Home ATTUALITÀ Le scalette di via Vaccari

Le scalette di via Vaccari

a-scuola-per-le-scalette.jpgRiceviamo questa mail da una giovane lettrice che ci espone un problema di viabilità e di pulizia in modo così garbato che non possiamo non pubblicarla. Non sappiamo di chi sia la competenza sulle scalette di cui ci parla, se del Municipio, dell’Ama o dell’Ufficio Giardini, ma la richiesta è così sensata e così facilmente esaudibile che siamo certi sarà subito raccolta da uno dei tanti volenterosi Consiglieri Municipali che frequantano questo blog. Anche perché, ci permettiamo di suggerire, a pochissimi metri dal termine delle scalette c’è proprio una sede dell’Ufficio Giardini del XX Municipio: non ci vorrebbe molto a chieder loro di effettuare un rapido intervento. Ma leggiamo cosa ci dice Alessandra:  

“Salve, sono Alessandra ed abito in via Giuseppe Vaccari, una traversa di via dei Colli della Farnesina. Un posto molto tranquillo ma tanto isolato perché per andare a scuola o per qualsiasi altra necessità occorrerebbe prendere la macchina. Uso il condizionale perché per fortuna da metà di Via Vaccari parte una lunga rampa di scalette che scendono fino a Piazza Moizo, via della Farnesina, consentendo a tutti i ragazzi di questa zona di andare a piedi alle medie o al liceo che sono lì vicino, alle mamme di andare a fare la spesa, etc. Certo, al ritorno è un po’ faticoso, ma è sempre meglio di dover usare macchine o motorini per fare tutto il giro mettendoci  non meno di un quarto d’ora per andare in un posto che con le scalette ci metti due minuti.

Però queste scalette sono sporche, brutte, scivolose, negli angoli ogni tanto si vedono delle siringhe, i gradini sono coperti dall’erba e dal muschio per cui è molto facile scivolare per non parlare dell’illuminazione, la sera fa paura passarci. Ecco, sarebbe possibile tramite il vostro sito chiedere a qualcuno che ogni tanto, almeno due volte l’anno, fosse fatta un po’ di manutenzione su queste scalette che per la zona sono molto importanti perché, con tutti i problemi di inquinamento che abbiamo, evitano a tante persone di dover per forza prendere la macchina ? Grazie e tanti auguri. Alessandra”

Visita la nostra pagina di Facebook

9 COMMENTI

  1. Gentile sig.ra Alessandra, se le scale sono pubbliche o sono comunque in manutenzione municipale la competenza riguardo la pulizia è dell’Ama. Fatte le dovute verifiche, se di competenza, inviterò l’Ama a provvedere alla pulizia periodica delle scalette. Cercherò di tenerla al corrente circa gli sviluppi.
    Cordiali saluti, Simone Ariola -Consigliere Municipio Roma XX- 338/2750564-

  2. Grazie Consigliere Ariola
    vorremmo che il nostro blog funzionasse sempre così.
    Botta e risposta.
    Aspettiamo la … risposta

  3. Gent. Alessandra,

    il problema è che temo che Via Giuseppe Vaccari non sia una strada pubblica, bensì una strada privata uso pubblico….
    Questo perchè ho cercato la suddetta strada nell’elenco allegato al contratto del Comune di Roma con AMA e non risulta, nè come giuseppe vaccari nè come vaccari e basta…
    da ciò sono quasi sicuro che la competenza non sia quindi dell’AMA ma di privati (frontisti? costruttore delle abitazioni?).
    Comunque ne parlerò anche con Simone Ariola e le daremo una risposta certa.
    A presto,

    Stefano Erbaggi
    Cons. AN Municipio Roma XX
    347-0345297 – stefanoerbaggi@hotmail.it

  4. Cari Ariola ed Erbaggi, se non le conoscete, andate 2 minuti a vedere queste scalette e vi renderete conto che svolgono un servizio eccezionale perchè congiungono due zone molto lontane fra loro dovendo usare l’auto, ma invece vicinissime andando a piedi (tre minuti per percorrerle in salita). Ora capire se facciano parte di via Vaccari (e quindi escluse dal servizio AMA) o invece siano un tutt’uno con piazza Moizo (e quindi incluse nel servizio) mi sembra che ci allontani dal problema. Ci sono voluto andare questo pomeriggio e confermo: non tanto per la sporcizia quanto per la muffa, il muschio, le foglie marce e l’erbaccia, i gradini sono veramente scivolosi ed immaginare frotte di bambini, ragazzi ed anziani che le percorrono tutti i giorni correndo il rischio di cadere e rompersi una gamba dovrebbe far scattare un immediato intervento del Municipio a prescindere dalle competenze, non pensate ?
    Ricordiamoci che per ogni persona che usa queste scalette c’è un’auto o un motorino in meno in circolazione.
    Il Municipio è veramente talmente impotente da non poter chiedere all’Ufficio Giardini, che dista 50 metri (in via della Farnesina 269) da quelle scalette di impegnare una squadra per un giorno a ripulirle da erbacce e foglie marce ? Non ci credo, volere è potere. Dai, unite le vostre forze. Ciao.

  5. E’ veramente scoraggiante notare come ogni volta che si pone un problema, anche di facile soluzione come questo, inizi il solito scaricabarile tra servizi, assessorati, municipi, delegazioni, uffici ecc. Per carità, e mi rivolgo ai due consiglieri intervenuti più sopra, tutto ciò che scrivete sarà sicuramente vero, ma a questo punto (e la mia è solo una domanda e non un’insinuazione) vorrei sapere da Voi, come “addetti ai lavori” e non come responsabili dell’episodio, se è vero che i marciapiedi di via Apollo Pizio e strade adiacenti, siano stati messi a posto a tempo di record perchè è andato ad abitare in loco il nostro Governatore Marrazzo? E se è vero, come mai questa volta nessuno ha scaricato alcun barile? Cara Alessandra spero che la tua garbata lettera aiuti a risolvere la situazione. In bocca al lupo e, mi raccomando, continua comunque così perchè come questo Blog insegna a volte basta una penna (o una tastiera nel tuo caso) per fare la differenza tra un cittadino ed un suddito!

  6. Gentile Avv. Colica,
    in merito alle sue osservazioni mi permetto di integrare con alcune notizie.

    Per Via Apollo Pizio, i marciapiedi sono stati rifatti a seguito di un mio emendamento del 2006 per rifare i marciapiedi di Via A.Pizio, Via Nemea, Via Zandonai e Via F. Coletti. I fondi non erano molti, ma si è cercato di fare il possibile.

    Per Via Vaccari, se non sono cambiate le situazioni patrimoniali, e non lo sono, la scalinata è privata, ovvero non risulta essere stata ancora acquisita al patrimonio pubblico. Dico questo con cognizione in quanto a Via Vaccari abita mio zio (perdonate il riferimento personale), il quale anni fa mi segnalò la cosa, ma il risultato non fu quello sperato.

    Evidentemente la convenzione tra costruttore e Comune, per la concessione edilizia, ha previsto la realizzazione della scalinata ma non il suo contestuale passaggio al patrimonio pubblico. Anche Via Vaccari non è in manutenzione del Municipio.

    Contrariamente, la scalinata da Via Mengotti a C.so Francia è pubblica.

    Mi dispiace di aver dato solo una risposta sulle competenze e non sulle efficienze.

    Cordialmente
    Ludovico Todini

  7. Gentile Todini, permettimi un’osservazione ed una richiesta. La prima è che Il Municipio potrebbe comunque emettere una diffida ai proprietari delle scalette ad effettuarne la manutenzione visto lo stato di pericolosità latente, o no ?
    La seconda: visto che a te dobbiamo il rifacimento dei marciapiedi di via Pizio, via Coletti, via Zandonai e via Nemea per favore intervieni a favore di quest’ultima: il tratto dei lavori sul lato destro, partendo dalla Chiesa, sono fermi da oltre un mese ed il marciapiede è inutilizzabile dai pedoni e da chi attende l’autobus. Grazie.

  8. Caro Claudio,
    ho solo fatto un emendamento al bilancio, recependo le richieste dei cittadini del quartiere. Ho ben notato l’interruzione dei lavori da almeno due mesi, circa. Riparlerò con il direttore dei lavori…

    Circa l’ordinanza di diffida ad adempiere, è vero. Dopo aver verificato il reale pericolo e se esiste pubblico transito (nel senso definito dal Codice della Strada).

    Esorti il Municipio ad emettere l’ordinanza? La Sig.ra Alessandra è dello stesso avviso e con lei i residenti? Una volta capito che si tratta di accesso privato, possono attivarsi loro senza necessità di “ordini”. In fondo, siamo tutti adulti, capiamo bene quando c’è necessità di intervenire o meno.

    Cordialmente
    Ludovico Todini

  9. mi permetto di intervenire per dare un suggerimento ai consiglieri Ariola e Erbaggi. per le strade escluse dal contratto di servizio ama è possibile immaginare interventi mirati. è evidente che l’impegno che può assumere il governo del municipio va in due direzioni: da un lato chiedere all’ama di pulire le scale pagando l’intervento straordinario, dall’altro mettere le vie che fino ad oggi sono state segnalate al municipio nel contratto di servizio. marco tolli

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome