Home AMBIENTE XX Municipio – il Consiglio vota un ordine del giorno dirompente

XX Municipio – il Consiglio vota un ordine del giorno dirompente

xx-municipio-va-sabotino2.JPGSi è tenuta questa mattina la seduta straordinaria del Consiglio del XX Municipio dedicata alla grave situazione di Via Mastrigli.  Assenti i cittadini e gli esponenti del Comitato che li rappresenta che avevano preannunciato il loro disinteresse con un comunicato di stamani nel quale si diceva  “noi non ci saremo”.  L’ordine giorno conclusivo, votato a maggioranza ma non da tutta la maggioranza,  apre però le porte a nuove iniziative che saranno foriere di risultati.

La seduta si è svolta con un ritmo incalzante. Il Presidente Giacomini  ha fatto l’excursus degli ultimi avvenimenti ricordando le sollecitazioni all’assessore comunale all’ambiente De Lillo e dichiarando che il Municipio aveva fatto ormai tutto ciò che era in suo potere. Ha poi annunciato che al termine dell’indagine giudiziaria in corso, qualora emergano responsabilità a carico dei soggetti indagati, emetterà un’ordinanza  di ripristino dello stato di fatto dell’area del parcheggio e se ciò non avverrà il Municipio si farà parte attiva affinchè provveda il Comune “in danno”, cioè rivalendosi poi su chi avrebbe dovuto provvedere al ripristino.  Ma per fare tutto ciò “servirà prima trovare i fondi necessari – ha sottolineato – perché a mio avviso occorreranno dagli 8 ai 10 milioni di euro”.  Ha espresso poi la sua solidarietà a quei consiglieri municipali e comunali nonché agli organi d’informazione oggetto in questi giorni di una campagna denigratoria da parte di un sedicente comitato multietnico di via Mastrigli sorto dal nulla.

Il dibattito che ne è seguito è stato vivace.
Sterpa, capogruppo PD, uno dei consiglieri oggetto della denigrazione, s’è augurato che questo fosse “l’ultimo consiglio su via Mastrigli, troppi ne abbiamo fatti, troppe parole son state spese, è ora di agire più che di parlare, ed è questo il momento buono per farlo perché il livello di attenzione s’è alzato”.
“C’è chi comincia a temere la nostra determinazione” ha poi dichiarato mostrando prove che ricondurrebbero la produzione di una lettera – circolata in questi giorni e dal contenuto lesivo per la dignità dell’intero consiglio – ad una fonte ben precisa.
Andrea Antonini, capogruppo de La Destra, ha reiterato con veemenza al Presidente Giacomini l’invito a rispettare la richiesta fattagli dalla commissione trasparenza: entrare in possesso di tutti i documenti più volte “sventolati” in aula dal Presidente ma mai consegnati nè alla commissione nè al consiglio.

Un fibrillante lavorio dei capigruppo s’è poi sviluppato intorno alla stesura del testo dell’ordine del giorno che, nelle migliori intenzioni di tutti, voleva essere sottoscritto all’unanimità. Consenso unanime che però non s’è trovato perché l’ultimo emendamento proposto da Tolli (PD) ha visto il PdL dividersi. Da un votazione.JPGlato Giacomini e la componente FI, contraria, dall’altro quella di AN, favorevole.  L’emendamento è passato ed è così che la seduta si chiude con l’approvazione a maggioranza, ma non di tutta la maggioranza, di un Ordine del Giorno all’interno del quale si chiede l’apertura di un tavolo straordinario congiunto Municipio-Comune per la verifica dei presupposti di abitabilità, di sicurezza e igienico-sanitari, nonché sull’esistenza dei requisiti di standard edilizi di determinate aree abitative presenti nel Municipio quali il residence di Via Mastrigli. Un Ordine del Giorno non indifferente nei suoi contenuti, salutato con soddisfazione dal  gruppo politico di AN  del PdL, come si può leggere nel comunicato di questa sera.  

Un ordine del giorno che probabilmente non darà eccessiva ed immediata soddisfazione ai cittadini del Villaggio dei Cronisti che nei loro appelli quotidiani “esigono l’immediata bonifica dell’area contenente tonnellate di carcasse di elettrodomestici e di rifiuti pericolosi” ed invitano perentoriamente il presidente del Municipio XX Gianni Giacomini a “stare incollato all’Assessore all’Ambiente Fabio De Lillo  e al  Dott. Bruno Cignini, direttore Dipartimento X del Comune”  per avere le date in cui avverrà la bonifica.

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. Vorremmo che venisse evasa una domanda alla quale nessuno ancora ha dato risposta: “Paolo Callara’” candidato nelle lista del Pdl, è parente dell’omonimo costruttore e proprietario di buona parte degli immobili-dormitorio del nostro municipio?

  2. Siamo già a 206 giorni di emergenza sanitaria e sicurezza a Via Mastrigli. Ed ora ci chiediamo: Gianni Giacomini chi l’ha visto ?
    Gianni Giacomini, presidente del Municipio XX, si nasconde dietro un filo d’erba e tira in causa la magistratura per giustificare la sua scelta di non fare nulla per la rimozione della discarica.
    Gianni Giacomini si inventa cifre di fantasia (8-10 milioni di Euro!!!) per la rimozione della immondizia cementata sotto il parcheggio del residence Mastrigli per giustificare il suo immobilismo, ed in ogni caso questi sono costi che dovranno pagare gli speculatori inquinatori, non i cittadini attraverso le proprie tasse.
    Dove ha preso queste cifre Giacomini ? E i documenti d’antiquariato relativi ai permessi abitativi sul residence come li ha avuti? Quali strane storie nasconde ? Da che parte sta ?

    Gianni Giacomini deve dare immediatamente ad Andrea Antonini Presidente della Commissione Trasparenza le carte sul residence mastrigli e sui carotaggi del parcheggio/discarica. La commissione glieli ha chiesti e lui non può rifiutarsi !

    Gianni Giacomini deve ottenere da parte dell’Assessore all’Ambiente Fabio De Lillo e dal Dott. Bruno Cignini, direttore Dipartimento X del Comune assicurazione sulle date della rimozione del parcheggio/discarica del residence di Via Mastrigli 15/C.

    I cittadini del Villaggio dei Cronisti esigono l’immediata bonifica dell’area contenente tonnellate di carcasse di elettrodomestici e di rifiuti pericolosi. Contro le minacce di morte ricevute per la battaglia civica contro gli inquinatori, i cittadini del Villaggio dei Cronisti non dormono, sono allertati, annotano e ricordano.

    CCVC.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome