Home ATTUALITÀ Cassia, spacciava da casa e dall’ufficio. Pusher e rifornitori arrestati

Cassia, spacciava da casa e dall’ufficio. Pusher e rifornitori arrestati

commissariato-flaminio-nuovo
Galvanica Bruni

Con l’accusa di aver organizzato una rilevante attività di spaccio, 4 persone sono state arrestate alle prime luci di oggi, martedì 23 gennaio, dai poliziotti del Commissariato Flaminio Nuovo, sulla Cassia.

Le indagini condotte dagli investigatori hanno rivelato che uno dei quattro aveva messo in piedi due basi di spaccio: la prima nella propria abitazione di via Collegiove, in zona Grottarossa, sulla Cassia, l’altra nella sua sede di lavoro, in viale Tiziano.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

Un’attività ben strutturata la sua basata su contatti telefonici e su canali di messaggistica tramite i quali gli acquirenti prenotavano quantità e tipo di droga e poi si recavano direttamente in via Collegiove a ritirarla.

Diverso invece il metodo adottato nel posto di lavoro. Dopo aver ricevuto la prenotazione, l’uomo lasciava la o le dosi all’interno della sua auto, non chiusa a chiave e parcheggiata ben visibile dalla sua finestra. I clienti prelevavano così la droga e nella stessa auto lasciavano il denaro. In altre occasioni, invece, l’uomo, dopo essere stato contattato dai clienti, indicava loro un punto esatto in strada dove effettuare lo scambio.

L’attività investigativa ha consentito di accertare come la droga gli fosse rifornita da un gruppo di persone, composto principalmente da soggetti di etnia rom, residenti nel quartiere Primavalle.

Gli investigatori del commissariato Flaminio Nuovo sono riusciti a fermare questo commercio e ad arrestare la banda grazie a intercettazioni telefoniche e ambientali, unite ai servizi di appostamento a distanza. Ciò ha consentito alla Procura della Repubblica di richiedere ed ottenere dal Gip del Tribunale di Roma l’arresto dei quattro uomini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome