta situazione del residence di Via Mastrigli sulla Via Cassia, nel XX Municipio”. “L’affare Via Mastrigli – prosegue Todini – è noto già dal 1983 in forza di un’interrogazione parlamentare che evidenziava la situazione di degrado e pericolosità. Da allora nulla è cambiato. Il residence continua ad ospitare stranieri ed essere un vero e proprio lager, con circa 130 unità immobiliari al di sotto dei 15 mq, 4-6 posti letto a loculo, affittati a caro prezzo. Inoltre, vi sono centinaia di bombole del gas, l’inesistenza di sistemi di sicurezza e di estintori e assenza totale di igiene”.

“A fine 2008 – aggiunge – abbiamo convocato una seduta di commissione sicurezza, provocando un sopralluogo della Polizia Municipale che ha fornito una puntuale e sconcertante relazione sullo stato dei luoghi. Tutto il fascicolo è stato inoltrato a tutte le autorità preposte, senza che questo abbia prodotto alcun tipo di intervento rassicurante per la cittadinanza, il rispetto delle regole e la sicurezza dei dimoranti”.

“Perche’ questa inattivita’ – si chiede Todini – perche’ tanta noncuranza, perche’ tanta impunita’? A Trastevere sono bastate segnalazioni di cittadini, a Via Mastrigli esiste un comitato che segnala da anni ed un lungo lavoro istituzionale. Cosa serve di piu’ per intervenire?”.

NdR: La storia di Via Mastrigli: clicca qui

Visita la nostra pagina di Facebook

5 COMMENTI

  1. Mi permetto di rocordare la situazione di largo Sperlonga e via Biroli, non tanto dissimile da quella di via Mastrigli e ugualmente scandalosa

  2. Todini, a noi lo chiede ? Ha provato a porre la domanda ad un tale generale Mori che, se non erro, lavora al Campidogio come capo dell’ufficio sicurezza della città ? Piuttosto che al Prefetto di Roma ?
    Ed a proposito, sarà resa pubblica e quando la risposta che il sindaco inviarà al prefetto in merito alla richiesta di chiarimenti sulla mancata gestione del caso Mastrigli ?

  3. Todini, mi sembra sia chiaro a tutti il motivo dell’inattività, ormai è diventato esercizio sterile e anche un po’ stucchevole il giochino dei perche’.

    A trastevere le cose si sono smosse a seguito delle segnalazioni dei cittadini (come di norma dovrebbe accadere in un paese civile) perchè il cittadino bengalese non godeva delle stesse protezioni di “quello italiano”.

    E’ perfettamente inutile sbracciarsi ed ululare alla luna: qui a via mastrigli, enclave dell’impunità per alcuni , non cambierà mai niente finchè alcune persone – elette per fare l’interesse di tutti – esercitano e perseguono l’interesse di pochi.

  4. Bella figuraggia che ci fà il sindaco Alemanno: ma il fatto che non intervenga sul residence significa che è incapace oppure è segno che vuole difendere gente e interessi della sua squadra ???

    In ogni caso, è un fatto inquietante sul quale dovrebbe indagare la magistratura.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome