Home POLITICA Comune di Roma e XX Municipio: al via di fatto la campagna...

Comune di Roma e XX Municipio: al via di fatto la campagna elettorale

ai-blocchi.jpgSi apre di fatto da domani una nuova campagna elettorale locale che ci interessa sia come cittadini di Roma che come residenti del XX Municipio. Si tiene oggi infatti l’ultima riunione della Giunta del Comune di Roma presieduta dal vicesindaco, Mariapia Garavaglia, in sostituzione del Sindaco dimissionario. Con oggi, come da disposizioni del Segretariato Generale del Comune di Roma, si chiude l’attività politica al Comune in quanto alle 24.00 di stasera sarà sciolto il Consiglio comunale, la giunta ed ogni altro incarico di natura politica ed a guidare il Campidoglio fino alle elezioni del 13-14 Aprile sarà un Commissario – molto sicuramente il prefetto e capo dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione Mario Morcone – affiancato da 2 vice-commissari. Si chiude così al Comune di Roma una breve stagione di soli 20 mesi (nei quali si sono tenute 163 sedute di Consiglio in cui sono state adottate 473 delibere) ma si chiude anche quella del XX Municipio.

Perché anche per il XX Municipio e per il Presidente Massimiliano Fasoli vale la data del 26 Febbraio anche se, di fatto e di diritto, il Presidente (che resta in carica in qualità di sub-commissario) e relativa Giunta decadranno effettivamente il giorno del subentro del nuovo Presidente e quindi alla proclamazione degli eletti, mentre invece il Consiglio Municipale, in sintonia con quello comunale, decade questa sera.

Andremo quindi alle urne il 13 e 14 Aprile oltre che per Senato, Camera e Provincia di Roma, anche per Comune e XX Municipio e per questi ultimi ci andremo con una legge elettorale che prevede il sistema delle preferenze e diverse modalità di voto utilizzabili. Le riepiloghiamo qui di seguito anche se non mancheranno le occasioni di tornare sull’argomento nei prossimi due mesi.

Premesso che le schede elettorali per il Comune e per il Municipio saranno due, di colore diverso, su ognuna di esse si potrà dunque mettere una X:

  1. sul simbolo di un partito e, volendo, si potrà scrivere accanto allo stesso il cognome del candidato consigliere scelto nell’ambito della lista di quel partito (cosiddetto voto di preferenza),
  2. sul simbolo di un partito e null’altro,
  3. sul nome di un Candidato Sindaco e sul nome di un Candidato a Presidente e null’altro
  4. sul nome di un Candidato a Sindaco e su quello di un Candidato a Presidente del Municipio e, volendo, si potrà mettere anche una X sul simbolo di un partito con l’ulteriore aggiunta della preferenza. Attenzione, la X può essere messa su un qualsiasi simbolo di partito, quand’anche diverso da quelli che sostengono il Candidato da voi scelto (è il cosiddetto voto disgiunto).

Chiaramente ognuna di queste modalità attribuisce il voto in modo diverso, così come il calcolo del quorum. La legge elettorale prevede infatti che se il Candidato Sindaco, o il Candidato Presidente, di uno schieramento ottiene al primo turno il 50% +1 dei voti validi degli aventi diritto al voto, vince ma non è detto che la maggioranza consiliare sia assicurata perchè anche le liste collegate che lo sostengono devono ottenere la maggioranza. Nel caso vinca un Candidato Sindaco, od un Candidato Presidente, senza che la coalizione che lo sostiene abbia la maggioranza, la composizione del Consiglio sarà stabilita su base proporzionale pura ed il primo cittadino eletto potrebbe non avere una vera e propria maggioranza su cui poter contare (ma non ricordiamo che quest’ultimo caso si sia mai verificato). Infine, sia per il Comune che per il Municipio, è previsto il ballottaggio laddove il candidato Sindaco, o il Candidato Presidente, non ottenga la maggioranza al primo turno.

E per finire ricordiamo che, a differenza delle precedenti elezioni amministrative, vista la scomposizione in atto dei due grandi schieramenti ci troveremo, sia al Comune che al Municipio, più di due Candidati alla carica di primo cittadino del Comune e del XX Muncipio. Una realtà complessa dunque della quale vi parleremo ancora. Nel frattempo poniamo ad ogni Candidato alla carica di Presidente del XX Municipio le nostre domande e sentiamo cosa ha da dirci: per farlo cliccate qui.

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. cari abitanti del xxmo municipio,
    sono Matteo Di Stefano ho 21 anni e mi candiderò al municipio alle elezioni del 13 e 14 aprile. vi lascio i miei recapiti nel caso in cui vogliate contattarmi o incontrarmi per consigli, suggerimenti, domande e quant’altro. Sarò a disposizione del teritorio e dei suoi abitanti per qualsiasi cosa.
    Un abbraccio, Matteo Di Stefano.

    TEL: 3281267071
    E-MAIL: disti22@libero.it

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome