Home ATTUALITÀ Ospedale Sant’Andrea: si faccia subito una Conferenza dei Servizi sulla viabilità locale

Ospedale Sant’Andrea: si faccia subito una Conferenza dei Servizi sulla viabilità locale

La proposta della Direzione Generale dell’Ospedale per renderlo sempre più una struttura fruibile dai cittadini.

comunicati-stampa.jpg“Sono più di 4000 le auto di medici, personale, studenti universitari che frequentano la seconda facoltà di medicina, pazienti e parenti, che quotidianamente accedono all’Ospedale Sant’Andrea e per tutte, l’Azienda ospedaliera, unico caso in tutta Roma, ha finora garantito la possibilità di parcheggiare. In questi anni complessivamente l’Ospedale Sant’Andrea ha reso disponibili 2100 posti auto” Lo comunica l’Ufficio Stampa dell’Ospedale in una nota odierna.

“Ad agosto su 12 mila metri quadrati è stato completato un nuovo parcheggio da 700 posti, e proprio la sua realizzazione ha reso necessario rimuovere temporaneamente la rete di separazione ora posta di nuovo in essere. Rete che impedisce il collegamento interno dall’ingresso dal GRA a via di Grottarossa.Contemporaneamente l’Azienda ha presentato alla Regione Lazio una richiesta d’ampliamento per realizzare 68 mila metri quadri di parcheggi multilivello pari a circa altri 3700 posti auto. Il Sant’Andrea,struttura integrata ospedaliera/universitaria d’eccellenza, è sempre più in espansione”.

ospedale-sandrea.jpg“Solo nel 2007 – prosegue il comunicato – si sono registrati 24.000 ricoveri, un milione e cinquantuno mila prestazioni ambulatoriali, 45 mila accessi al Pronto Soccorso. Per scongiurarne il collasso è necessario che il miglioramento della viabilità venga affrontato globalmente con tutti gli enti competenti – Comune di Roma, Regione Lazio, Trambus, Cotral e Anas – per mettere a punto una strategia comune in grado di realizzare una rete di mezzi pubblici fruibili che consenta il collegamento del Sant’Andrea con lo snodo ferroviario metropolitano di Saxa Rubra.”

“Questo è il primo punto posto all’ordine del giorno della futura Conferenza dei Servizi che l’Azienda sta organizzando per le prossime settimane. La prima occasione importante per affrontare la questione mobilità con le istituzioni competenti. L’obiettivo è quello di pianificare in tempi stretti interventi a favore della mobilità pubblica che possano garantire il collegamento con l’ospedale, con un evidente alleggerimento degli accessi nel perimetro dell’ospedale. In questa direzione l’Azienda avanzerà alcune richieste – conclude il comunicato – : al Cotral l’istituzione di nuove fermate dei mezzi di trasporto regionali da realizzare in prossimità dell’entrata del Gran Raccordo Anulare, al Comune di Roma l’istituzione di una nuova linea di bus urbano che colleghi l’Ospedale direttamente con la fermata di Saxa Rubra ed all’Anas, infine, la realizzazione di un nuovo svincolo d’accesso dal Gran raccordo anulare che preveda una corsia preferenziale per i mezzi di soccorso e una per dipendenti e pazienti.”

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. PIANIFICAZIONE MOBILITA’ URBANA
    Sono stupita del fatto che grandi centri di servizio (quali l’ospedale di s.andrea) e grandi centri commercial (quali il centro Porta di Roma) vengano fatti nascere senza una preventiva valutazione e organizzazione di un sistema di mobilità non solo su strada ma anche su ferro (treni, metro).
    Mi ricordo un episodio (terribile) che vidi in un film (bellissimo) sulla tragedia del Vajont: i responsabili della diga chiedero ad uno studio tecnico di effettuare una simulazione per capire cosa sarebbe accaduto nel caso di crollo di uno dei monti circostanti la diga stessa. La simulazione mostrò degli effetti devastanti per i paesi limitrofi. I costruttori della diga preferirono chiudere gli occhi e non vedere il rischio, e conosciamo tutti quello che successe.
    Forse gli amministratori della città di roma preferiscono chiudere gli occhi e non sapere l’impatto (devastante) che le loro scelte urbanistiche avranno sulla mobilità dei cittadini ?

  2. A quasi 3anni da quest articolo I parcheggi dell ospedale stanno subendo una riorganizzazione in modo da evitare che I pendolari passino dal gra pagando il parcheggio. Mi chiedo anche questi soldi come quelli della creazione della stradina di collegamento saranno ingiustamente pagati da tutti I cittadini?

  3. E’ veramente una cosa fuori dalla grazia di Dio! Tutte le mattine un Calvario per arrivare ad accompagnare i bambini a scuola per quattro dementi che non hanno saputo fare le cose per bene.
    Sono disposto a scendere in Piazza ed organizzare movimenti contro questo stato di cose. Sopportare oltre questo tipo di vessazioni è impossibile.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome