Home ATTUALITÀ Labaro, via G.Caraglio: una denuncia dei residenti

Labaro, via G.Caraglio: una denuncia dei residenti

Riceviamo una segnalazione da Pasquale M., un nostro lettore residente in via Giangiacomo Caraglio, nella zona Labaro, che denuncia un serio rischio alla sicurezza dei pedoni a seguito di un’errata segnaletica orizzontale ma soprattutto a seguito di un abuso edilizio; due fatti, a suo dire, denunciati più volte senza esito.

Dice infatti Pasquale: ” Cari curatori di VignaClaraBlog, a nome del comitato di via Giangiacomo Caraglio vi sottopongo i disagi che patiamo e vi mando anche delle foto:

[GALLERY=96]

I problemi sono due: il primo è il parcheggio a spina di pesce in una strada così stretta che le auto sono costrette a parcheggiare con il muso sul marciapiede impedendo ai pedoni, e soprattutto ai bambini, di camminarvi;  il secondo è un marciapiede che improvvisamente si interrompe perché è stato recintato abusivamente da chi poi ci si è aperto un cancello tutto suo e ciò significa che i pedoni devono continuare a camminare sulla strada con il rischio di essere investiti. Abbiamo segnalato diverse volte  questa situazione ai Vigili Urbani, più volte ci sono andato di persona, ma non sono mai intervenuti. E pensare che se fossero venuti quando li abbiamo chiamati, forse sarebbero riusciti a far interrompere i lavori abusivi. Ma ora che sono finiti e che il muro blocca il marciapiede chi lo butterà più giù, chi ci ridarà la possibilità di camminare in sicurezza ?”

NdR: così l’abbiamo ricevuta e così l’abbiamo pubblicata, senza verificare de-visu la situazione. Ma poiché la buona fede dei nostri lettori per noi è sempre al disopra di ogni sospetto lanciamo un appello ai consiglieri al XX Municipio appena eletti: chi si vuole far carico di dare una mano a questi cittadini ?

Visita la nostra pagina di Facebook

8 COMMENTI

  1. con la risoluzione n 35 del 2007, da me presentata e votata da tutto il consiglio, abbiamo impegnato il Presidente del Municipio presso il XX Gruppo di PM a rimuovere la segnaletica abusiva per oggettivi problemi di traffico. Clicchi qui chi volesse leggerla. Devo dire che siamo di fronte all’ennesimo atto di indirizzo al quale il governo del Municipio non ha dato seguito.

    Marco Tolli
    consigliere PD Municipio XX

  2. L’ho letta ed ho notato la data: marzo 2007, è scandaloso ! Dopo un anno la situazione è sempre la stessa, anzi è peggio essendosi ora aggiunto anche un abuso edilizio.
    Di chi sono le responsabilità del mancato intervento dei Vigili, e perchè dopo 4,5 o 6 mesi dalla votazione della risoluzione nessuno è tornato alla carica sul Presidente del Municipio o sul Comando dei Vigili per pretenderne l’esecuzione ? Ma alla fin fine perchè per affrontare un problema dovete sempre ricorrere alla liturgia delle risoluzioni che, come vediamo anche in questo caso, lascia il tempo che trova ?
    Scusi Tolli, ma se un consigliere prende atto di una situazione di illegalità secondo me dovrebbe attivarsi subito con una bella denuncia ai Carabinieri, altro che “impegnare il presidente”.
    Non ce l’ho con lei Tolli, ce l’ho con questa prassi delle risoluzioni che vengono citate sempre dai consiglieri come il cerotto buono per tutte le ferite ma che invece non risolvono proprio nulla.
    La morale ora sembra essere una sola: a questi cittadini non resta che armarsi di picconi e pennelli e rimettere a posto le cose da soli.
    Saluti, Clara

  3. Gentile Clara,

    da cittadino del XX Municipio (abito a Labaro) e da amministratore ho la sensazione che nulla accada mai per caso. Intendo dire che troppo spesso gli uffici competenti cadono tra le nuvole, prendono tempo o non sanno come comportarsi nei contenziosi tra privati. A noi consiglieri di opposizione non resta che girare con un testo votato da tutto il Consiglio. Potrei fare tanti esempi. Nelle istituzioni c’è sempre una giunta che detiene il potere esecutivo ( chi fa le cose e da gli input agli uffici) e credo che il compito principale che abbiamo sia far funzionare la macchina amministrativa. Trovo sbagliato che un vigile o un tecnico faccia un favore ad un consigliere e /o a un cittadino, ad una attività commericiale ecc.

    Abusi edilizi, segnaletiche abusive, strade chiuse impropriamente (vedi via gardone riviera), opere pubbliche manomesse per fini particolari. C’è sempre chi controlla e decide. Non essendo membro della giunta e riconoscendo la sovranità del Consiglio tento quotidianamente di risolvere qualcosa ponendo agli uffici questioni legittimate dal voto unanime. Questo il nostro spazio e questa credo debba essere la prassi per far funzionare meglio il Municipio.

    Marco TOLLI

  4. Anche io segnalo seri rischi alla sicurezza dei pedoni nella zona Labaro:in particolare non vengono mai ripristinate le strisce pedonali a seguito di riparazioni del manto stradale (ad es. Via Flaminia davanti stazione treno,Via Valbondione davanti ingr.parco del Labaro ecc.ecc.). Ma per le ditte non è previsto da capitolato il ripristino della segnaletica orizzontale?Se cosi’ fosse chi è il responsabile (ogni disservizio ha un nome e un cognome) che doveva controllare ciò?Ho segnalato più volte quanto esposto ai cortesi operatori 060606 che tramite rilascio di regolare numero di pratica mi hanno sempre assicurato l’inoltro ai servizi competenti ma fino ad oggi nessun risultato.Grazie.Distinti Saluti

  5. Signor Marco Tolli,noi del comitato abbiamo mandato una lettera ,con le foto, anche ai Carabinieri di piazza saxsa rubbra, e ai vigili urbani di via Caprilli,anzi dai vigili ci siamo andati di persona pensando che se fossero intervenuti quando hanno iniziato i lavori l’avrebbero fermati,ci hanno promesso che loro l’intervento lo fanno,non si sà quando. (quando faranno l’intervento gli faranno una piccola multa,che magari i signori si faranno levare da qualche loro conoscente,e tutto sarà condonato)facendo presente che c’era gente che stava recintando , e aprendo un cancello sul marciapiede,e le striscie a spina di pesce. Per aprire il cancello hanno rotto il muro che ha fatto il comune, un muro di sostegno per la strada e alzando una recinzione,(su un muro fatto dal comune non si può aprire un cancello,e alzare una recinzione,che io sappia) Quell’area recintata ci dovrebbe continuare il marciapiede ? Dobbiamo fare come dice CLARA, armarci di piccone e pennello ? GRAZIE BUONGIORNO

  6. sono a disposizione per rafforzare il vostro rapporto con gli uffici. Inoltre come verranno istituite le commissioni farò la proposta di un sopralluogo congiunto con pm e edilizia. In ogni caso preparo una lettera al comandante per sapere come mai la risoluzione votata dal consiglio non è stata ancora presa in considerazione. il mio numero è 3393689358. marco tolli

  7. ho letto le segnalazioni di cittadini che denunciavano l’abusivismo edilizio in corso dentro il PARCO DELL’INSUGHERATA tra via sestriere e via dell’acqua traversa dove il ristorante del posto si sta allragando a dismisura con opere murarie e tetti che aumentano ogni anno.
    oltre al ristorante all’apoerto che provoca tutte le sere rumori fino a notte fonda, ci sono le orchestre per la discoteca che disturabo ed ora anche la scuola diballo. senza dimenticare gli odori pessimi che arrivano dalla cucina ed invadono tutta la zona.
    ma perche’ nessun amministratore va a controllare?

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome