Home SPORT All’Olimpico stanno per arrivare “I gabbiani”

All’Olimpico stanno per arrivare “I gabbiani”

stadio-senza-pubblico
ArsBiomedica

Dopo gli olandesi (intendiamo i tifosi del Feyenoord) e i tedeschi (vedi la sfida Lazio-Bayern) la città si appresta a vivere un altro esame, stavolta con i supporter del Brighton, squadra affidata in sorte alla Roma nel prossimo turno di Uefa league.

Premesso che la trasferta agli olandesi era vietata – e sono comunque sbarcati nella capitale duecento ultrà, che hanno visto la partita con i giallorossi in qualche pub ma comunque qualche fastidio pre-gara lo hanno “regalato” – quella con i britannici, in programma il 7 marzo allo stadio Olimpico, non appare come una gara ispida, per lo meno sotto il punto di vista della tranquillità cittadina.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

Anzi, la partita si presenterebbe perfino sotto buoni auspici, almeno a scartabellare i social, con gli inglesi che prima del sorteggio degli ottavi di Europa League hanno anche rilasciato dichiarazioni non belligeranti.

Il club inglese aveva chiesto ai propri follower (su X) quale fosse la squadra che avrebbero voluto affrontare. E in molti hanno nominato la Roma: “Anche lo Stadio Olimpico è in cima alla nostra lista” hanno risposto alcuni, altri hanno chiaramente espresso il desiderio della trasferta capitolina, “Ci piacerebbe giocare allo Stadio Olimpico”, questo il filo rosso conduttore delle esternazioni social.

Chiamati amabilmente “The seagulls” (“I gabbiani”), i tifosi della squadra allenata dall’allenatore italiano Roberto De Zerbi vengono considerati caldi ma non facinorosi, anche se come sempre non si può fare di tutta l’erba un fascio. Hanno anche loro tifoserie gemellate o acerrime nemiche, ma in Europa, fino a oggi, hanno avuto comportamenti che non destano preoccupazioni estreme in vista della sfida in programma a Roma.

E’ ovvio comunque che ci sarà il consueto protocollo da parte delle forze dell’ordine per quel che riguarda il trattamento da riservare alle tifoserie che arrivano da oltre confine.

Leonardo Morelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome