Home ATTUALITÀ Labaro, i ragazzi dell’IC Lucio Fontana ricevuti in Municipio

Labaro, i ragazzi dell’IC Lucio Fontana ricevuti in Municipio

ragazzi-IC-Fontana-Municipio-XV
ArsBiomedica

Studiando i sistemi di mobilità sostenibili adottati da diverse capitali europee avevano dimostrato che la presenza di una rete di piste ciclabili estesa ed efficiente riduce moltissimo il traffico e l’inquinamento da CO2 delle città. Dallo studio era nato un progetto di percorsi ciclabili che a loro, i ragazzi della 2E della scuola media dell’I.C. Lucio Fontana e ai loro coetanei, sarebbero molto utili per rendersi autonomi negli spostamenti brevi nel quartiere.

Lo studio, con tanto di piantina, era stato inviato a Daniele Torquati, Presidente del XV Municipio.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

E questa mattina, i ragazzi e le ragazze della 2E sono stati ricevuti dal Presidente Torquati e dall’Assessora alle Politiche Scolastiche Tatiana Marchisio nell’aula Consiglio di via Flaminia 872, dove hanno potuto conoscere il funzionamento dell’amministrazione municipale, sedere sui banchi dei consiglieri e parlare in modo aperto e diretto con i due rappresentanti dell’istituzione di prossimità presentando loro i risultati del lavoro svolto durante tutto il corso dell’anno scolastico (clicca qui).

Tale lavoro ha preso il via con lo studio della Geografia europea e in particolare con un approfondimento sui diversi sistemi di mobilità sostenibili presenti nelle capitali europee. Confrontando i dati sulla presenza di piste ciclabili e la qualità dell’aria o il rischio di incidenti per i ciclisti, i ragazzi hanno potuto misurare concretamente come la presenza di percorsi ciclopedonali di quartiere renda migliore la qualità della vita dei cittadini, a partire dalla qualità dell’aria.

Il Presidente Torquati e l’Assessora Marchisio li hanno ascoltati con attenzione spiegando loro che esistono già in cantiere alcuni progetti, proprio sul quartiere di Labaro, per rendere più estesa la rete ciclabile e collegare tra loro le piste già esistenti. L’incontro è servito anche per dimostrare ai giovani cittadini come esista la concreta possibilità di farsi portavoce dei propri bisogni e di farli arrivare alle istituzioni chiedendo di essere ascoltati e presi in considerazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome