Home AMBIENTE Via Mastrigli: quintali di rifiuti davanti all’Assessorato all’Ambiente

Via Mastrigli: quintali di rifiuti davanti all’Assessorato all’Ambiente

Riceviamo da Andrea Antonini capogruppo de La Destra in XX Municipio il seguente comunicato stampa corredato da immagini che documentano l’azione dimostrativa effettuata questa notte .

Comunicati Stampa“Questa mattina militanti di Casa Pound Roma hanno iniziato l’operazione di bonifica della enorme discarica di via Mastrigli”. Così inizia la nota di Andrea Antonini, capogruppo de La Destra in XX Municipio e coordinatore regionale di Casa Pound Italia.

“Dal 1983 politici di varie appartenenze interrogano le istituzioni per chiedere conto dello scempio di via Mastrigli; lì uno dei tanti speculatori romani, Callarà, ha pensato bene di edificare un residence suddiviso in tanti piccoli loculi da 10 metri quadrati all’interno dei quali stipare un numero indefinito di extracomunitari che vivono in condizioni disumane e pericolose per sé e per il quartiere”.

[GALLERY=307]

Continua Antonini “Che pericolosità ambientale ci sia, lo dimostra il sequestro della magistratura dell’area di parcheggio del residence stesso, edificata su almeno tre strati di rifiuti “da cantiere” lì sotto nascosti; lo dimostrano, soprattutto, i tre morti contati dal residence – di uguale tipologia – costruito dal signor Callarà in via Pieve di Cadore”.

Conclude Antonini “Ebbene, noi pensiamo che il tempo delle interrogazioni sia finito; all’assessore De Lillo comunichiamo che il tempo delle chiacchiere è terminato, la sua sfilata post-elettorale in via Mastrigli è stata compiuta, ora è arrivato il momento di dimostrare da che parte sta, se da quella dei cittadini romani di via Mastrigli o da quella di Callarà.

Se non provvederà lui a ciò che è stato preposto a fare, porteremo periodicamente sotto casa sua un po’ di quei materiali che da anni giacciono davanti al residence-ghetto di via Mastrigli, così che la mattina possa rendersi conto di cosa significhi vivere sopra una discarica”

Per info
Andrea Antonini
333.3484506

Visita la nostra pagina di Facebook

8 COMMENTI

  1. Comunicato: (05/03/09) Quando la montagna va da Maometto – Il Comitato Civico Villaggio dei Cronisti ringrazia i ragazzi di Casa Pound per la solidarietà.

    Riceviamo con piacere la notizia che attivisti di Casa Pound hanno iniziato oggi a rimuovere la discarica abusiva del residence di Via Mastrigli.

    E’ ora che l’Assessore De Lillo si svegli e si renda conto che se lui e l’AMA non sono in grado di garantire la sanità pubblica e la difesa dell’ambiente, allora ci penseranno i cittadini a farlo, direttamente.

    Il primo punto all’ordine del giorno della nostra agenda è, insieme alla rimozione della discarica, la rottamazione dell’inutile assessorato all’ambiente e dei politicanti che coprono questo scandalo.

    Il Comitato Civico Villaggio dei Cronisti ringrazia i ragazzi di Casa Pound per la solidarietà e il supporto nella battaglia di civiltà e contro l’illegalità della discarica abusiva.

    Comitato Cittadini Villaggio dei Cronisti
    Email: ccvcronisti@live.it

  2. Ma questi sono fatti gravissimi, non è possibile che dei cittadini esasperati dalla latitanza di un assessore debbano arrivare a tanto.

    Ma il sindaco Alemanno cosa fà? perchè perde tempo e non interviene ? E i consiglieri dell’opposizione cosa aspettano a saltare al collo di una giunta balbuziente che sembra voler difendere gli interessi di uno speculatore senza scrupoli? 🙁

  3. Per svegliare De Lillo dal torpore temo non basti.
    A questo punto è lecito pensare che lo speculatore in questione ha santi in paradiso abbastanza potenti da consentirgli l’impunità.

    Mi chiedo con che faccia si ripresenteranno alle prossime elezioni i vari De Lillo, Giacomini e compagnia bella.
    No, anzi, lo so.

  4. tutto questo chiacchiericcio sul terreno donato-o-non-donato al Papa è roba di là a da venire e sta facendo passare in secondo piano i problemi veri, drammatici ed attuali a meno di un kilometro dall’inviolata-forse-in-futuro-violata valle: via mastrigli .
    Sveglia gente: il Vaticano ancora non l’ha piantata la bandierina sulla Cassia mentre c’è chi in via Mastrigli ce l’ha cementata !! Diamoci da fare.

  5. Ma è possibile che il ripristino della legalità in via Mastrigli non sia garantita delle istituzioni? Sindaco, assessori, magistratura, vigili urbani la vita è una sola e esigiamo che interveniate immediatamente. Il tempo è scaduto ma cercate di riparare in zona cesarini, prima che sia troppo tardi.
    Grazie ad Andrea Antonini e ai ragazzi di Casa Pound per il loro impegno e solidarietà.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome