Home ATTUALITÀ XX Municipio: lettera aperta al Presidente

XX Municipio: lettera aperta al Presidente

Pubblichiamo qui di seguito il testo integrale di una lettera aperta inviata oggi via mail al Presidente del XX Municipio, Massimiliano Fasoli, sul tema della comunicazione e del dialogo con i cittadini.

Egregio Presidente Fasoli,

La moderna tecnologia contribuisce alla realizzazione del decentramento, favorendo il rapporto diretto dei cittadini con le istituzioni e con coloro che le rappresentano…… oggi è sufficiente un semplice computer, di quelli che ormai sono entrati in tutte le case, per avviare un dialogo diretto anche con la massima espressione politica del Municipio, il suo Presidente…..impegno, però, che può essere mantenuto se i cittadini contribuiranno allo sviluppo del dialogo, intervenendo nel dibattito senza preconcetti, senza scelte aprioristiche o di parte, ma con la massima franchezza e nella convinzione che il dialogare è la premessa indispensabile per una convivenza pacifica e solidale ….ovviamente sarà mia premura rispondere personalmente a tutti quei cittadini che vorranno contattarmi..”  
Queste frasi in corsivo e virgolettate sono scritte, a sua firma, sulla pagina di presentazione del sito del XX  Municipio e, come si suol dire, sono musica per le orecchie dei cittadini. Musica bella che però non balla, dice un altro proverbio, perché, ci dispiace segnalarlo, i cittadini ed i lettori di questo Blog lamentano che sono in tanti ad aspettare da Lei una risposta ad una loro mail.

Ecco il tema di questa lettera: l’assenza di comunicazione con Lei e con il Municipio. Siamo certi che ci risponderà dicendoci che i cittadini hanno già a disposizione un sito web istituzionale fitto di notizie (e di un link non molto gradito…) ma noi La anticipiamo sottolineando che il sito, così concepito, serve solo ad informare mentre i cittadini chiedono invece di dialogare e di comunicare.

Ecco il punto: nonostante le buone intenzioni di cui sopra non è stato percepito che da tempo è giunto il momento di passare dall’informazione alla comunicazione la quale, con l’ascolto diretto delle persone, con il loro coinvolgimento, con le loro proteste e proposte Le potrebbe consentire di costruire un patrimonio conoscitivo prezioso, utile per mettere a punto le strategie e le azioni di miglioramento della qualità della vita del nostro territorio. Non vogliamo teorizzare, ma è certo che la comunicazione a due vie correttamente strutturata in un modello democratico è uno strumento che consente una reale partecipazione alla vita organizzativa, che consente ai cittadini di essere artefici delle scelte, di essere soggetto e non oggetto della vita pubblica, di dialogare con le Istituzioni.

Dialogo. Questo, egregio Presidente, chiedono a Lei i cittadini ed i lettori di questo Blog. Dialogo in tutti i modi e con tutti gli strumenti.  Tenga fede quindi al suo impegno e risponda alle mail che Le arrivano, non obblighi i cittadini a ricorrere alla raccomandata AR per portare alla Sua attenzione ed a quella degli Uffici Municipali i problemi di vita quotidiana dei quali cercano la soluzione, faccia pubblicare sul sito gli indirizzi di posta elettronica dei funzionari e dei dirigenti dei diversi Uffici municipali con l’obiettivo di rendere ancor più immediato il rapporto fra cittadini ed istituzioni. Dialoghi, sproni i Suoi assessori ed i Suoi dirigenti a dialogare, anche intervenendo qui quando chiamato o chiamati in causa.

Questo Blog è nato due mesi fa proprio per sopperire all’assenza di dialogo e se sta avendo un discreto successo è perché riesce a far parlare i cittadini fra loro e con i loro rappresentanti.  Alcuni articoli sono sicuramente critici ed altri meno, altri denunciano ed altri plaudono, ma alla civile discussione che gli stessi generano vi partecipano in tanti, donne e uomini, giovani ed anziani, di destra di centro e di sinistra, politici e semplici cittadini. Manca solo Lei Presidente, La aspettiamo, perché “dialogare è la premessa indispensabile per una convivenza pacifica e solidale”,  lo ha scritto Lei.

Con i nostri migliori saluti.

Fabrizio Azzali e Claudio Cafasso

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. Francamente sono rimasto sorpreso e perplesso nel leggere la dichiarazione di Fasoli relativa alla disponibilita’ teorica di interloquire via email con i cittadini da lui rappresentati. Nella breve esperienza maturata nelle relazioni con il Municipio, a causa della discarica abusiva di Via Mastrigli, ho trovato da parte di Fasoli reticenza, freddezza, se non terrore panico nel rispondere a richieste legittime del Comitato Cittadini del Villaggio dei Cronisti.

    Nel corso degli ultimi mesi, non ho ricevuto nessun contatto email da parte di Fasoli, ma solo due freddissime comunicazioni burocratiche che riportavano che quel che il presidente avrebbe dovuto fare, lo aveva fatto, che non poteva fare di piu’. Le sue comunicazioni facevano ben trasparire un certo fastidio nel dover dare di conto della azione del Municipio.

    I tempi delle raccomandate r.r. e della burocrazia di gomma e blindata sono passati. Con internet tutti parlano con tutti, o per lo meno ne hanno la possibilita’. Con internet le notizie vengono diffuse con immediatezza e il diaframma precedentemente esistente tra chi faceva la informazione e chi la consumava sono caduti. Adesso sono gli stessi lettori che possono interagire con i blog e partecipare direttamente alla condivisione e alla diffusione delle notizie, ed esprimere i propri pareri e proposte.
    Stiamo vivendo una rivoluzione culturale e politica senza precedenti, i cittadini non sono piu’ isolati consumatori della comunicazione filtrata e ammaestrata, ma stimolano e producono direttamente informazione autentica e non censurata. I cittadini non possono piu’ essere ignorati da chi fa comunicazione, informazione e gestisce la cosa pubblica, non ci sono piu’ scuse per lasciarli fuori dalle sale consiliari o per amministrare loro briciole di informazione.

    La risposta delle istituzioni e dei rappresentanti dei cittadini deve essere immediata, la azione della amministrazione locale e’ sotto gli occhi di tutti. Chi non lo capisce, soccombera’.

    La partecipazione dei cittadini precedentemente all’arrivo di internet si esprimeva nei 30 secondi necessari per mettere una croce sul simbolo elettorale e nel richiudere la scheda poi, per la stragrande maggioranza dei cittadini, passavano cinque anni di buio civile; ora la discussione civile, politica e culturale e’ 24/7, cioe’ 24 ore al giorno, sette giorni alla settimana.

    Seguendo la recente discussione su questo blog che ha segnalato l’esistenza di link a siti web che nulla hanno a che fare con l’azione istituzionale del Municipio, mi pare che stia maturando, da parte dei cittadini, la richiesta di dare qualita’ al sito web del Municipio.

    Il nostro augurio e’ che vengano destinati spazi informativi alla azione dei consiglieri, alle proposte amministrative e politiche dei singoli cittadini e delle associazioni, alla azione di promozione culturale in favore di una crescita civile dei giovani.

    Soprattutto, ci auguriamo che Fasoli voglia considerare il sito web del Municipio non come un capriccio estetico oppure come un divertimento del Principe ispirato dalla filosofia del “faccio-quello-che-mi-pare-e-piace”, ma un essenziale strumento di comunicazione con i Cittadini e di rendicontazione della sua azione amministrativa.

    Se nel frattempo Fasoli volesse spendersi un po’ di piu’ partecipando alla discussione su questo blog curato da persone ottime e appassionate, potrebbe forse recuperare un po’ della immagine persa nelle recenti discussioni.

    Cordialmente,

    Alvise Di Giulio

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome