Home ATTUALITÀ Cassia – dopo l’Esquilino si intervenga nel residence di via Mastrigli

Cassia – dopo l’Esquilino si intervenga nel residence di via Mastrigli

comunicatoLudovico Todini e Luigi Camilloni, con due distinti comunicati stampa, intervengono sul caso di via Mastrigli a valle dell’operazione odierna all’Esquilino

“L’apprezzamento per l’operazione della Polizia Municipale per aver scoperto una casa lager all’Esquilino – dichiara Ludovico Todini, Consigliere Comunale del PdL e membro della commissione sicurezza – e’ fuori discussione, ma si evidenzia in parallelo la triste ed irrisolta situazione del Residence di Via Mastrigli sulla Via Cassia, nel XX Municipio. L’affare Via Mastrigli e’ noto gia’ dal 1983 in forza di un’interrogazione parlamentare che denunciava la situazione di degrado e pericolosita’”
“Da allora nulla e’ cambiato. Il residence continua ad ospitare stranieri ed essere un vero e proprio lager, con circa 130 unita’ immobiliari al di sotto dei 15 mq, 4-6 posti letto a loculo, affittati a caro prezzo. Inoltre, vi sono centinaia di bombole del gas, l’inesistenza di sistemi di sicurezza e di estintori e assenza totale di igiene “.
“A fine 2008 – aggiunge Todini – abbiamo convocato una seduta di commissione sicurezza, provocando un sopralluogo della Polizia Municipale che ha fornito una puntuale e sconcertante relazione sullo stato dei luoghi. Tutto il fascicolo e’ stato inoltrato a tutte le autorita’ preposte, ma senza che questo abbia prodotto alcun tipo di intervento rassicurante per la cittadinanza, il rispetto delle regole e la sicurezza dei dimoranti “.
“Perche’ questa inattivita’ – conclude – perche’ tanta noncuranza, perche’ tanta impunita’? Le congetture non ci appartengono, ma certamente la fantasia viaggia ”
(Ludovico Todini)

“La brillante operazione della Polizia Municipale deve essere di stimolo a proseguire la lotta contro lo sfruttamento dell’immigrazione”. Lo ha dichiarato Luigi Camilloni, presidente dell’Osservatorio Sociale in merito alla scoperta di un dormitorio abusivo per immigrati all’Esquilino. “Una lotta che deve essere senza quartiere ed e’ per questo che sollecito gli organi competenti a verificare il residence di via Mastrigli.”
“Infatti, risulta che il residence di via Mastrigli  sia stato suddiviso in numerosissime unita’ di circa 10 metri quadrati ciascuna, la maggioranza delle quali prive di finestre ed affittate come appartamenti dove abitano centinaia di persone”
“Chiedo al Questore di Roma di intervenire – concude Camilloni – per verificare la sussistenza di illeciti nell’affitto di immobili a persone non in possesso di regolare  permesso di soggiorno. Chiedo soprattutto che venga chiarita una volta per tutte la vicenda del residence di via Mastrigli, verificando eventuali violazioni di legge, cosi’ come piu’ volte esposto anche dai cittadini e residenti della zona”.
(Luigi Camilloni)

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. A proposito della operazione che ha portato al sequestro di 3 appartamenti all’Esquilino, il sindaco Alemanno ha affermato:”(…) Sul fronte della sicurezza la città vuole risposte concrete. Ripristinare la legalità e garantire la vivibilità della Capitale sono obiettivi prioritari che richiedono azioni decise. Operazioni come questa contribuiscono a raggiungere questo scopo e rafforzano la fiducia nlle Forze dell’Ordine.(…)”.

    Alemanno venga allora a spiegare ai cittadini e alla stampa romana di quale extraterritorialità ed impunità politica beneficia il residence di Via Mastrigli.

    Più di 130 microlocali senza riscaldamento, altrettante bombole del gas, condizioni sanitarie precarie, contratti di affitto fantomas, centinaia di disgraziati accatastati gli uni sugli altri, parcheggio realizzato su multistrato di rifiuti pericolosi, inquinamento delle falde acquifere, accoltellamenti, degrado.

    Sindaco Alemanno, hai bisogno del ramo di pino che cada sulla testa di De Lillo per capire che stai seduto su di un vulcano?

    Sindaco Alemanno, dì a De Lillo e a Clarke (AMA) di svegliarsi, prima che ci pensino la magistratura e i cittadini a buttarli giù dal letto!!!

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome