Home AMBIENTE AMA – ecco il nuovo piano industriale

AMA – ecco il nuovo piano industriale

ama1.jpgPresentato in Campidoglio dal Sindaco di Roma Gianni Alemanno assieme all’Assessore alle Politiche Ambientali Fabio De Lillo ed al Presidente di AMA Marco Daniele Clarke il nuovo piano industriale per la pulizia della città. Il piano verterà su due assi fondamentali: il miglioramento del servizio di pulizia cittadina quotidiana, attraverso un nuovo modello di spazzamento della città, e la chiusura del ciclo dei rifiuti. Per migliorare i servizi della città la nuova amministrazione dell’azienda punta su un nuovo modello di pulizia e sul deciso potenziamento della raccolta differenziata dei rifiuti (attualmente ferma a circa il 19%).

Il nuovo modello di pulizia, che inizierà ad operare i primi giorni di gennaio e sarà completato ed efficiente in tutta la città entro la fine del 2009, sarà articolato su alcuni elementi innovativi:
* Il significativo aumento delle frequenze di spazzamento (almeno una volta al giorno nelle vie principali e di maggiore frequentazione di tutti i quartieri).
* La suddivisione della città in 400 aree elementari di servizi (“moduli”) e la riorganizzazione dei servizi di raccolta tramite un migliore bilanciamento dei cassonetti sul territorio e la revisione dei percorsi.
* L’investimento in tecnologie con l’acquisto di 720 nuovi veicoli che andranno a sostituire 680 mezzi ormai obsoleti o fermi in manutenzione da mesi.
* La raccolta differenziata verrà potenziata per portare nei prossimi anni Roma sui livelli più alti delle grandi città europee, cioè fino al 30%

E per far ciò, quattro gli interventi “mirati”: estensione del servizio porta a porta, rimodulazione ed aumento delle frequenze di svuotamento dei cassonetti, accordi con ministeri, palazzi istituzionali, grandi uffici e centri commerciali per “sviluppare la raccolta differenziata dove il cittadino lavora” e introduzione di servizi di raccolta gratuita di rifiuti ingombranti e/o non conferibili nei cassonetti.

”Mettiamo sul campo 30 milioni aggiuntivi, previsti dall’assestamento di bilancio, per comprare mezzi nuovi e colmare gli straordinari. Contiamo verso maggio-giugno 2009 di firmare il nuovo contratto di servizio, scaduto nel 2005”. Così si è espresso il sindaco Alemanno il quale, riferendosi a Marco Daniele Clarke ed a Fabio De Lillo, ha aggiunto ”questa riunita qui oggi è la squadra del sogno, il dream team, per riuscire ad avere una città pulita”.

Visita la nostra pagina di Facebook

4 COMMENTI

  1. L’Ama dei sogni dovrebe spiegarci come farà ad aumentare le frequenze di spazzamento se invece di assumere gli operatori ecologici finora ha assunto “a tempo indeterminato” e ripeto “indeterminato” solo una quarantina di giovani impiegati.Gli unici sogni realizzati finora sono di quei ragazzi
    fortu(raccomand)ati che sono riusciti a trovare il posto fisso in questo periodo di crisi e di licenziamenti.

  2. Si ma basta con questi proclami, tabacchiera, herlanin, clarke, ad ogni cambio vertice le stesse parole, le stesse frasi, le stesse intenzioni di cambiamento e….. Roma è sempre piu’ laida.
    Adesso vedremo come opererà il nuovo presidente clarke, se sara’ l’ennesima poltrona politica regalata o vorrà veramente rimboccarsi le maniche ed offrire un servizio decente a questo città.

  3. Questa è finalmente una buona notizia.

    Il sindaco Alemanno riferendosi a Marco Daniele Clarke ed a Fabio De Lillo, afferma ”questa riunita qui oggi è la squadra del sogno, il dream team, per riuscire ad avere una città pulita”.

    Il Comitato Cittadini Villaggio dei Cronisti è in fervente attesa di vedere il “dream team” all’opera per la rimozione del PARCHEGGIO/DISCARICA ABUSIVA realizzata accanto al residence del sig. Callarà.

    Ci siamo messi in “stand-by”, siamo in attesa di fatti, ma con l’anno nuovo promettiamo che ci faremo notare dalla stampa romana e dai cittadini.

    Ad oggi sono trascorsi giorni 232 giorni dall’insediamento della giunta Alemanno ma la discarica è ANCORA AL SUO POSTO.

    Sindaco Alemanno, Le chiediamo: quanti giorni dovremo aspettare ancora per avere ragione delle nostre sacrosante aspettative?

    Cosa sogna di fare il “dream team” del sindaco per il 2009 ? Sarà all’altezza di Veltroni che almeno ha fatto portare via dall’AMA le immodizie di superficie e ha fatto i carotaggi ?

    All’assessore Clarke, al quale rinnoviamo la nostra stima e confermiamo la nostra fiducia, chiediamo che utilizzi al massimo la sua esperienza amministrativa maturata nel XX Municipio nella gestione dei lavori pubblici e territorio e che si impegni fattivamente per rimuovere lo schifo compiuto da “ignoti” nella proprietà della famiglia Callarà e sotto il naso di 203 famiglie di residenti fortemente incazzati.

    Comitato Cittadini Villaggio dei Cronisti
    email: ccvcronisti@live.it

  4. Mah, io non riesco a capire. Siamo, come ci dicono destra e sinistra, ad un passo dalla situazione di Napoli e uno degli elementi qualficanti del nuovo Piano Industriale è togliere le cartacce dalle strade! Non sarà mica per far posto ai sacchetti?! Certo, la questione dell’igiene è importante (anche se in Centro si passerà da da 4 spazzature al giorno ad 1 sola… sarà più pulito?) ma mi sembra un po’ ridicolo, come alzare il tappeto e metterci sotto la sporcizia. Diteci che fine fa ‘sta roba! Il punto vero è il ciclo dei rifiuti, e se metto insieme i vari punti di questo nuovo piano del Dream Team (anche qui, un po’ di senso del ridicolo non guasterebbe…) che prevede da una parte lo stroncamento della raccolta differenziata – perchè chiamare “potenziamento” la riduzione dell’obiettivo dal 50% entro il 2011 al 30% del 2013 ???) e dall’altra la volontà aprire una nuova discarica e di costruire l’ennesimo, inutile e dannoso inceneritore (che pagheremo noi in bolletta energia…), il futuro lo vedo proprio nero. Perché è proprio questa la strategia che ha portato al disastro di mezza Campania. Preferirei che la nuova dirigenza dell’AMA avesse il coraggio di non ricalcare gli errori dei precedenti amministratori e adottasse la strategia dell’altra metà della Campania, quella che ha una media di differenziata che viaggia oltre il 60%.
    Saluti e auguri.
    Paolo

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome