Home AMBIENTE Via Cortina d’Ampezzo – vecchi e nuovi problemi al Punto Verde Qualita’...

Via Cortina d’Ampezzo – vecchi e nuovi problemi al Punto Verde Qualita’ Area

quercia.jpgA distanza di mesi torniamo ad occuparci del Punto Verde Qualita’ Area, inaugurato lo scorso Ottobre, pubblicando una lettera aperta di Giovanni Maria Tamponi, presidente dell’Associazione Scodinzolandia, alla D.ssa Barbara Mezzaroma, rappresentante della societa’ concessionaria del PVQ. Lettera nella quale si ricordano vecchi problemi irrisolti e se ne denunciano di nuovi.

“Gentile D.ssa Mezzaroma, vista l’estrema urgenza, mi rivolgo ancora una volta a Lei (responsabile concessionario del Punto Verde Qualita’ AREA) per informarLa che nonostante i recenti accordi verbali intercorsi circa il ripristino dei problemi lamentati dai residenti di Via Cortina d’Ampezzo, a tutt’oggi la situazione permane sempre la stessa. Le rammento che abbiamo gia’ avuto una pessima esperienza con il precedente Suo fiduciario il quale chiuse arbitrariamente il parco (pubblico) per oltre 18 mesi. L’AREA venne riaperta in seguito ad una petizione di oltre 1.300 firme raccolte dalla nostra Associazione e inviate all’Assessorato all’Ambiente del Comune di Roma.
In uno dei recenti incontri, a suo dire (ottobre 2008) entro un mese avrebbe provveduto a sistemare il percorso vita e l’area ludica per gli animali, vista la Sua particolare affezione per i cani. Sono passati oltre cinque mesi e la situazione di degrado del parco e’decisamente peggiorata: la cartellonistica indicante l’area ludica animali e bambini con gli orari di apertura del parco non e’ stata più ripristinata; mezzo camminamento e’ privo di illuminazione per incuria del responsabile tecnico; esistono fogne aperte con ricettacolo di bacilli (certo non salubre per i frequentatori) antistanti la pseudo area ludica per animali (di 500 mq); si e’ formata una forte perdita d’acqua in seguito ad una rottura di una tubatura della condotta (grave danno ambientale) che ha reso scivoloso e impraticabile il terreno; alcune staccionate sono state divelte; le assi di legno sostenitrici sono ormai fuori uso (marcitite nel tempo) non sono mai state sostituite e hanno causato una caduta libera di terra sul camminamento; la legna accatastata sul terreno e’ a pericolo incendi (prevenire e’ meglio che spegnere) etc.
La informo che stiamo per organizzare una fiaccolata dimostrativa al fine di poter ottenere il ripristino di quanto sopra riportato e soprattutto l’apertura immediata del boschetto (9.000 mq) antistante l’area giochi per bambini. Attualmente abbiamo a disposizione un terreno scosceso di appena 500 mq (una vera e propria lettiera per gatti oltretutto non attrezzata) che era ed e’ rimasta ancora una vera e propria discarica dove alcuni anziani hanno sinceramente difficolta’ a raggiungerla. Per ultimo, La invito a risolvere con cortese urgenza il problema di sicurezza dell’Area soprattutto in seguito alle recenti aggressioni subite.
La informo che in caso contrario ci rivolgeremo all’Avv.Giulia Cerasi al fine di inoltrare una denuncia circostanziata alle Autorita’ competenti indicando tutte le irregolarita’ tecnico-amministrative. Sara’ inoltre informata per competenza la ASL di zona alla quale chiederemo di cautelarci circa l’irregolarita’ dell’impianto (antistante il cancello d’ingresso) non a norma e mai sostituito nonostante i recenti lavori di ristrutturazione da Voi eseguiti. Distinti saluti.  Giovanni Maria Tamponi” (Red.)

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome