Home AMBIENTE Via Mastrigli: forse si intravede uno spiraglio

Via Mastrigli: forse si intravede uno spiraglio

Via MastrigliAlessandro Sterpa Consigliere e presidente della Comissione Trasparenza del XX municipio ci ha inviato la seguente comunicazione che pubblichiamo volentieri. Dopo tanto tempo forse si intravede la fine di questa incresciosa situazione.

Carissimi amici,
devo dirVi che oggi, 12 ottobre 2007, siamo riusciti a mettere un altro importante tassello per risolvere il drammatico problema della discarica di Via Mastrigli.
Questa mattina, infatti, ho avuto il personale piacere, insieme ad altri cittadini, di accompagnare i tecnici dell’AMA a svolgere il sopralluogo nell’area interessata.
Tale sopralluogo è stato necessario per preventivare i costi della pulizia e del ripristino dei luoghi e per raccogliere tutti gli elementi utili ai fini logistici ed organizzativi per l’intevrento che l’AMA farà, per conto del Comune di Roma (Dipartimento X). In seguito il Comune di Roma, dopo averlo pagato l’AMA per la pulizia straordinaria, si rifarà sul privato inadempiente.
L’AMA chiederà molto probabilmente la collaborazione, per l’operazione, sia del Municipio (divieti di sosta e circolazione da modificare per i 7 giorni di intervento che sembra si stiano stimando), sia delle forze di publica sicurezza.
Ora, dopo che anche questo importante tassello è messo, aspettiamo la firma del Comune di Roma sotto il preventivo dell’AMA, che, considerato il degrado igienico sanitario e l’emergenza di inquinamento ambientale, dovrebbe essere rapida.

Rimango, come sempre, a Vostra disposizione.

Affettuosi saluti.

Alessandro Sterpa
Consigliere L’ULIVO
Municipio Roma XX
Pres. Comm. Trasparenza
www.sterpa.it – sterpa@sterpa.it

Visita la nostra pagina di Facebook

8 COMMENTI

  1. Ad integrazione di quanto detto dal collega Con. Sterpa, devo dire che il preventivo l’AMA lo ha già fatto a maggio 2007, dopo la notifica dell’ordinanza al XX Municipio. Il costo si aggira sui 15.000 € circa, tanto che l’Uff. Tecnico del XX Municipio, dopo aver chiesto illo tempore i fondi necessari al Comune, si sta riattivando con fondi propri per eseguire, o meglio far eseguire dall’Ama, l’intervento e chiudere la pratica.
    Ora, se dopo il nulla dovessimo avere un doppio intervento, sarebbe paradossale.
    Coordiniamoci.
    Cordialmente
    Ludovico Todini
    Capogruppo AN – XX Municipio

  2. Coordinatevi, ben detto Todini. Non è polemica la mia, sia subito chiaro, ma è perplessità perchè proprio dai due consiglieri che più si son dati da fare per via Mastrigli ed il cui lavoro è stato da tutti apprezzato riceviamo notizie contrastanti, eppure la fonte dovrebbe essere unica, o no ? Gli uffici del Muncipio..
    Ed invece, dando per scontata l’assoluta buona fede di entrambi, dall’uno apprendiamo che l’AMA, per poter fare il preventivo, si è recata a fare un sopralluogo il 12 c.m. e dall’altro scopriamo che un preventivo esiste da Maggio.
    Preventivo a carico del Municipio per l’uno, a carico del Comune per l’altro.
    Preventivo di soli 15.000 per l’uno mentre “si tratta di trovare un bel po’ di soldi” dice l’altro (in un suo commento del 4 ottobre).

    Todini, Sterpa, per il bene di via Mastrigli coordinatevi veramente (oppure date una bella strigliata a chi vi informa malamente) perchè se non lo fate voi, che avete lavorato sul caso concretamente superando i preconcetti di schieramento, chi altri può farlo ?

    Ed infine, un’amara constatazione: caro Todini, esiste da Maggio un preventivo di soli 15.000 euro e lei dice che l’Ufficio Tecnico del Municipio è andato elomosinando tale importo per mesi e mesi, mentre a Via Mastrigli stavano in quelle condizioni ??
    Vuol dire che il Municipio non aveva 15.000 euro da stanziare nel giro di 48h per un intervento straordinario di emergenza sanitaria ??
    E se fosse così, vuol dire che nessuno, titolare compreso, ha pensato ad attingere alla voce del bilancio municipale denominata “UOI” (fondi a disposizione del presidente) ??
    E’ dunque vero quel che ho scritto in un mio commento del 4 ottobre e che nessuno ha smentito: ai vertici politici ed amministrativi del Municipio, diciamo pure al Presidente ed al Direttore, è mancato in assoluto il decisionismo.
    Volere è potere, basta volerlo. Qualcuno glielo dica.

  3. Cari Amici,
    scusate, ma qui c’è ben poco da coordinare, perchè siamo di fronte ad un chiaro quadro di competenze.
    In ragione dell’ordinanza del Sindaco del maggio 2007 diretta al privato e la successiva richiesta di D.D. al Comune affinchè intervenisse in danno al privato, la competenza è del Comune di Roma che, per svolgere l’attività, si rivolge all’AMA.
    Inoltre, io non parlo per fonti terze, ma perchè ho fatto una serie di incontri in Comune ed ero presente durante il sopralluogo dell’AMA del 12 ottobre scorso.
    Ancora, il preventivo è ben superiore dei 15.000,00 Euro dei quali parla Todini perchè prevede almeno 40 camion da 25q e relativi viaggi (la stima è di almeno 50.000,00 Euro, salvo imprevisti per il recupero dei rifiuti nella vallata sottostante), nonchè la bonifica del terreno che è stato inondato dai liquidi residui e di reflusso naturale.
    Caro Todini, apprezzo molto i tuoi sforzi e sai che ti stimo, ma – perdonami – è semplicemente “due volte comico” quello che dici.
    In primo luogo, il Municipio non ha competenze in materia e non si capisce come mai faccia preventivi (chi l’ha chiesto e chi l’ha fatto? un privato? la Polizia Municipale? i Consiglieri?…bah!) visto che per questi lavori c’è un contratto di servizio tra Comune di Roma (e Municiio, quindi) e l’AMA… è come se io (Comune – Municipio, che hanno un bilancio unico integrato!) sono proprietario di un negozio di mobili (ossia l’AMA) e vado a chiedere il preventivo per comprare un tavolo al negozio di altri!!!! Ma di cosa stiamo parlando?
    Todini, mi dica chi ha chiesto il preventivo a chi, perchè, come Cittadino e come Presidente della Commissione Trasparenza, sarei felice di sapere come si imposta la spesa dei soldi dei cittadini del mio Municipio!!!
    Poi, se il Municipio ha chiesto il preventivo all’AMA mi chiedo perchè non è stato allegato alla richeista di D.D. fatta dalla polizia Municipale al Comune di Roma?
    Detto questo, aggiungo a rigor di logica: ma vi pare normale che la Polizia Municipale del Municipio XX effettua formale richiesta di DD al Comune di Roma il 27 luglio scorso con la quale chiede al Comune di pulire l’area avvalendosi dell’AMA e, intanto, i consiglieri del Municipio parlino di preventivi del Municipio chiesti non si capisce da che a chi? a terzi non meglio individuati o all’AMA stessa?
    Inoltre, come fa caro Todini a dirmi “coordiniamoci” se nessun esponente di AN (il suo gruppo, del quale è alla guida) viene in Commissione Trasparenza a dirci cosa state facendo per Via Mastrigli. Anzi, sia Ariola che Petrelli – che rappresentano AN nella Commissione che presiedo – hanno mai parlato di preventivi del Municipio.
    Una cosa è coordinarsi, e su questo siamo d’accordo; una cosa è inseguire le fantasie della maggioranza che governa questo Municipio, e qui la vedo più difficile.
    Se la maggioranza vuole svolgere un ruolo utile, credo, debba solo fare una semplice cosa: tempestare gli organi competenti in Comune per avere finanziata la DD. Stop. Basta questo.
    Anzi, meglio, basterebbe questo, se ci fosse una cultura di governo in tutta la maggioranza politica che governa il Muniicpio e non solo in alcune sue parti.
    Detto questo, quando puliremo la discarica, il centrodestra uscirà con decine di articoli sui giornali di schieramento (libero, il giornale, il tempo…) dicendo che in Municpio XX si risolvono i problemi, mentre il preventivo del Municipio resterà chiuso in un cassetto ed il Comune di Roma avrà dovuto pagare 4 volte l’importo che sarebbe costata la pulizia se qualcuno, con ruoli politici nel Municipio XX, avesse preso a cuore la questione qualche mese prima e con un pò di energia di più.
    La Commissione Trasparenza, che a fine aprile ha ricevuto il Dott. Di Giulio, un mese esatto dopo ha ottenuto l’ordinanza del Sindaco di Roma grazie alla ASL Roma E. QUesti sono dati, fatti, cose certe. Sui “se” non si costruisce nulla…anzi, direi che non si pulisce nulla!

    Saluti carissimi.

    Alessandro Sterpa
    Cons. L’Ulivo per Veltroni
    Municipio Roma XX
    http://www.sterpa.it

  4. Gentile Redazione e Caro Collega Sterpa,
    avrei qualche motivo anch’io per polemizzare, ma il fatto non mi interessa. Cambiamo marcia e puliamo sta maledetta discarica!
    Al Dr. Cafasso rispondo che, il preventivo esiste da maggio-giugno 2007 ed i fondi non si sono trovati in quanto già a metà anno per ciò che attiene le questioni di bilancio. Infatti, con l’assestamento di agosto, disponibile da settembre (scusate i tecnicismi, ma così è), sono entrate nuove risorse in Municipio, sebbene non in modo ingente, ma pur sempre sufficienti per poter far fronte alla questione. Infatti a maggio-giugno il Municipio ha chiesto i fondi necessari al Comune per far fronte alla bonifica.

    Al Cons. Sterpa vorrei dire che dall’ordinanza si evince, ma potrei sbagliarmi ed è per questo che dico “coordiniamoci”, che le competenze sono state affidate al Municipio. Se così non fosse, occorre fare chiarezza in modo da non spendere due volte per la soluzione dello stesso problema.

    Ripeto l’invito, che se non giudicato “comico” può essere sempre valido e risolutivo, coordiniamoci! In caso contrario io andrò avanti per la soluzione del problema, dando atto anche a te, caro Sterpa, di aver fatto il tuo.

    Cordialmente
    Ludovico Todini

  5. a noi cittadini che leggiamo svogliatamente e con noia questo duello a distanza tra i consiglieri Todini e Sterpa, sembra che ci sia un bel po’ di confusione su chi fa cosa all’interno delle istituzioni del XXmo Municipio.

    Sterpa (opposizione) dice che la rimozione della discarica è di competenza del Comune, e ben fà ad impegnarsi per ottenere un qualche risultato, però sembra che non lo abbia riferito al Consiglio del XXmo, nè tantomeno a Todini (maggioranza) che lavora sulla stessa questione.

    Todini risponde che è farina del sacco del XXmo Municipio e ci comunica che ci sono i soldi per pulire l’area incriminata, e noi commentiamo che ne siamo felici e che vorremmo sapere quando saranno spesi questi fondi. Peccato che tale comunicazione sembra non sia passata in sede consiliare e Sterpa (opposizione) non lo sapesse.

    E’ esaltante che questo dibattito sulla difficoltà di comunicazione intra-municipale si svolga su questo rispettabilissimo blog, anche se sarebbe preferibile che argomenti vitali per tutti i cittadini venissero affrontati e confrontati nella sede istituzionale del Municipio.

    Rimane pur sempre chiara che la responsabilità politica della gestione del territorio, e di come è affrontato questo specifico problema, è della maggioranza CdL guidata da Fasoli.

    Rimane aperta la grande domanda:

    Perchè ci vuole un anno per pulire uno schifo come la discarica Mastrigli quando:

    1) c’è la volontà comune di maggioranza ed opposizione di volerlo fare (e vorremmo vedere!);
    2) ci sono le ordinanze per poter eseguire legalmente l’azione di bonifica e denunciare i malfattori;
    3) ci sono i soldi per farlo.

    Organizziamoci!

    LM

  6. egr. todini,

    lei è il capogruppo di AN al municipio XX. il suo partito concorre al governo del municipio ed è politicamente ed amministrativamente responsabile per quello che accade nel territorio.

    in un suo commento precedente, ci fa sapere che il municipio “si sta riattivando con fondi propri, o meglio far eseguire dall’AMA l’intervento, e chiudere la pratica.”

    facciamo notare che la giunta municipale (e i consiglieri del suo partito), aveva tutti gli strumenti per agire immediatamente dopo la ordinanza del Comune di rimozione dei rifiuti .

    la situazione della area interessata, si legge dai giornali (Libero e Quotidiano della Sera) è drammatica.

    personaggi senza scrupoli ricattano il Municipio ed il Comune, prendendo in ostaggio i residenti del villaggio dei cronisti e continuando ad accumulare immondizie. i malfattori sanno bene che non pagheranno i costi di bonifica e che il conto finale sarà addebitato alle casse del Comune, e quindi ai cittadini che già pagano per conto proprio l’AMA per i cassonetti.

    ci può spiegare per quale motivo il Municipio “si sta riattivando” solo adesso, passate settimane e mesi dall’inizio della faccenda?

    dove siete stati lei, fasoli e tutti i consiglieri della giunta negli ultimi mesi?

    quali problemi più urgenti avete affrontato in Municipio da omettere di discutere almeno una volta in Consiglio il peggiore scandalo del XXmo Municipio?

    todini, lei pensa veramente di andare fino in fondo alla questione, di difendere i diritti alla sanità dei cittadini del XXmo e finalmente di denunciare penalmente i responsabili del degrado, oppure la sua è soltanto una esternazione, diciamo, di tipo elettorale ?

    dica ai cittadini del XXmo un buon motivo per votare per lei e fasoli dopo la bella figura della discarica.

    magari ci potrebbe dire se farà rimuovere la discarica tra una oppure due o tre settimane. oppure dopo natale.

    dal carteggio tra lei e sterpa, comprendiamo che grazie alla lentezza del municipio, i costi dell’AMA saliranno da euro 15.000 (maggio) a 50.000 (ottobre). nel frattempo i ricattatori continuano a riempire la discarica, tanto pagheranno i cittadini con le loro tasse e con la loro salute.

    i cittadini sentitamente ringraziano il buon governo del XXmo.

    LM

  7. Litigare e discutere serve a poco in particolare quando non si conoscono bene gli atti amministrativi della faccenda…. l’importante è che a breve sia tolta tutta quella mondezza per respirare aria nuova !!
    Conosco il Consigliere Todini e sono certo che entro la prima decade di Novembre il Municipio con propri fondi attiverà l’AMA per il trasporto a discarica. Per il Dott. Sterpa informo che esiste una Ordinanza del Sindaco emessa dal Dipartimento di Via Merulana dove viene espressamente richiesta l’opera di bonifica da parte del Municipio coadiuvato dall’assistenza del Comando XX° Gruppo VV.UU. qualora in tempi celeri la controparte non provveda con mezzi propri . Nessuna richiesta è rivolta in quella ordinanza al Dipartimento X che con i propri fondi non riesce nemmeno a dare una riqualificazione decorosa alle aree verdi del Municipio figuriamoci a trovare al volo 50.00 Euro ma per favore!! A conferma di quanto dichiarato basti vedere chi sta attualmente lavorando al posto del Servizio Giardini capitanato dall’Arch. Masteangelo a Piazza Carli (di prossima Inauguazione),Largo Belloni,Via San Godenzo ecc.ecc.
    Mi chiedo come mai il Dipartimento che emette l’Ordinanza non ha provveduto in proprio alla immediata eliminazione del problema!! E’ facile inviare un provvedimento e scaricare l’onere di spendere migliaia di euro ad un Municipio che ha all’ordine dl giorno la risoluzione di innumerevoli problemi nelle scuole e nella rete viaria !! Si sappia infine che qualora il Municipio paghi questo intervento va da se che si toglieranno automaticamente 15/16.000 euro alla manutenzione stradale e scolastica.. già carente di fondi. Questo va puntualizzato per trasparenza !!

    Un saluto a tutti dal Professore

  8. Leggendo ancora ho trovate molte inesattezze……..prima di attaccare caro Dott. Sterpa… ma lo sa che la discarica di Via Mastrigli si trova in area privata recintata?? So che il Municipio si era avvalso da subito della convenzione con l’AMA tramite il Gabinetto del Sindaco Ufficio Decoro Urbano ma quando hanno capito che si trattava di area privata recintata non sono potuti intervenire con i loro fondi. Mi sembra strano che il Dipartimento X (Servizio Giardini) abbia qualche competenza in materia . Ripeto si tratta di area privata e il Municipio UNICO INCARICATO dell’operazione si è subito messo alla ricerca dei fondi necessari ma soltanto adesso con un’assestamento di bilancio potrebbero essere disponibili. A cose fatte avrei piacere di conoscerLa per erudirLa sulle procedure tecniche amministrative Comunali. Il Municipio ha un preventivo scritto dell’AMA di circa 15.000 euro adesso Lei richiamandoli ha creato il secondo preventivo di addirittura 50.000 euro che a me sembra assurdo in quanto a pochi mesi di distanza risulta quadruplicato. E cosa hanno buttato in questi pochi mesi un paio di astronavi?? Speriamo che l’operazione costi 15.000 altrimenti la Sua roboante partecipazione costerà alla collettività altri 35.000 euro che il Municipio assolutamente non dispone. Domanda : ma perchè invece di attivarsi in proprio e creare un problema non indifferente (35.000 Euro) non scrivete prima agli organi preposti di Presidenza, Amministrazione e Tecnico del Municipio per sapere cosa si sta facendo e come?? Leggo inoltre che Lei è proprio della Commissione trasparenza e cosa ci voleva a fare una richiesta in base alla Legge 241 per avere soddisfazione ai suoi quesiti? L’U.R.P. sta li proprio per ricevere tali richieste. Concludo dicendo che queste delicate operazioni vanno portate avanti e affrontate con la massima collaborazione e informazione senza attaccare esponenti di quello o l’altro partito cosa che leggendo Lei ha commesso. Qui i partiti non c’entrano niente ma conta solo portare a termine un grande disagio che stanno vivendo da mesi i cittadini di Via Mastrigli, il resto, caro amico sono solo chiacchiere e distintivo.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome