Home CRONACA PDL – Occupazione gesto irresponsabile e privo di logica politica ed istituzionale

PDL – Occupazione gesto irresponsabile e privo di logica politica ed istituzionale

comunicati-stampa.jpgRiceviamo da Cristiano Pasero consigliere del XX Municipio di Roma un comunicato stampa a nome del gruppo PDL del XX Municipio di Roma in merito all’occupazione dell’aula consiliare del XX Municipio avvenuta in data 19 Settembre 2008. Leggi qui la cronaca dell’accaduto.

“A seguito di un gesto tanto irresponsabile quanto privo di ogni logica politica ed istituzionale che ha visto impossibilitati i Consiglieri del Municipio Roma XX di esercitare le loro funzioni in nome e per conto dei cittadini che gli hanno dato il mandato di rappresentarli in seno alle Istituzioni, il PDL del Municipio Roma XX dichiara quanto segue : respingiamo l’accusa secondo la quale i consiglieri hanno preso visione del Piano regolatore sociale solo nelle ultime 48 ore; è invece assolutamente dimostrabile che su richiesta del Presidente del Municipio, Gianni Giacomini, la bozza di questo PRS era stata mandata a tutti i membri della Commissione Servizi Sociali già dal 20 Giugno scorso ( opposizione compresa) come avviene usualmente per i vari settori di competenza . E’ vero che trattasi di bozza proprio perché la presidenza e la giunta chiedevano in questo modo collaborazione, proposte, suggerimenti, analisi ed integrazioni del testo . E’ altrettanto vero che circa nei 60 giorni a seguire la parte politica (in questo caso rappresentata da un consigliere) che oggi protesta non si è preoccupata  di interessarsi al documento ne di avanzare proposte in merito. E’ altrettanto vero che tutte le idee avanzate dalla Commissione competente sono state discusse ed approvate dalla giunta fino al termine ultimo possibile. E’ vero che il Consigliere Antonini non si è mai preoccupato di mandare all’assessore competente ed alla Commissione competente una sola lettera di richiesta di informazioni o copia documentazione !”

“Ci sembra quindi strumentale – prosegue il comunicato – che dopo tanto silenzio del Consigliere Antonini proprio adesso si sia accorto che esiste un Piano Regolatore Sociale . I consiglieri della PDL sperano che almeno nei prossimi mesi ci sia dalla parte politica che protesta la volontà , ma soprattutto , la capacità di andare oltre la strumentalizzazione politica e di elaborare almeno una proposta concreta “.

Ed il Presidente del Municipio Roma XX Gianni Giacomini afferma che : “Spero e farò in modo che il Consiglio che si terrà lunedì prossimo si svolga nel rispetto della legalità e delle Istituzioni che rappresentiamo, ribadendo che quanto accaduto venerdì scorso è un fatto grave che va a discapito solo dei cittadini. Non sono questi i segnali giusti che trasmettono all’esterno tranquillità e fiducia; per gli incarichi che siamo chiamati a ricoprire ci deve essere un alto senso di responsabilità e non si possono accettare atteggiamenti e situazioni che sono al di fuori della democrazia e del rispetto della libera espressione di pensiero. Il mio operato si basa sempre nel seguire questi dettami e ha il solo scopo di perseguire il bene di tutti i cittadini”

Visita la nostra pagina di Facebook

5 COMMENTI

  1. Pur non volendo entrare nel merito di una questione triste e delicata, invito la redazione a non raccogliere le dichiarazioni di consiglieri che parlano a nome del gruppo consiliare PDL, fatta eccezione per il Capogruppo Dario Antoniozzi. Sono un Consigliere della Pdl e non ho mai autorizzato il collega Pasero a parlare in mia vece. Nei prossimi giorni pregherò il Presidente Giacomini affinchè venga ripristinato l’ordine all’interno della PDL. Spero si ricominci presto a lavorare per il territorio con umiltà e senza manie di protagonismo. Cons. Giuseppe Calendino PDL – Gruppo Politico ALLEANZA NAZIONALE

  2. risposta a calendino

    premettendo che ho parlato e mi sono coadiuvato con tutti i soggetti competenti in merito, suggerisco al consigliere calendino di risolvere questi piccoli fraintendimenti in seno alle nostre riunioni e di cercare di non alimentare ulteriori fragili polemiche.
    stiamo lavorando bene, siamo un gruppo compatto quindi non ci perdiamo in un bicchiere d’acqua.
    invito a non rispondere tramite organi di stampa.
    Ringraziando dell’attenzione, invio il mio saluto più cordiale.
    Cons. Cristiano Pasero

  3. Senza polemica ma solo per correttezza, ricordo a tutti i consiglieri municipali di tutti gli schieramenti che in nome della libertà di pensiero e di parola, in Paese democratico come lo è l’Italia e come lo sono la città di Roma e il XX municipio, ogni persona è libera di esprimere e sostenere le proprie idee e la stampa di raccogliere le dichiarazioni che ritiene opportuno sentire, nel rispetto di ciascuno e del diritto a una corretta, completa e oggettiva informazione dei lettori.

    Informo, inoltre, i lettori di un meccanismo noto ma di cui a volte ci si dimentica.
    Anche in questo caso senza polemica ma per contribuire a far diventare i cittadini più attenti, critici e…smaliziati.
    I politici, tutti e a tutti i livelli, “usano” i mezzi di comunicazione e vogliono apparire sugli organi di stampa per far conoscere la propria attività di governo e per avere visibilità presso gli elettori. Sono dunque loro i primi a “farsi la guerra” e a rispondersi a colpi di comunicati stampa, che diventano veri strumenti politici. Alle singole testate la libertà e il compito (aggiungerei, la responsabilità e il potere) di scegliere se, quando e come rilanciare sul giornale quei comunicati.

    Postilla personale. Quante volte, però, i politici farebbero meglio e farebbero bene a se stessi, al partito e ai cittadini, se evitassero di rispondere alle dichiarazioni dei colleghi o se “lavassero i panni sporchi in casa propria” prima di commentare ufficialmente una posizione o un fatto!!!

    Emanuela

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome