Home AMBIENTE Roma-Nord, continuano gli sgomberi

Roma-Nord, continuano gli sgomberi

sgombero-baracche.jpgApprendiamo dal nostro “vicino” Vejo.it che nella mattinata di ieri una squadra composta da Polizia di Stato, Polizia Idraulica Fluviale, Ardis, Anas, sala operativa sociale e l’ufficio per i diritti degli animali ha bonificato l’area tra la stazione di Labaro e la rampa del G.R.A. in direzione Aurelia, occupata da diversi mesi da circa 20 baracche.  Questo intervento è il primo di una serie di operazioni che termineranno venerdì e che porteranno alla bonifica di tutte le baraccopoli che sorgono a Labaro, Prima Porta e lungo la via Flaminia.

All’atto dello sgombero di ieri erano rimasti solo 30 rom, gli altri avevano abbandonato l’area già nei giorni scorsi in seguito agli avvisi della Polizia. Tutti hanno rifiutato i programmi di assistenza del Comune di Roma (case famiglia, villaggi della solidarietà ecc…) e si sono allontanati. Per dove non si sa.

Trattandosi per lo più di romeni comunitari non possono essere espulsi, se non per gravi motivi. Si tenta quindi la strada dell’integrazione, che il più delle volte viene rifiutata. L’altra strada battuta è quella del ritorno in patria concordato, attraverso programmi di inserimento nelle attività italiane in Romania sviluppati insieme al governo romeno, una soluzione complessa, ragionata e condivisibile, ma che coinvolge ovviamente una minima parte degli immigrati. Gli sgomberi di questi giorni rappresentano quindi solo uno spostamento del problema da un quartiere all’altro di Roma…

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome