Home FLEMING Fleming, verso la riqualificazione di Piazza Monteleone di Spoleto

Fleming, verso la riqualificazione di Piazza Monteleone di Spoleto

piazza-monteleone-di-spoleto
Galvanica Bruni

Piazza Monteleone di Spoleto si estende per circa 1.500 mq, tra via Bevagna e via Città della Pieve, nella zona più commerciale e frequentata del quartiere Fleming. Un’area pubblica che ospita da molti anni, oltre un importane hotel, un piccolo mercato rionale con circa 16 banchi di vario genere, un’edicola e un fioraio, alcune postazioni taxi e qualche posto auto.

Un’area oggi molto degradata, a causa della fatiscenza dei chioschi, congestionata dal traffico nelle ore di apertura del mercato e insicura durante la chiusura per via della scarsa illuminazione. Un’area, quindi, che necessita di un’urgente opera di riqualificazione che in questi giorni ha fatto registrare un passo in avanti.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

Presentato dai consiglieri di Italia Viva Francesca Leoncini e Valerio Casini, l’Assemblea capitolina ha infatti approvato un ordine del giorno per accelerare l’iter di riqualificazione che vede la creazione di uno spazio verde con area giochi per bambini e il trasferimento di numerosi banchi verso altri mercati (si parla di Ponte Milvio, col 50% di box oggi chiusi, e del mercato di Piazza Diodati, in attesa comunque di essere trasferito entro il 2024 in fondo a via Monterosi), mentre rimarrebbero invece i chioschi storici, l’edicola e il fioraio.

Va detto che un “ordine del giorno” è un documento leggero, è solo un atto di indirizzo; è come il dire, che dal fare è separato dal mare. Ma tant’è, per la riqualificazione di questa importante area del Fleming è comunque un passo in avanti.

Soddisfazione in XV Municipio.  “Il recupero di Piazza Monteleone da Spoleto è un progetto atteso da anni, oggi decisamente più concreto grazie al lavoro dei consiglieri Casini e Leoncini” afferma Tommaso Martelli, Assessore municipale al Commercio.

“Ringrazio i consiglieri che hanno portato all’attenzione dell’Aula Giulio Cesare un tema centrale per la nostra amministrazione; un segnale positivo oltre che un’assunzione di responsabilità da parte dell’Assemblea Capitolina che spero si concretizzi nel primo esercizio di bilancio utile con lo stanziamento dei fondi necessari per la progettazione e la riqualificazione della piazza”, aggiunge Daniele Torquati, minisindaco del XV.

Giulia Vincenzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome