Home AMBIENTE Dai vivai di Roma-Nord: come rinnovare balconi e terrazzi per l’autunno

Dai vivai di Roma-Nord: come rinnovare balconi e terrazzi per l’autunno

ciclamini.jpg(di Alessandra Stoppini) La stagione è improvvisamente cambiata. Dal caldo afoso siamo passati all’autunno ed anche le piante dei nostri balconi ne risentono. Siamo andati a chiedere consigli in alcuni vivai su quali siano le piante più adatte per rinnovare i balconi in autunno e su come salvare quelle che hanno resistito all’estate.  

C’è un angolo “old England” agli Horti di Vejo Vivai e Giardini (Via Oriolo Romano 10): Agatha Christie, arsenico e vecchi merletti, a coup of tea, prato rasato e lussureggiante. Passeggiando nei viali si ha l’impressione di essere stati catapultati in un film di James Ivory di atmosfera tipicamente inglese. Non ci viale-delle-rose-horti-di-vejo.jpgtroviamo nella verdeggiante campagna del Dorset ma a pochi passi da Via Cassia Nuova. Piante ornamentali aromatiche e da frutto: c’è solo l’imbarazzo della scelta lungo un romantico viale che termina con un arco di rampicanti. Una sezione è riservata alle erbe officinali, usate in fitoterapia ed erboristeria. Sono piante importanti perché contengono oli essenziali che aiutano a respirare meglio, tant’è che già l’anno scorso l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Roma aveva deciso di riqualificare le aree degradate in giardini ed aiuole piantando alcune varietà di piante officinali come la salvia, la camomilla, la calendula, che hanno il ruolo di “depuratori vegetali” in grado di contribuire ad abbattere l’anidride carbonica in misura pari a 20 chili per ogni ettaro coltivato (leggi VignaClaraBlog del 29.9.2007)

Spostandoci in via Cassia Antica troviamo due vivai uno dopo l’altro. Il primo è al numero 328 ed è gestito dalla Famiglia Sgaravatti, antica azienda storica fondata nel 1820 a Saonara (Padova) sgaravatti-vivai.jpgdall’agronomo Angelo Sgaravatti. Gli amanti del verde qui trovano esemplari di piante da interno e da balcone oltre ad una vasta scelta di pini, tuje, viti. Il secondo è Horticultural Original Sgaravatti che si trova pochi metri più avanti al numero 340. Oltre ad una varietà di arbusti qui si possono scegliere moltissimi articoli da giardinaggio ed anche vasi decorati. Le piante che vanno per la maggiore in questo periodo dell’anno sono il ciclamino, l’erica, primule e ranuncoli, tutti adatti alle basse temperature invernali. 

In via Due Ponti 175 troviamo poi Europlant, gestito dai fratelli Enrico e Giuseppe Di Lelli. E’ un vivaio a carattere familiare dove i clienti, oltrer a tanti consigli, possono trovare cibo e accessori per animali domestici ed anche acquistare un vasto assortimento di mobili da giardino. Dentro le serre sono ricoverate le piante più esotiche e delicate come le splendide orchidee bianco latte e fucsia mentre, all’aperto orchidee-europlant.jpgrampicanti  sempreverdi, pitosfori, palme, olivi ecc… Consigli per  mantenere i terrazzi ed i giardini in buono stato durante l’autunno? “Dare ferro, perché le piante escono stressate dall’estate, concimare ed infine una leggera potatura,” ci conferma Giuseppe “inoltre coltivare le piante officinali perché hanno la proprietà di assorbire smog ripulendo l’aria”. Non solo ma il suo consiglio è anche di utilizzare, magari iniziando dai giardini condominiali, i manti erbosi naturali per la loro grande capacità di ridurre il pulviscolo atmosferico: 225 mq di tappeto erboso assicurano una produzione di ossigeno per il fabbisogno di una famiglia di 4 persone.

Apprendiamo infine che in tanti cominciano ad apprezzare la coltivazione sui propri terrazzi di pomodori, melanzane, zucchine, sedano ed erbe aromatiche come basilico, rosmarino, origano e prezzemolo. Decorano, divertono, costano poco e si rendono utili all’occorrenza.
Alessandra Stoppini

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome