Home ATTUALITÀ XX Municipio:porte chiuse all’innovazione

XX Municipio:porte chiuse all’innovazione

xx-municipio.jpgComunicato congiunto di VignaClaraBlog.it e Vejo.it: ignorata una proposta per la realizzazione gratuita di un servizio pubblico innovativo

Il 5 Febbraio Vejo.it e VignaClaraBlog.it hanno scritto al Consigliere Marco Petrelli, Presidente del Consiglio del XX Municipio, ed ai Consiglieri Dario Antoniozzi, Giuseppe Molinari, Ludovico Todini, Massimo Denaro e Fabio Valente Capigruppo rispettivamente di FI, UDC, AN, PD e Moderati per Veltroni.
Perché abbiamo voluto disturbarli ? Per presentar loro un nostro progetto basato sul fatto che Vejo.it e VignaClaraBlog.it, contando complessivamente su una media di oltre 2.500 accessi al giorno, rappresentano ormai una realtà consolidata nel campo dell’informazione territoriale di Roma Nord e costituiscono un valido ponte comunicativo fra l’amministrazione pubblica locale ed i cittadini.

In tal senso, ricordando loro che il XX Municipio non ha mai fatto grandi passi in avanti sulla via della trasparenza essendo rimasta inattuata la famosa Risoluzione n.11 del 2004, abbiamo segnalato la nostra piena disponibilità ad implementare insieme, a titolo puramente gratuito, un servizio di pubblico interesse consistente nel mandare in onda via internet, con modalità podcasting, le riprese audio e video delle sedute del Consiglio Municipale che, laddove possibile, sarebbero state in diretta o altrimenti in differita di poche ore.
Un pubblico servizio innovativo che, ribadiamo, ci siamo offerti di fare gratis con l’unico obiettivo di rendere un servizio alla comunità ed al principio della trasparenza al quale tanto teniamo. Questo accadeva il 5 Febbraio. Sono trascorse due settimane e ci ha risposto solo il Consigliere Todini dichiarandosi entusiasta della proposta. Dagli altri silenzio assoluto.

Visita la nostra pagina di Facebook

38 COMMENTI

  1. Ma, scusate, voi volete (meritoriamente) dare pubblicità ai lavori di un Ente (Pubblico), che si dimentica di esser tale quando si tratta di avere a che fare con i cittadini (vedi esempio della famigerata ludoteca), e sperate di avere una risposta? Adorabili illusi. Quindi, se posso permettermi un suggerimento, inviare nuovamente la proposta, così da non dare alcuna scusa…

  2. Se ricordo bene in un incontro avuto con i curatori di questo blog fu proprio il sottoscritto a proporre di organizzare le riprese video del consiglio muncipale e divulgarle attraverso i blog di quartiere. Le sedute del Consiglio Municipale, infatti, organo deliberativo del Muncipio, sono aperte al pubblico. Le riprese video avrebbero un duplice risultato, da una parte potrebbero garantire una maggiore disciplina da parte dei consiglieri municipali che troppo spesso in aula danno il peggio di sè, forse presi dalla voglia di emulare i colleghi deputati e senatori, dall’altra consentirebbero ai cittadini una migliore conoscenza e un costante aggiornamento sull’operato dei propri eletti, in osservanza dei principi di trasparenza e partecipazione.
    Ecco proprio la trasparenza e la partecipazione dovrebbero essere i temi da affrontare prioritariamente nella prossima legislatura. Penso alla implementazione di una rete civica che consentirà ai blog di dialogare con il Municipio in maniera costante e costruttiva, penso alla isitituzione di una consulta cittadina con la quale dare vita ai referendum consultivi sulle scelte programmatiche che riguardano il territorio (traffico, urbanistica, aree verdi, sicurezza, servizi sociali e per la collettività). Penso che il Municipio come primo ente di contatto tra amministratori e cittadini debba caratterizzare la propria azione di governo con il territorio attraverso tutti i meccanismi di partecipazione con i cittadini medesimi. Credo che Il modello che l’amministrazione comunale di Firenze, che ha indetto in questi giorni un referendum consultivo sulla necessità della metropolitana a piazza Duomo, sia un modello di riferimento importante.
    Spero, in tal senso, di poter dare impulso e seguito alla vostra proposta a cominciare da subito.
    Cordiali saluti.
    Consigliere Giuseppe Molinari

  3. Bene ! Contiamo quindi anche su di Lei (ma perchè allora non ha risposto alla nostra mail ?) sapendola amministratore attento alle relazioni con i cittadini.
    Siamo consapevoli che in questi due prossimi mesi il Municipio vivrà solo d’ordinaria amministrazione ma se nel frattempo Lei volesse farsi parte diligente per far approvare dal Consiglio una risoluzione che impegni Direttore e Presidente del Municipio ad attivarsi sulla proposta da noi presentata sarebbe già un buon viatico per chi sarà su quelle poltrone dopo il 14 Aprile.

    Augurandoci che, in tema di trasparenza, il nuovo Presidente non scriva nel suo programma solo buone intenzioni che poi restano sulla carta, come ha fatto l’attuale:

    “…l’esigenza di trasparenza degli atti pubblici e delle decisioni del Municipio XX saranno migliorate con la distribuzione di una newsletter sui normali canali informatici…”
    (frase stralciata dal programma del Presidente Fasoli presente sul sito del XX Municipio)

    noi, anche a nome di Vejo.it, ribadiamo la nostra disponibilità. Grazie.
    VignaClaraBlog

  4. Io credo che al momento sotto campagna elettorale tutti i consiglieri abbiano altro a cui pensare.
    Ora immagino che tra candidature, incontri, riunioni di partito, ecc (per quanto bastasse un’email di risposta) non si ha la testa per impegnarsi in promesse magari poi non mantenute.
    Io direi di aspettare la composizione del nuovo Consiglio Municipale e poi riavanzare subito la proposta che ritengo anche interessante ed innovativa.

    Il titolo del post per questo mi sembra un po’ catastrofista…

  5. Sarà pure come dice Pierluigi, io non sono così dentro le cose politiche come forse lo è lui, ma non posso credere che la campagna elettorale in questi giorni è già cosi’ intensa da non permettere a quattro consiglieri di mandare una mail di risposta, sarebbero bastate due righe per dire riparliamone fra due mesi. E nemmeno mi piace pensare come dice lei Pierluigi che abbiano altro a cui pensare, mi sembra un po’ dispregiativo, perchè la proposta riguardava un servizio gratis a favore dei cittadini, se ne dovrebbe concludere che la corsa alla poltroncina è più importante degli interessi di noi cittadini. Capisco il senso di delusione che si legge nel titolo e non lo biasimo perchè se uno si da da fare e viene ignorato è deludente.
    Buona serata a tutti.
    Clara

  6. Clara, mi sono spiegato male forse.
    Sono perfettamente d’accordo sul fatto che bastasse un’email di poche righe per rimandare la questione.

    Riguardo al fatto che “abbiano altro a cui pensare” intendo anche che una proposta del genere anche se accettata dai capigruppo, andrebbe poi discussa all’interno dei singoli gruppi e poi in consiglio municipale.
    E credo che i consiglieri abbiano, anche giustamente, deciso di posticipare la questione al “dopo-elezioni”.

    Saluti.

  7. DELIBERAZIONI:
    Mi sembra molto positiva la proposta di collaborazione di vignaclarablog e chiedo che, in questo ambito, vengano finalmente messe in linea le deliberazioni del XX Municipio. L’area internet del sito del Comune è – da anni – desolatamente vuota.
    Per ciò che riguarda le elezioni: forse i candidati dovrebbero capire che – almeno per quanto mi riguarda – voterò anche in base alle garanzie che ci saranno fornite in tema di VERA TRASPARENZA E PARTECIPAZIONE amministrativa. L’attuale consiglio, da questo punto di vista e indipendentemente dal colore politico, è stato veramente MOLTO SCARSO.

  8. Pierluigi, avrai capito che a me piace essere scherzosamente provocatorio e quindi leggendo i tuoi due commenti qui sopra mi è venuto spontaneo farti una domanda: ma niente niente tu fossi il portavoce dei consiglieri ? o meglio ancora, il loro difensore d’ufficio ? ma lascia che siano loro a rispondere a Clara ! Scusa sai, ma nei tuoi interventi di oggi, di ieri, dell’altroieri non fai che difendere, scusare, giustificare i consiglieri della maggioranza, ma saranno capaci a farlo da soli o no ? Dai, rilassati, che un po’ di critica non ha mai fatto male a nessuno, anzi irrobustisce…

  9. Sai maurizio: io difensore d’ufficio? No grazie.
    Solo che è tanto facile criticare e criticare, magari anche senza essere informati sui fatti.
    E poi io non li stavo giustificando in questa situazione, in quanto almeno una risposta pure breve via email la si poteva fare.
    Io fossi nei loro panni però avrei posticipato sicuramente la questione a dopo le elezioni, visto che in questo periodo non credo si terranno consigli municipali di qualche importanza…
    Giusto criticare, ma che la critica sia costruttiva (ed a volte lo è), ma anche ragionata.

  10. Ehi Pierluigi sono parole tue queste, mica mie
    “..io credo che al momento sotto campagna elettorale tutti i consiglieri abbiano altro a cui pensare….ora immagino che tra candidature, incontri, riunioni di partito, ecc ….non si ha la testa per impegnarsi….riguardo al fatto che “abbiano altro a cui pensare” intendo anche che una proposta del genere anche se accettata dai capigruppo, andrebbe poi discussa all’interno dei singoli gruppi e poi in consiglio municipale….”
    e non mi va adesso che è tardi di andare a spulciare fra gli altri tuoi commenti dello stesso genere degli altri giorni ma se non sei un portavoce poco ci manca ! ma come fai ad essere cosi’ informato su quello che pensano, dicono e fanno i conmsiglieri ? e poi scusami tanto ma non è più giusto che siano loro a dircelo ? tu dicci la tua non la loro …
    🙂

  11. Io te l’ho detta la mia. 🙂
    Fossi nei loro panni farei lo stesso (rispondendo però all’email dicendo “ne riparliamo dopo aprile”).

    Poi “così informato”: sbaglio o tutti (dal livello nazionale a quello locale) si stanno muovendo?
    Comunque io seguo con interesse la politica a tutti i livelli, ma non ci entro: la mia strada è un’altra.
    Saluti!

  12. Allora lo dico io:

    bella idea! se dopo il 14 aprile sarò di nuovo qui mi muoverò per attuarla in tempi brevi.
    Considerando che il 25 febbraio decado dalla carica di consigliere ritengo che non si possa approvarla prima.
    A presto,

  13. Molti si sentono gia in campagna elettorale….. cmq bella idea quella della registrazione… pero peccato che tra i destinatari della richiesta, non è stato citato il presidente Fasoli il quale credo sia l’unico responsabile insieme al presidente del consiglio Petrelli.

  14. Gentie Redazione e Gentili Signori,
    come destinatario della mail, ho risposto immediatamente, al contrario e per sbadataggine, non mi sono premurato di rendere notizie nel merito della mia attività di agevolazione dell’iniziativa e me ne scuso.

    Dopo aver parlato col Presidente del Consiglio Municipale circa l’idea di registrare le sedute di Consiglio, approvando l’iniziativa, abbiamo constatato che il Consiglio Municipale sta terminando la sua attività. Pertanto non vi erano i tempi, ma soprattutto la possibilità, di rendere operativa l’iniziativa.

    Sarà attività della prossima consiliatura dare seguito alla proposta.

    Chiedo ancora scusa per la dimenticanza.

    Cordialmente
    Ludovico Todini

  15. Ero convinto di avervi inviato nei giorni scorsi la mia adesione alla vostra proposta. Probabilmente c’è stato un disguido. Mi dispiace.
    Ribadisco il pieno sostegno alla iniziativa che ritengo estremamente utile. Purtroppo la Conferenza dei Capigruppo, dove avremmo potuto approfondire gli aspetti formali e non per dare un seguito immediato alla iniziativa, non è stata più convocata dal 07/02.
    Posso fin da ora assicurare la piena disponibilità a riprendere il discorso all’inizio della prossima consiliatura.
    Cordiali saluti.

    Massimo Denaro
    Capogruppo Partito Democratico-Ulivo XX Municipio

  16. Boh , ma com’è ?
    Quello si sbaglia, l’altro si dimentica, quell’altro ancora s’è scordato.

    O siete troppo presi da questo inizio di scoppiettante campagna elettorale o forse succhiare la capocchia dei prosperi contenenti fosforo , a volte aiuta.
    Scherzo ovviamente ma neanche troppo .. saluti

  17. A quanto pare non è questione di destra o sinistra, e, credo, neanche di cattiva volontà… una volta il disguido, un’altra una dimenticanza… e che non possono capitare a tutti?

    Ma non vi viene da sorridere al solo sentir parlare di “Conferenza dei Capigruppo” riferendosi al Municipio? Ma la “localizzazione” di certe Istituzioni e strutture non doveva servire a rendere un servizio più agile ed efficiente alla popolazione? Mi pare che dalle Istituzioni “>Centrali” si siano presi tutti i difetti.

  18. Certamente i temi della trasparenza e della partecipazione sono priorità da affrontare nella prossima legislatura. Soprattutto se questi principi fondanti per una buona amministrazione del territorio consentiranno ai cittadini di incidere nelle scelte di programmazione e di sviluppo del Municipio. Penso alla costituzione di una consulta di cittadini che dialoghi con il Municipio e il Comune di Roma in maniera propositiva e concreta sia attraverso la rete dei blog sia con una presenza fisica all’interno del Municipio stesso. Non credo, infatti, che si possa giudicare un amministratore se questi non risponde a una mail …credo che lo strumento del web sia importante a patto che esso non comporti allo stesso tempo uno scollamento con la realtà fatta soprattutto di contatto diretto tra gli amministratori e i cittadini. Troppo facile, altrimenti, criticare e fare del blog uno sfogatoio stando comodamente seduti a casa….Se si vogliono cambiare le cose l’impegno deve essere concreto!!!!
    Proprio x migliorare l’utilizzo della posta elettronica e dei blog, rivolsi mesi fà in capigruppo, una proposta di facilissima soluzione, anche in termini di costi, che è quella di installare una antenna wi fi in Municipio ……Che ne pensate???Le idee camminano sulle gambe degli uomini …….soprattutto, aggiungo, di quelli che hanno il potere di decidere e di fare, e che, forse, troppo spesso hanno dimostrato poca concretezza ……….

  19. …….rivolgo un ennesimo appello alla redazione del blog……come mai non si parla + della casetta realizzata al posto della ex bocciofila del Parco atleti Azzurri di Italia??? Forse non è un tema “scottante” come altri…..Aspetto ancora con fiducia, ancora x poco……..

  20. Rimango convinto che la discussione sia sull’opportunità di offrire, grazie a vignaclarablog e vejo.it , un servizio di pubblico di riprese audio e video delle sedute del Consiglio Municipale.

    Cordiali saluti.

    Massimo Denaro
    Capogruppo Partito Democratico-Ulivo XX Municipio

  21. All’appello inviatoci dal Consigliere Molinari dobbiamo una risposta. L’argomento da lui citato è stato già oggetto di due articoli.

    Il primo è del 5.7.2007
    https://www.vignaclarablog.it/20070705288/via-della-farnesina-asilo-nido-o-centro-per-disabili-2/

    ed il secondo è del 23.9.2007
    https://www.vignaclarablog.it/20070923695/a-via-della-farnesina-la-trasparenza-non-e-di-casa/

    In ambedue non ha ricevuto eccessiva attenzione da parte dei lettori avendo registrato un solo commento (peraltro di un Consigliere).

    Non riteniamo quindi di doverci tornare sopra a meno di novità eclatanti che saremo ben lieti di ospitare ferma restando, Consigliere, la nostra discrezionalità nello stabilire la linea editoriale che fin’ora non sembra raccogliere dissensi da parte dei nostri lettori.
    Grazie comunque per il suo continuo contributo ai nostri dibattiti.
    VignaClaraBlog

  22. Un amministratore si giudica <b>anche</b> dal fatto che risponda o meno alle mail. Non solo, ma anche.

    Cito il Consigliere Molinari: “<i>…Troppo facile, altrimenti, criticare e fare del blog uno sfogatoio stando comodamente seduti a casa…</i>” ma è la differenza tra elettore ed eletto… l’elettore delega l’eletto a fare in sua vece. L’eletto consulterà gli elettori nelle forme che più riterrà opportune, attraverso una Consulta, le Associazioni, i Blog… tutto buono… ma è l’eletto che deve <i>fare</i>, poi l’elettore controllerà e valuterà il comportamento dell’eletto in base ai fatti (poiché – notoriamente – le chiacchiere stanno a zero).

    Lo streaming delle sedute – aggratis, pergiunta – mi pare ottima cosa per fornire ai cittadini uno strumento per valutare, non solo il cosa si fa, ma anche il come si giunge a certe decisioni. E poi, l’iniziativa, se ben presentata da un punto di vista “<i>pubblicitario</i>”, potrebbe essere un fiore all’occhiello dell’Amministrazione del Municipio, qualunque essa sia.

  23. Una risposta collettiva:

    Ringraziamo caldamente i nostri lettori che hanno apprezzato lo spirito della nostra proposta a favore di un più trasparente rapporto Municipio-cittadini.

    Ringraziamo ovviamente anche i consiglieri qui intervenuti che si sono impegnati a dare concretezza alla stessa nella prossima consigliatura, diamo loro appuntamento sul tema ai primi di Maggio.

    Ad Aurora diciamo che la pubblicazione delle delibere (e di tutti gli altri atti pubblici emessi dal Municipio) è il nostro sogno come lo è per lei ma che non rientra nelle linee-guida del progetto qui discusso. Rientra purtroppo nella mancata attuazione della Risoluzione 11.2004 della quale ogni giorno chiediamo cocciutamente conto ai nostri amministratori senza mai ricevere una risposta da chicchessia.

    Al Consigliere Molinari diciamo che ci dispiace che consideri il nostro blog uno sfogatoio, per quanto anche gli sfoghi possono risultare utili se usati come termometro del consenso/dissenso della comunità sulle cose dette, ma soprattutto su quelle fatte.
    WI-FI al Municipio ? ottima idea se servirà ad un rapporto ancor più stretto ed immediato fra amministratori e cittadini. Ma che fine ha fatto l’hot-spot che doveva essere installato sulla Torretta Valadier con l’obiettivo di dare una connessione wi-fi gratuita sulla piazza ?

    Ancora grazie a tutti. Siamo onorati, senza alcuna retorica, della vostra calorosa ed assidua presenza su VignaClaraBlog che proprio qualche minuto fa ha superato i 160.000 accessi in soli 11 mesi.
    VignaClaraBlog

  24. NON CASCATECI!!! Questi Signori, centro DX e centroSX, SONO IN GRAN PARTE GLI STESSI CHE NEL 2004 nel nuovo Regolamento XX Municipio, hanno innalzato da 1 (una) a 50 (cinquanta) il numero di firme necessarie per presentare validamente una petizione al Municipio XX!!! E dire che la Costituzione prevede 1 sola firma per le petizioni alle Camere, e lo Statuto di Roma 1 sola firma per le petizioni al Sindaco !!! VERGOGNATEVI !!!!!!!!!!!

  25. La mia non voleva essere una provocazione ma solo un invito a fare della comunicazione uno strumento per lavorare e collaborare in maniera costruttiva e non uno strumento sterile e isolato. La centralina wi-fi da installare sulla torretta di Ponte Milvio è un progetto della Agenzia del Comune di Roma “RomaWireless”, il Municipio XX ha dato l’autorizzazione alla installazione dopo il parere favorevole della Sovrintendenza ai Beni Archeologici e Monumentali. Nei prossimi giorni mi vedrò con Roma Wireless per fornirvi dettagli sui tempi di realizzazione. Cordiali saluti.
    Giuseppe Molinari

  26. Meno male che hanno alzato il limite da 1 a 50, altrimenti ogni cittadino che si svegliava storto la mattina poteva presentare una petizione…

  27. Poi dì che non è vero che fai l’avvocato difensore ! Mai una volta che tu dia ragione ad uno di noi, magari solo a livello teorico. Certo che hai un senso delle istituzioni proprio da pretoriano, senza offesa.
    Ma 50 firme non ti sembano ancora pochine ? c’è sempre il rischio che qualche noioso cittadino riesca ad ottenerle, facciamo una cosa, proponi che portino il limite a 150.000, oltre il numero dei residenti di questo municipio in modo che alcuna petizione potrà essere mai presentata e cosi’ non si correrà mai il rischio che i baldi consiglieri vengano disturbati da questi rompiscatole ignoranti di cittadini che osano intromettersi nella gestione del territorio !

  28. Caro Maurizio,

    onestamente alzare il numero di firme richieste è stata una cosa saggia… lei si immagina 150.000 petizioni?
    senza considerare che chiunque (anche una sola persona) può segnalare una problematica che, se verificata come tale, sarà presa in considerazione dalle commissioni competenti e possibilmente risolta.
    Infine una cosa: se io sono Consigliere (anzi ormai ero!!) del XX, non lo sono per grazia ricevuta ma perchè eletto con voto di preferenza che mi considerano degno di fiducia… solo per precisare perchè non mi comincia a stufare un po’ la storiella della torre d’avorio in cui sono presenti degli eletti del Signore.
    Cordialmente,

    Stefano Erbaggi
    Cons. AN Municipio Roma XX
    347-0345297 – stefanoerbaggi@hotmail.it

  29. Mi consenta l’irriverenza: sara tutto vero quello che dice, non lo metto in dubbio, resta il fatto che nonostante la sua affermazione ” chiunque (anche una sola persona) può segnalare una problematica che, se verificata come tale, sarà presa in considerazione dalle commissioni competenti e possibilmente risolta.” le ricordo che una petizione con 250 firme è stata ignorata per oltre due mesi, il progetto alternativo presentato con la stessa non è stato mai preso in considerazione, la semplice discussione in aula consigliare è stata bloccata dal suo collega Calendino. Parlo di via del Podismo se non fosse chiaro, perche la lingua batte dove il dente duole, e questo dente ora mi fa ancora più male dopo aver letto la sua uscita circa le problematiche che se segnalate vengono prese in considerazione e poi risolte…. se la poteva pure risparmiare, a meno che non le piaccia giocare col boomerang.

  30. No, con il boomerang sono abbastanza imbranato.
    Mi perdoni ma, come ho giò detto, per la casetta di via del Podismo non penso che si tratti di problematiche bensì di diversi punti di pista su un servizio da dare alla cittadinanza.
    Con questo vorrei precisare che come ci sono cittadini contrari alla realizzazione, ce ne sono altri favoreli.
    Concludo mettendo in chiaro che se per la casetta dovesse lontanamente essere ipotizzato un utilizzo commerciale, io sarò il primo ad incatenarmi all’ingresso.
    Ma so che non succederà.
    Cordialmente,

    Stefano Erbaggi
    Cons. AN Municipio Roma XX
    347-0345297 – stefanoerbaggi@hotmail.it

  31. Vedo che con il boomerang, anche se imbranato, vuole far pratica!

    Se ci volesse – cortesemente – dire quale sia il “servizio” che si vuole dare alla cittadinanza… ne saremmo tutti felici. Anche perché, sino ad ora, più che di un “servizio“, si è avuta l’impressione che si potesse trattare di un “servizietto“…

    Sarebbe cosa assai utile conoscere le motivazioni dei favorevoli.., perché non ce ne riporta qualcuna? Se la trova…

  32. Maurizio aumentare a 150.000? No dai, un po’ troppe firme. 🙂
    Condivido l’intervento del Cons. Erbaggi.
    Sbaglio o anche tramite questo blog (a prescindere da via del podismo da lei evidenziata) alcune problematiche erano state evidenziate e poi seguite da un consigliere o da un altro?
    E poi mi scusi: se ho un problema prima chiedo informazioni, magari anche al consigliere da me votato o vicino alla mia parte politica; poi in caso di impossibilità di comunicazione allora si passa alla petizione.
    Un pretoriano: simpatica come immagine. 🙂
    E poi non è che non dò ragione a nessuno, l’argomento è quasi sempre lo stesso!
    Ed in ogni caso non mi pare di scrivere cose fuori dal mondo!

  33. Senti Pierluigi, sei simpatico e brillante, ma non mi prendere in giro e non minimizzare tanto per ridicolizzare. So benissimo che un cittadino non penserebbe mai a fare una petizione per fare riparare la buca sotto casa. Io difendevo l’istituto della petizione, come strumento in mano ai cittadini per costringere la pubblica amministrazione a prendere in esame un problema. Elevarne le firme da 1 a 50 (per quante poche ancora siano 50) è stato un preciso atto di autodifesa della classe politica locale, un mattone in più sui bastioni della torre d’avorio che solo il consigliere Erbaggi si ostina a negare.

  34. Maurizio, a parte gli scherzi lungi da me prenderti in giro.
    Si scherza e si tiene il discorso su toni leggeri, tutto qua.
    Lo penso anche io che non tutti si metterebbero a fare una petizione (anche perchè sono CONVINTO che questo “strumento” è assai poco conosciuto in mezzo ai cittadini), ma obiettivamente e seriamente: da 1 a 50 cittadini non sembra un po’ più normale come cifra?
    Perchè una problematica da petizione può essere quella di un quatiere intero, ma anche quella di una via, quindi almeno un po’ di firme servono.
    Per le problematiche di una palazzina (che se molto grande ci potrebbe arrivare alle 50 firme) ci si muovesse direttamente con i consiglieri (è anche un modo per metterli, come dire, alla prova).
    E non lo dico per difendere l’amministrazione, te l’assicuro.

  35. E perchè alla camera, al senato, al comune di roma basta una sola firma ?? Parliamo due lingue diverse Pierluigi, io difendo il ruolo attivo del cittadino con tutti gli strumenti a sua disposizione per tutelare i suoi diritti, tu mi rispondi con l’invito pratico a “darsi da fare” con i consiglieri, una sorta di ricorso al padrinato (nel senso buono della parola, per carità) ! Sai che ti dico, un po’ malignamente ? che forse, è proprio per questo che è stato innalzato il numero delle firme: per non perdere questo potere, quello del signorotto che dispensa i suoi favori alla plebe.
    E guarda che non sto facendo distinzioni fra sinistra e destra, quindi non metterti subito sulla difensiva. Però basta, stiamo annoiando gli altri visto che è diventato solo un discorso fra te e me e che non interviene nessuno.
    alla prossima. Maurizio

  36. Ma infatti se devo essere sincero (prima non sapevo queste regole sulle petizioni, non avendone mai fatte) le reputo sbagliate.
    Una petizione è giusto che sia firmata da un numero adeguato di persone.
    Riguardo al ricorso al consigliere: se il consigliere da me votato non si muove per la mia zona nonostante le segnalazioni di problemi e disservizi beh, vuol dire che la prossima volta non lo voterò nuovamente.
    Non sono assolutamente per il rapporto “signorotto-cittadino”.
    Cmq non mi dispiacciono affatto questi confronti, anzi.
    Speriamo di non aver annoiato troppo i lettori! 🙂
    A presto.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome