Home ADN Kronos News Lazio La signora Vita Mala abita negli uffici del Comune di Roma

La signora Vita Mala abita negli uffici del Comune di Roma

vita mala
ArsBiomedica

(Adnkronos) – Al Comune di Roma succedono delle cose che nemmeno il miglior sceneggiatore di Walt Disney saprebbe inventare.

L’ultimo esempio? La “signora” Vita Mala comunica di alloggiare in via Luigi Petroselli 50 (codice di avviamento postale 00186), ovvero gli uffici centrali dell’anagrafe capitolina.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

E cosa fa il solerte impiegato del Comune? Protocolla la pratica e poi la invia immediatamente all’ufficio della polizia municipale affinché i vigili di zona possano effettuare il sopralluogo e confermare che la signora Mala-Vita ha la sua dimora abituale negli uffici dell’anagrafe in via Petroselli.

Roba da non crederci, giusto? Eppure ci sono le prove: il documento è stato effettivamente protocollato dagli uffici del Comune di Roma.

Ma alla polizia municipale, come si legge con un appunto scritto a penna, qualcuno si è reso conto che qualcosa non andava e lo ha messo in “stand bai” (scritto proprio così). A questo punto, è evidente, che all’ombra del Colosseo vale tutto. E la Mala Vita, lo sa benissimo. (di Davide Desario)

La replica del Campidoglio

”La pratica di residenza presentata a nome di Vita Mala è una evidente fake, come si evince dalla documentazione non corrispondente a quella in uso presso Roma Capitale e che riporta diverse anomalie nell’intestazione, nell’assenza del certificato di postazione effettivamente collegato ad un ufficiale di anagrafe e, soprattutto, nell’assenza della firma dell’impiegato richiedente l’accertamento.

Gli uffici dell’Anagrafe centrale di via Petroselli 50, inoltre, non sono deputati alla gestione delle residenze, di competenza esclusiva dei servizi anagrafici municipali. Sulla questione sono state avviate le verifiche interne per ricostruire la dinamica degli eventi e valutare le eventuali iniziative da porre in essere a tutela dell’Amministrazione Capitolina“.
Lo comunica in una nota il Campidoglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome