Home AMBIENTE Inviolatella – XX Municipio, monta la protesta delle opposizioni

Inviolatella – XX Municipio, monta la protesta delle opposizioni

Aggiornamento del 15 Novembre 2009: Leggi tutto qui. L’Inviolatella Borghese resta inviolata: Alemanno revoca la concessione alla Fondazione Raphael Onlus.

comunicatoDopo l’iniziativa del gruppo PD anche La Destra chiede al Presidente del XX Municipio, Gianni Giacomini,  di prendere posizione a tutela degli interessi del territorio.  In una nota di questa sera Andrea Antonini, capogruppo de La Destra e coordinatore regionale di Casa Pound Italia, dichiara che “appare singolare che su una vicenda che ha visto espropriato il XX Municipio di 13 ettari di parco pubblico, il Municipio stesso non abbia preso una sola posizione, fosse anche di appoggio al provvedimento assunto unilateralmente dall’amministrazione capitolina”.

In merito all’assegnazione alla Fondazione Raphael onlus della porzione di Parco di Vejo perfezionatasi lo scorso 14 marzo con la consegna dell’area alla presenza dell’assessore capitolino all’ambiente Fabio De Lillo, Antonini dice che “l’unico spazio verde della zona Fleming-Vigna Clara viene donato ad una fondazione di diritto privato ed è per questo che ho presentato, in Consiglio, un ordine del giorno che esprima forte contrarietà ad un provvedimento che, a detta dello stesso Presidente Giacomini, ha visto il Municipio completamente escluso dal processo decisionale”.

“In questo ordine del giorno – continua Antonini – si chiede al Presidente Giacomini di farsi portavoce delle istanze del Municipio presso l’amministrazione centrale al fine di ricollocare altrove il centro per minori disagiati, in ossequio alla vocazione dell’area stabilita, per legge, dai vincoli di carattere ambientale e paesistici e, soprattutto, del principio in base al quale aree pubbliche devono restare tali, mentre alle amministrazioni il compito di individuare quei meccanismi di gestione che ne consentano la fruibilità alla cittadinanza”.

“Considerando i tempi del calendario municipale, è plausibile pensare che lunedì 13 aprile si discuta in Consiglio l’ordine del giorno; spero che la cittadinanza sia presente in massa – si augura Antonini – per ricordare ai suoi amministratori che occupano il posto che hanno non per assistere inermi a decisioni assunte da altri, ma per amministrare il patrimonio pubblico a favore dei cittadini che li hanno votati”.

Per ripercorrere le tappe della vicenda, leggi qui i nostri precedenti articoli  (Red.)

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. Grazie alla presentazione della proposta di risoluzione del consigliere Marco Tolli e dell’ordine del giorno del consigliere Antonini, spero che la vicenda dei tredici ettari dell’Inviolatella possa essere chiarita e che ci possa essere un ripensamento del Sindaco, al quale finora il Comitato cittadino XX Municipio e il Comitato promotore per il Parco di Veio non sono riusciti a consegnare il libro “In difesa del Parco di Veio””.
    Vedi comunicato pubblicato su questo Blog.

  2. Credo che una manifestazione da tenersi all’ingresso di via dell’inviolatella possa contribuire a far capire agli interessati quale sia la posizione della cittadinanza , che sicuramente non è una posizione prona , supina o genuflessa nei confronti delle ecclesiastiche richieste.
    Ma io dico , porcoggiuda , Gianni , con tutte le cose positive che stai facendo ( ed è indiscutibile a parte il fatto di contare gli alberi e le foglie potate o disquisire su quale strada debba essere prima riasfaltata ) , perchè scivolare su questa santa buccia di banana ?

  3. Purtoppo il 13 aprile è Pasquetta, non credo proprio ci sarà Consiglio, o inserite domani l’ordine del giorno Antonini e la risoluzione Tolli, o convocate un Consiglio straordinario, oppure se ne parlerà dopo Pasqua

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome