Home ATTUALITÀ La madre degli imbecilli

La madre degli imbecilli

due motociclisti feriti in pochi giorni dalla trappola di ferro.

 incidente.jpgLa madre degli imbecilli è sempre incinta. E’ un detto greve ma in questo caso terribilmente efficace e calzante in quanto, dopo la demenziale moda di qualche anno fa del lancio dei sassi dai cavalcavia, ecco alcuni imbecilli romani scovare un nuovo modo per passare qualche momento di ebbrezza a danno di innocenti. Gli episodi sono già due. Il primo a fine luglio in via di Rocca Cencia al Prenestino: alcuni ignoti hanno teso dei fili di corda e metallo da un albero all’altro ad altezza d’uomo ed un motociclista che passava di lì è rimasto vittima della trappola rischiando di rimanere decapitato.  Fortunatamente i cavi non lo hanno preso alla gola ma l’hanno colpito in pieno viso facendolo cadere a terra e procurandogli ferite al volto, alle braccia ed alle gambe.  Una stupida bravata della quale sembra siano stati autori dei giovanissimi visti aggirarsi nei paraggi da alcuni testimoni qualche momento prima dell’incidente.

Il secondo episodio è accaduto mercoledì  15 Agosto in via di Trigoria. Uno scooterista non si è accorto dell’ostacolo, costituito addirittura da un filo spinato teso in mezzo alla strada, e vi è finito sopra rovinando a terra, rimanendo ferito al collo e riportando ferite giudicate guaribili in sette giorni dal pronto soccorso nel quale è stato trasportato. Anche in questo caso è stato aperto un fascicolo contro ignoti e sul caso stanno indagando i Carabinieri della stazione di zona.

Ma nel frattempo è scattato l’allarme: un caso isolato non fa testo, due casi analoghi in pochi giorni agli inquirenti fanno pensare. A noi invece fanno pensare a quale livello di demenzialità possa arrivare la psiche umana, a quanto scarso valore venga dato alla vita, a quale tipo di emozione possa scatenare tanta voglia di far male.

Ma può anche darsi, senza dover scomodare gli psicologi, che si tratti solo di uno stupido gioco, di una bravata di un manipolo di dementi annoiati in un pomeriggio d’estate. Ma allora lo ribadiamo: la madre degli imbecilli è sempre incinta ed in questo caso non v’è contraccettivo che tenga.  

 Claudio Cafasso      

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome