Home AMBIENTE Via Cassia, da oltre un anno vivono dentro un’auto

Via Cassia, da oltre un anno vivono dentro un’auto

extracomunitari.jpg“Da almeno un anno e mezzo una famiglia numerosa vive in auto in una traversa della Via Cassia, in Via del Sesto Miglio. Molteplici le segnalazioni dei cittadini senza che alcun ufficio competente abbia mai risolto la questione”.  A riferirlo è Ludovico Todini, capogruppo AN al XX Municipio, in un suo comunicato rilanciato da diverse testate fra le quali Il Messaggero.

 “Segnalai la questione già oltre un mese fa – spiega Todini – constatando l’evidente degrado e le scarsissime condizioni igieniche e chiedendo interventi adeguati. Allo stato attuale queste persone, di origine indiana,vivono ancora in auto, espletano le loro funzioni corporali in mezzo alla strada o in un secchio e forse si lavano alla prima fontanella disponibile. Tutto questo in una zona residenziale e commerciale allo stesso tempo, sotto gli occhi di tutti”. “È inconcepibile – conclude Todini – che si permettano simili spettacoli, ma, ancor più, che la burocrazia sia impietosa nei confronti dei cittadini operosi e cieca, sorda e muta, nonostante gli esposti, di fronte al degrado ed all’inciviltà. Ho presentato un’interrogazione sollecitando interventi almeno di natura identificativa perchè, se non in regola con le vigenti normative, si provveda”

NdR: Senza alcuna vena polemica, ci si creda, nei riguardi del consigliere Todini desideriamo però segnalare che, a nostro avviso, il primo ufficio competente che avrebbe dovuto attivarsi per la soluzione di questo caso doveva essere proprio l’Ufficio Servizi Sociali del XX Municipio. Lo invitiamo quindi cortesemente a precisare a  chi, un mese fa, è stata fatta la prima segnalazione ed  a chi, oggi, è stata presentata l’interrogazione e lo chiediamo non certo per cercare capri espiatori ma solo per capire come si muovono, o dovrebbero muoversi, le istituzioni di prossimità.    

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. Rispondo molto volentieri per togliere ogni dubbio.

    Quando parlo di ‘uffici competenti’ mi riferisco al NAE (Nucleo Assistenza Emarginati) della Polizia Municipale del XX Gruppo. Costoro, dotati delle qualifiche di Polizia Giudiziaria, avrebbero potuto procedere all’identificazione, ai vari accertamenti di natura civile e penale e prestare assistenza attivando i servizi sociali.

    I Servizi Sociali da soli offrono solo assistenza, ma non vanno oltre.

    Cordialmente
    Ludovico Todini

  2. Gentile Redazione,
    Giovedi13 dicembre 2007 la Polizia di Stato è intervenuta a Via del Sesto Miglio, rimuovendo la vettura con tutto ciò che arredava “l’abitazione”.

    Le persone sono state accompagnate presso il posto di polizia per gli accertamenti e le procedure previste dalla legge.

    Cordialmente
    Ludovico Todini
    (Capogruppo AN – XX Municipio)

  3. Ringraziamo il Consigliere Todini per lo scrupolo dimostrato nell’averci dato questo aggiornamento. Non c’è nulla di peggio che leggere le denunce e poi non sapere come vanno a finire.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome