Home TEMPO LIBERO ‘Gli Sfaccendati’ al Ciak, melodie di epoche diverse a confronto

‘Gli Sfaccendati’ al Ciak, melodie di epoche diverse a confronto

Percorso obesità: Centro per la cura dell’obesità

Venerdì 30 dicembre al Teatro Ciak, in via Cassia 692, concerto di chiusura alle 11.30 della programmazione del Progetto “L’Accademia degli Sfaccendati al Teatro Patologico“. Un finale di 2022 e di stagione musicale che metterà a confronto melodie e epoche diverse.

Protagonista l’Orchestra d’archi dell’Accademia degli Sfaccendati, formazione strumentale appositamente creata per raggiungere le finalità del Progetto, proporrà un programma che coniuga la proposizione della musica d’oggi con il grande repertorio concertistico per ensemble d’archi.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

Per la musica d’oggi, di Silvia Colasanti verrà eseguita una composizione del 2014, Preludio, Presto e Lamento, per viola solista e archi, che, come si ricava già dal titolo, poggia su una struttura tripartita che trascolora dalla ricchezza di contrasti del Preludio al ritmo ostinato del Presto per trovare conclusione in un lungo arabesco disegnato dalle sonorità calde e scure della viola su un tappeto di velate armonie arcaiche.

Del 1875 è invece la Serenata per archi op.22, in mi maggiore, di Antonín Dvořák, in cinque movimenti in forma di suite, un brano di intensa carica melodica e di grande fascino che concluderà il concerto.

Il Progetto, “L’Accademia degli Sfaccendati al Teatro Patologico” è risultato vincitore del bando del Comune di Roma “Lo spettacolo dal vivo fuori dal centro”, indetto in attuazione delle direttive del Ministero della Cultura – Direzione Generale Spettacolo dal vivo volte a promuovere la valorizzazione delle aree periferiche delle città metropolitane attraverso attività di spettacolo dal vivo, è si è svolto nel XV Municipio a partire dall’11 novembre per concludersi il 30 dicembre 2022.

Per informazioni e prenotazioni: 3331375561 – 069398003

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome