Home AMBIENTE Collina Fleming – Via Flaminia Vecchia, strisce e non solo

Collina Fleming – Via Flaminia Vecchia, strisce e non solo

strisce.jpgDa Aurora, nostra lettrice, riceviamo queste interessanti riflessioni. “Effettivamente le strisce pedonali e, in generale tutta la segnaletica orizzontale, è tutt’ora mancante in via Flaminia Vecchia, nel percorso che va da Corso Francia a via Tor di Quinto. L’unico punto in cui le strisce sono state tempestivamente realizzate – come già segnalato in un precedente articolo di VignaClaraBlog – è di fronte all’istituto Gesù e Maria. Gradiremmo avere una spiegazione dal XX Municipio, per capire i criteri applicati ed i tempi con i quali è previsto il ripristino nelle altre parti della strada. Ma colgo l’occasione per segnalare altri problemi”

“Subito dopo l’incrocio con Corso Francia è stata creata una leggera rientranza del marciapiede, per il parcheggio delle macchine, che però non risulta sufficientemente larga: le macchine sporgono e ingombrano la strada. 1108-via-flaminia-001.jpgProprio in tale punto, peraltro, è stato appena inaugurato un locale con una zona a terrazza sovrastante coperta con ombrelloni. Sarebbe interessante sapere se la copertura è regolare e rispetta le norme sia urbanistiche che di sicurezza (teniamo conto anche dei recenti temporali verificatisi a Roma) e se si è tenuto conto dell’impatto in una zona della strada che compie una curva piuttosto pericolosa e ad altissimo traffico”.

“Sono state installate numerose barriere a delimitare i marciapiedi. Tali barriere sono ancora una volta completamente assenti sul marciapiede dell’istituto Gesù e Maria mentre sono state diligentemente collocate a proteggere passi carrabili e spazi privati. Ma le macchine continuano comunque ad essere parcheggiare in prossimità di tali barriere, ingombrano la strada e creano peggiori problemi in termini di 1108-via-flaminia-006.jpgsicurezza, traffico e visibilità. Resta il fatto che l”Istituto Gesù Maria ha effettivamente un ingresso molto ampio e carrabile su corso Francia. Perché non permette l’ingresso degli studenti anche (o solo) da tale ingresso, onde evitare la coda che si crea regolarmente la mattina sua via Flaminia in orario di ingresso della scuola?”

“Inoltre: come noto in Via Flaminia Vecchia 826 è presente una caserma. Ebbene numerosi soldati usano parcheggiare le proprie macchine nelle vie limitrofe lasciandole inutilizzate per parecchi giorni. Sarebbe corretto che la caserma, che a quanto risulta è molto ampia, creasse uno spazio parcheggio al proprio interno onde non gravare ulteriormente sulle zone limitrofe già parecchio ingombre di macchine.”

“Infine – conclude Aurora – all’incrocio tra via Nitti e via Flaminia sono oramai sempre presenti almeno due venditori che occupano il marciapiede e parcheggiano il proprio camioncino in prossimità, spesso ingombrando la strada (clicca qui). Dobbiamo 1108-via-flaminia-003.jpgipotizzare che tali venditori ambulanti, assieme all’ombrellaio che alcuni giorni a settimana staziona sempre nella stessa zona ed i venditori che aprono i propri tavolini ed ombrelli in prossimità della chiesa, siano tutti dotati di regolare permesso e paghino regolarmente la tassa di occupazione suolo pubblico,come anche il Caffè Fleming che ingombra non poco la strada ? Sarebbe opportuno che le autorità competenti rivedessero i permessi commerciali in zona che gravano moltissimo sul traffico, vista anche la costante assenza di presidio da parte della polizia municipale e la maleducazione dei cittadini che usano arrivare con la macchina e lasciarla dove capita”.

E’ ipotizzabile che un rappresentante del XX Municipio venga su queste pagine a dare risposte concrete ad Aurora ed a tutti i residenti di via Flaminia Vecchia ? Lo spazio per i commenti è qui sotto a sua disposizione.

Nostri precedenti articoli correlati
Collina Fleming – storia di un attraversamento pedonale “miracoloso”  

Visita la nostra pagina di Facebook

2 COMMENTI

  1. ????? STRISCE PEDONALI ????
    A via Flaminia dai primi di settembre, data in cui sono iniziati i lavori di rifacimento del manto stradale, oramai terminati, sono scomparse le strisce pedonali e la segnaletica orizzontale. Le strisce pedonali sono miracolosamente ricomparse solo davanti all’Istituto Gesù e Maria e – caso stranissimo – solo per metà carreggiata ad un incrocio limitrofo. Percorrere la strada, specialmente di notte e con la pioggia, è molto pericoloso per i pedoni. Come mai nessun consigliere si attiva o risponde sull’argomento?

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome