Home AMBIENTE Via Cortina d’Ampezzo: riaperto il Punto Verde Qualità ‘Area’

Via Cortina d’Ampezzo: riaperto il Punto Verde Qualità ‘Area’

Questa sera c’era tutta via Cortina d’Ampezzo all’inaugurazione del centro Area, il centro di benessere “egocompatibile” come spiritosamente battezzato  dagli organizzatori, a sua volta posto al centro del Punto Verde Qualità  di via della Mendola. Da tempo si attendeva l’evento e le aspettative non sono andate deluse. Gettate alle spalle le polemiche, anche chi, durante l’ultimo sopralluogo, disse “se son rose fioriranno” è convenuto sul fatto che la fioritura è avvenuta.
[GALLERY=196]

Guidate dalla gentile Barbara Mezzaroma, centinaia di persone si sono affollate per vedere finalmente riaperto il PVQ Area dopo mesi e mesi di discussioni, di lettere, di carte bollate e di petizioni che avevano visto contrapposti i residenti di via Cortina d’Ampezzo, il Comune di Roma e la concessionaria del Punto Verde e la loro soddisfazione era evidente, così evidente che una stretta di mano ha suggellato la pace ritrovata fra chi, per fortuna solo dialetticamente, per diverso tempo aveva incrociato le lame.
[GALLERY=197]

Il centro Area è un bel centro, non c’è che dire. Tanto è stato fatto, sia nell’area pubblica che in quella privata che ci viene presentata in anteprima: un’ampia piscina dal tetto apribile elettronicamente, una palestra attrezzatissima, un bar, tanto verde ma soprattutto una nuova grande area giochi per bambini, in linea con i recenti standard di legge in termini di sicurezza, fruibile in modo del tutto gratuito.
[GALLERY=198]

L’obiettivo di farne un grande centro di aggregazione, di svago e di fruizione del verde pubblico in una zona di Roma ampiamente cementificata sarà sicuramente raggiunto. “Ma non solo  svago – ci dice Barbara Mezzaroma – questi spazi saranno aperti alla cultura, potranno ospitare gratuitamente mostre pittoriche e fotografiche, rappresentazioni. Sono nuova a questa esperienza che mi affascina molto, ce la metterò tutta per guadagnarmi la fiducia dei residenti e per ridare splendore a questo angolo di Roma e per far ciò – ci confida – sono aperta a tutti i suggerimenti che vorrete darmi”.
Non mancheremo di farlo, ma nel frattempo prendiamo atto che le rose sembrano proprio essere fiorite in via della Mendola.        

Visita la nostra pagina di Facebook

14 COMMENTI

  1. L’edificio è stupendo.
    Pignolo e rompiscatole qual sono, l’unica pecca sono stati gli armadietti degli spogliatoi: esteticamente moderni, ma con uno spazio minimo. Roba che per fare entrare un giaccone devi prenderlo a cazzotti.
    Ma sono veramente contento perché dietro a questo progetto (non del tutto terminato) c’è una signorina architetto che conosco da quand’ero bimbo e non è laureata da tanto tempo. E’ stato emozionante.
    Bellissimo il posto e bravi davvero. L’importante è che siano riusciti a terminare il progetto.
    Un applauso va anche a chi si è dato da fare per riavere questo spazio.

    Mattia

    p.s.
    Vi ho visto mentre andavate via. Avevo un appuntamento, quindi non ho avuto il tempo di fermarmi.
    Ho riconosciuto Fabrizio!
    Se non era per Facebook, a quest’ora… eh! 🙂

  2. Caro Giovanni Maria,
    grazie a te e alla visibilità di VCB ce l’abbiamo fatta !? Dopo le varie incomprensioni con il nuovo concessionario ti rivedo con piacere sorridente nella foto insieme all’Arch. Pallanch. Siamo riusciti finalmente dopo 18 mesi a riappropriarci del nostro parco. Soprattutto siamo riusciti ad eliminare una mela marcia che stava per far marcire tutto il cesto. Tutto lo staff di MEZZAROMA. Una precisazione: Giulia Cerasi nel suo intervento sulla riapertura aveva indicato ancora una volta il mandatario dell’Impresa, Massimo Dolce ma è con viva soddisfazione che informo i lettori del Blog della sua uscita definitiva e del ritorno alla guida di AREA della Sig.ra Barbara Mezzaroma. Un saluto a tutti.
    Michelangelo

  3. Gentile Michelangelo,
    è prorpio così, avevo indicato Massimo Dolce come attuale mandatario dei Mezzaroma (cosa anche allora totalmente errata), poichè in Commissione Ambiente il 10 settembre u.s. l’Arch. Stefano Volpe – Responsabile per il comune dei Punti Verde Qualità, aveva affermato che Dolce era il braccio destro di Mezzaroma per l’Area, “quasi un figlio”. Ho scoperto durante il sopralluogo avvenuto dopo una decina di giorni, che questa affermazione del Responsabile dei Punti Verde Qualità era non vera. Che dire?
    Buon inizio
    Giulia

  4. Cara Giulia,
    considera che l’Arch. Stefano (vecchia) Volpe mi voleva (a suo tempo) denunciare per diffamazione solo per aver appellato il P.V.Q. “Happy Family” di Via Cortina d’Ampezzo “PUNTO CEMENTO QUALITA'” … gli stessi residenti realisticamente hanno condiviso che di verde dopo il suo N.O. ne era rimasto veramente poco … Devi sapere che la raccolta di firme da me promossa per l’ attuazione di un area ludica per animali (requisito indispensabile per l’approvazione del progetto) non è stato mai accolto ! Però hanno fortemente voluto una boutique gestita dalla ex moglie di Capelli (concessionario), una casetta per il guardiano (occupata dallo stesso Capelli), un parcheggio privato (SUV del Capelli) in una concessione comunale, una libreria CROCE (regolare appalto veltroniano), un ristorante, una pasticceria e un bar denominato COCOMERINO. E chi più ne ha più ne metta … Chissà quanti scheletri ci saranno nel suo armadio !? Incredibilmente anche la nuova (!?!) amministrazione comunale capitolina (di dx) gli ha confermato l’ incarico. Troppo rischioso mandarlo via ! Che dire? Le ultime parole famose … Complimenti alla “VECCHIA VOLPE”! … La di­mostrazione è che a volte è meglio tacere e sembrare stupidi che aprir bocca e fugare ogni dubbio. Boccaccia mia statte zitta ! RESET
    Giovanni Maria Tamponi

  5. Caro Gianni alias G.M.T. ti sei dimenticato di far presente che il Direttore del X° Dipartimento responsabile dei P.V.Q. è attualmente il biologo Dott. CIGNINI. Lo stesso, si era avvicendato a suo tempo per un breve periodo con il Dott. MASTRANGELO che nell’arco di oltre 15 anni di cattiva amministrazione “RUTELLI-VELTRONI” ha collezionato non so quante denunzie. Pertanto con Alemanno non c’è stato alcun cambiamento e soprattutto nessun miglioramento. La situazione permane sempre la stessa: VOLPE & CIGNINI. Quindi possiamo dire che anche se il suo cibo prediletto sono conigli e roditori, la VOLPE è un cacciatore opportunista e si adatta all’ambiente in cui vive. Anche gli uccelli fanno parte della sua dieta … attento CIGNINI ! Si scherza … naturalmente.
    Pamela

  6. Salve a tutti abito a Via della Mendola 185 a due passi dal centro Area e sono stato iscritto a lungo con la vecchia gestione, insomma questo centro reputo di conoscerlo abbastanza;ho notato la presenza di commenti per lo piu’ positivi io vorrei,invece, elencare alcune note negative:
    -Non esiste piu il nido (e’ stato sostituito da un servizio di baby sitteraggio alquanto caro ed inutile).
    – l’area giochi destinata ai bimbi (altalene,scivoli e quant’altro) non e’ piu pubblica,come indicato nell’articolo di apertura, e pertanto aperta a tutti i bambini ma a pagamento!! ebbene si’ bisogna iscriverli al servizio sopra menzionato per farli andare 5 minuti sullo scivolo!!. non ci resta che portarli al parco del Cocomerino almeno li’ e’ gratis.
    – i prezzi per le attivita’ sportive sono sostanzialmente aumentati,.(se io pratico soltanto il nuoto perche’ devo pagare anche la palestra??)
    – le aree verdi sono state piu’ che dimezzate (le aiuole sono ridotte ad un terzo rispetto a prima e lo stesso dicasi per il percorso vita).
    -inoltre trovo ridicolo l’intento di dare al centro una connotazione di circolo esclusivo (vedasi iscrizione exclusive a numero chiuso con parcheggio privato, vallet parking ed armadietto privato zona bar esclusiva e quant’altro) questi centri sono nati per dare ai cittadini dei nuovi luoghi di incontro dove fare sport, incontrarsi per un aperitivo fare giocare i bambini o farsi una passeggiata con i cani dando la possibilita’ al concessionario di svolgere una attivita’ imprenditoriale finalizzata anche a questo e non di creare un circolo stile “golf club Olgiata”

    Cordiali saluti a tutti

    Luca

  7. Caro Luca,
    i titolari di Vigna Clara BLOG hanno fatto bene a lasciare un punto interrogativo sul banner relativo ad AREA … perchè come hai accennato tu abbiamo ricevuto, come movimento difesa del verde, tante lamentele per la mancata riapertura del parco giochi considerato pubblico. Hanno occupato tutta la terrazza antistante l’area ludica destinandola al Bar interno del Circolo. L’ingresso di Via Campo Catino è ancora chiuso. I prezzi dei servizi sono effettivamente elevatissimi. Un vero e proprio abuso. Le rose purtroppo come diceva Cafasso sono fiorite solo per Barbara Mezzaroma che ha speculato su una concessione comunale. VCB allertatevi … Una cosa è certa insieme a Gianni Tamponi di SCODINZOLANDIA ricominceremo a farci sentire !!!! Un salutone a tutti da Pamela

  8. Volevo rassicurare Luca che il parco giochi è pubblico e resterà pubblico. Me lo ha confermato questa mattina il responsabile della manutenzione di AREA. Per quanto riguarda il resto delle contestazioni purtroppo sono costretto a confermarle. Vi rimetto di seguito un incredibile esempio del listino attuale (prezzi politici da concessione comunale) : Noleggio armadietto x 12 mesi 480 euro; parcheggio personale annuale 1.080.000 euro; formula exclusive 1.620 euro. Proprio un bel business, non c’è che dire. Per ultimo, una situazione che reputo gravissima è quella che il personale attuale verrà assorbito dal prossimo gestore dei servizi. Rischio di licenziamento: più che certo ! Un caro saluto a tutti e soprattutto un in bocca al lupo ai dipendenti del circolo.
    G.M.T.

  9. Rettifico un particolare del commento relativo ai prezzi praticati da Area : parcheggio personale 1.080 euro e non unmilioneeottanta … comunque sia è sempre stratosferico !
    Grazie dell’attenzione.
    G.M.T.

  10. la lettera di Luca mi rincuora tantissimo. Abito a Via Sanzeno pochi metri dall’ingresso del parco.
    Devo manifestare la profonda delusione che ho provato quando ho visto il parco riaperto dopo tanti mesi di attesa.
    I giochi per bimbi che c’erano in passato mi pare di averli visti accantonati da una parte e sono stati sostituiti con giochi solo per bambini grandi. La terrazza che ospitava i tavolini del baretto dove potevamo sederci e
    prendere un gelato è diventato l’area VIP per fare ciclette dotato di attacco per ipod..WOW!
    Il terreno nei pressi del area bimbi è irregolare e sabato mattina ci stavo per rimettere una caviglia. Ora ho un piede gonfio e ringrazio che mia figlia non si sia fatta nulla ma penso “se avevo tempo di andare al pronto soccorso partiva una bella denuncia contro chi dichiara agibile l’area bimbi.”
    La piscina per il nuoto baby ancora non si vede ma dicono che c’è! Poi avremo modo di verificare se la vasca baby è a norma secondo i criteri dettati dalle associazioni competenti.
    Desidero affermare “meno male che esiste il parco Happy Family” con altalena e scivoli adeguati, Bar Cocomerino nei pressi per sedersi e prendere una bibita, Praticello per correre o riposarsi al ombra…. Ghaia che attutisce le cadute dei nostri bambini (unico inconveniente che tornano a casa sempre impolverati).

    Sarebba stato bellissimo poter iscriversi al nuoto libero e lasciare i bimbi nella ludoteca che c’era prima tanto carina.
    Ma evidentemente bisognerà utilizzare altre strutture di zona, meno a portata di mano, ma più vicine alle nostre esigenze.

    Saluti,
    Ludovica

  11. Purtroppo potrei continuare quanto è scritto qui con altri commenti dello stesso tenore. Che si fa ? Ho avuto l’impressione quando ho seguito la vicenda sostituendo “l’insostituibile” G.M.T. che ci sia una carenza totale da parte del Comune di un sistema di controllo e sanzioni, però forse ci possiamo provare. Che dite ? o magari parliamo prima con la signora Barbara Mezzaroma che aveva assicurato – sempre che sia ancora attuale – la disponibilità al dialogo.
    Cari saluti a tutti
    Giulia

  12. Pensare che anni fa andai a vedere questo circolo e apprezzai proprio il fatto che a differenza di altri ci si poteva iscrivere solo alla piscina o solo alla palestra, pagando un pò meno, e che inoltre udite udite era dotato di una ludoteca per i bambini!! sono stata iscritta per molti anni al Due Ponti dove una delle maggiori pecche è proprio la mancanza del nido! Io ho due bimbi, uno di 4 anni e uno di 7 mesi, e ormai riesco a fare un pò di sport solo lasciando il piccolo dai miei e facendo un pò di palestra mentre il grande è a nuoto….ma voi conoscete un circolo sempre in zona Roma Nord dotato di ludoteca?? Pensare che all’estero queste cose sono la norma…..mah! evidentemente eviterò Area.

  13. ho visitato questa palestra molto velocemente e mi ha fatto una buonissima impressione, ma non ho avuto il tempo di informarmi su corsi e orari. qualcuno sa se è presente un corso o più di yoga?
    mi farebbe comodo saperlo in anticipo, prima di settembre, dato che sono fuori roma per 2 mesi. grazie!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome