Home ATTUALITÀ Prevista una pista ciclabile fra le stazioni di Prima Porta, La Celsa...

Prevista una pista ciclabile fra le stazioni di Prima Porta, La Celsa e Labaro

pista-ciclo-pedonale
Ottica Artigiana Carli

La riqualificazione di Piazza Saxa Rubra a Prima Porta e la realizzazione di un collegamento ciclo pedonale tra le stazioni di Prima Porta, La Celsa  e quella di Labaro è uno dei quindici interventi (uno per municipio) presentati oggi in Campidoglio nell’ambito del Programma “15 Municipi – 15 Progetti per la città in 15 minuti”, alla presenza del sindaco Roberto Gualtieri e degli assessori Andrea Catarci e Maurizio Veloccia.

“Abbiamo appena concluso una giunta in cui abbiamo approvato questi 15 documenti di indirizzo alla progettazione su 15 ambiti di ciascun Municipio che saranno oggetto di interventi pilota – ha spiegato Gualtieri – iniziamo a costruire i primi elementi di interventi di rigenerazione urbana per dare concretezza alla nostra idea della città dei 15 minuti”.

“Parliamo di 15 master plan – ha aggiunto il sindaco – che ci consentiranno di avviare la fase di realizzazione delle opere già entro il 2023. Il budget, che è di 1,5 milioni ogni Municipio, è un promo blocco, ma in base ai master plan seguiranno tutti gli interventi successivi che riguardano il quadro più generale di realizzazione di servizi nei quartieri e nei Municipi”.

“Per ogni Municipio il Programma prevede una serie di interventi. Ora insieme alle strutture dei ‘mini sindaci’ saranno scelte le opere del primo blocco. La prossima fase del programma prevede quindi la redazione di un Masterplan per la riqualificazione degli ambiti selezionati finalizzato a individuare le soluzioni progettuali. Dopo l’approvazione del Masterplan – ha concluso Gualtieri – saranno individuati un primo gruppo di interventi che saranno realizzati nel corso del 2023 per un totale di 22,5 milioni di euro, e un secondo gruppo per i quali è previsto il ricorso a concorsi di progettazione”.

Gli altri interventi

Gli altri quattordici interventi sono: Un’isola ecologica a Prato Falcone, nel I Municipio. La pedonalizzazione, già in parte avviata, delle piazze centrali del Villaggio Olimpico e la riqualificazione delle sue aree verdi, nel II Municipio.

E ancora, tra gli altri, scorrendo i successivi Municipi di Roma: un polo culturale al Tufello, viabilità di ricucitura a Settecamini e la riqualificazione dell’area verde del parco Tozzi e dell’ex Casa del Popolo, la riqualificazione di vari spazi urbani a La Rustica, una pista ciclopedonale tra Colle del Sole e Colle degli Abeti, la riqualificazione degli spazi pubblici del Villaggio Falcone e del Casale Benzone, un ponte ciclopedonale al parco Sinisgalli.

E ancora la realizzazione di piazze verdi nei lotti di Roma Capitale nell’ambito di Gregna Sant’Andrea, il miglioramento delle infrastrutture di mobilità tra viale Marconi e la metro Marconi e percorsi pedonali e ciclabili nello stesso tessuto residenziale, un centro polifunzionale a largo Nicolò Cannella a Spinaceto, la realizzazione di parcheggi in via Giovanni Patroni uno svincolo fra le via del Mare e via dei Romagnoli ad Ostia Antica dove saranno realizzate anche isole pedonali e la riqualificazione gli antichi lavatoi, la riprogettazione di largo Collodi alla Magliana e la riqualificazione di via Carini, via Amadei a Monteverde vecchio con la ristrutturazione della scalinata di via Falda.

E, infine, la riqualificazione di piazza ex Campari e la realizzazione di una pista ciclabile vicino alla Riserva dell’Acqua fredda a Montespaccato, e un nuovo parcheggio in via Casal del Marmo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 COMMENTI

  1. Invece di opere discutibili e di scarso interesse per i più perché non rimettiamo a posto il patrimonio abitativo del comune?
    Un esempio su tutti i cornicioni pericolanti da oramai tre anni con relativa chiusura di marciapiede a via della Farnesina.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome