Home AMBIENTE Via Mastrigli approda in Campidoglio

Via Mastrigli approda in Campidoglio

via mastrigliIl caso di Via Mastrigli, dopo essere approdato in Regione Lazio, ora arriva alla ribalta dell’aula Giulio Cesare. Il consigliere comunale di Roma Athos De Luca ha infatti presentato un’interrogazione urgente al sindaco Gianni Alemanno perche’ spieghi come intende gestire l’emergenza ambientale-sanitaria e la sicurezza nell’area della discarica abusiva e del residence di Via Mastrigli, in zona Cassia.

nonostante gli impegni anche formali assunti dal Comune, dall’Assessorato all’Ambiente, dalla presidenza del XX Municipio, anche con una delibera di Consiglio, e dalla Commissione Sicurezza, a tutto oggi non vi sono stati interventi di bonifica ne’ provvedimenti nei confronti degli abusi e delle illegalita’ ” scrive Athos De Luca che conclude chiedendo “quali provvedimenti urgenti il Sindaco e la Giunta intendono intraprendere per porre fine al degrado del residence di Via Mastrigli e  per la messa in sicurezza della struttura e dell’intera area circostante e quali siano state le gravi ragioni per cui gli interventi da parte delle autorita’ gia’ programmati non si sono più verificati“.
per leggere o scaricare il testo dell’interrogazione e’ sufficiente cliccare qui  (Red.)

precedenti articoli correlati: due anni di storia di Via Mastrigli

Visita la nostra pagina di Facebook

8 COMMENTI

  1. Come mai tanto silenzio da parte di Alemanno su di una questione così elementare come quello della discarica? Eppure Alemanno è stato eletto per la sua attenzione ai problemi del degrado, dei clandestini e della sicurezza. Qual’è la difficoltà per passare dai proclami ai fatti? Ci sono stati recentemente alcuni blitz a 3 o 4 appartamenti all’Esquilino dove hanno trovato decine di persone ammassate in situazioni incredibili (e senza contratti di affitto). E’ possibile che alla Guardia di Finanza non interessi la situazione di questi condomini che sono quasi sicuramente irregolari nei contratti di affitto ? intanto noi paghiamo le tasse per i furbacchioni stramilionari ….

  2. Come mai si chiede, signor Alberto ?

    Le do’ un indizio (in realtà dovrebbe essere, per legge, di pubblico dominio): nella passata tornata elettorale il proprietario del residence Giuseppe Callarà è stato tra i sostenitori di un partito che è in maggioranza a Roma, ha recentemente espresso un presidente dell’AMA e attualmente governa addirittura la città!
    Senza contare, che proprio nelle liste dei candidati di questo partito è figurato un certo Paolo Callarà, che i più maligni asseriscono addirittura esser figlio di Callarà senior.

    A questo punto, immagino che almeno due domande le sorgeranno spontanee:

    Prima domanda: quale è il partito di cui parliamo ?

    Seconda domanda: come mai gli esponenti di questo partito non fanno assolutamente niente per risolvere lo scandalo del residence alveare di Via Mastrigli ?

    Non voglio offendere la sua intelligenza e pertanto la lascio alle riflessioni del caso.

  3. Se fosse come mi sembra di capire, allora sarebbe uno scandalo pazzesco: il sindaco e il suo partito avrebbero interesse politico e finanziario a non toccare una situazione emergenziale per non danneggiare uno che ha pagato la campagna elettorale al sindaco stesso….. ce ne sarebbe abbastanza per portare il sindaco e la sua giunta in tribunale. Mi sembra spaventoso …..

  4. Si ma come vede alla fine di questa cosa ne parliamo io e lei.
    Possibile che nessuno nell’attuale opposizione abbia la voglia di togliere il coperchio a questa squallida vicenda ? Fate l’opposizione vera !!!!

  5. Comunque, sia al Comune che alla Regione adesso ci sono 2 interrogazioni del Partito Democratico sui fatti del residence. Chissà che finalmente si sappia quali sono i veri motivi per i quali Alemanno fa orecchie da mercante su questa storia ….. certo che non c’era da aspettarselo da chi si è fatto eleggere sui temi del degrado ….. veramente vergognosa la sua assenza su questa vicenda.

  6. Comunicato: Residence Mastrigli – scoppia un tubo della fogna sotto il parcheggio/discarica – 298 giorni di inadempienze del Comune.

    Scoppia un tubo fognario abusivo del residence. Nei giorni passati, i residenti degli stabili accanto al residence ci hanno segnalato la fuoriuscita di acque di fogna dal parcheggio/discarica. Il fatto è stato prontamente segnalato al Presidente Giacomini che ha inviato una squadra di tecnici che ha rilevato la gravità del fatto.

    Esigiamo che il Sindaco Alemanno e Fabio De Lillo provvedano immediatamente a porre in essere tutte le azioni necessarie per la bonifica del parcheggio/discarica e l’esproprio del residence.

    Dopo 298 giorni di inadempienze e di chiacchere, il Sindaco Alemanno e l’Assessore De Lillo non hanno fatto NULLA!

    Alemanno dica ai romani di quali protezioni politiche godono i proprietari del residence di Via Mastrigli.

    Comitato Cittadini Villaggio dei Cronisti
    Email: ccvcronisti@live.it

  7. Abbiamo ricevuto comunicazione dal Cons. Athos De Luca (PD) che nel corso delle operazioni di assestamento al bilancio del Comune, presenterà richiesta di stanziare €100.000 per la bonifica della discarica, da addebitare in danno ai proprietari del terreno e del residence.

    Ringraziamo vivamente il Cons. Athos De Luca per seguire con attenzione lo scandalo discarica e per mettere di fronte alle proprie inadempienze l’Assessore Fabio De Lillo.

    Esigiamo dal Sindaco Alemanno la immediata bonifica del parcheggio/discarica e il sequestro del residence contenente centinaia di bombole del gas.

    CCVC
    email: ccvcronisti@live.it

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome