Home ATTUALITÀ Municipio XV, rientro a scuola più sicuro in 35 edifici

Municipio XV, rientro a scuola più sicuro in 35 edifici

rientro-scuola
Claudio Galli

“Con 35 edifici scolastici interessati su 53, comprensivi di plessi, scuole dell’infanzia e asili nido, proseguono i lavori di riqualificazione e miglioramento nelle scuole del Municipio XV.”

Mancano ormai pochissimi giorni all’avvio del nuovo anno scolastico, nel XV Municipio di Roma le scuole di ogni ordine e grado si preparano a riaprire i battenti e accogliere gli alunni, con meno restrizioni anti-Covid e con più aule rinnovate, grazie all’importante piano di ristrutturazione avviato quest’estate dal Municipio, che ha interessato ben 35 edifici scolastici su 53 presenti sul territorio.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

“Un lavoro enorme e assolutamente necessario, studiato per porre rimedio ai problemi dei vecchi appalti mai portati avanti e per procedere con i nuovi lavori. Una programmazione avviata immediatamente a giugno e luglio scorso al termine delle lezioni e della attività scolastiche, proseguita per tutta l’estate, e che a pochi giorni dall’inizio del nuovo anno scolastico vede la maggior parte delle attività già completate.”  

E’ quanto dichiarato questa mattina in conferenza stampa dall’Assessora alla scuola Tatiana Marchisio, che aggiunge “l’avvio e la prosecuzione dei cantieri è stata possibile solo grazie alla sinergia tra dirigenti scolastici, imprese e tecnici del Municipio, un lavoro coordinato che ha permesso e continua a garantire l’equilibrio tra lo svolgimento degli interventi e le esigenze scolastiche anche, in alcuni casi, per affrontare e superare le criticità.

Presente, al suo fianco, l’Assessora ai Lavori Pubblici Gina Chirizzi, tradendo una certa emozione ha sottolineato come sia stata fondamentale la collaborazione tra uffici nel portare avanti l’impegno assunto e assicurare prima di tutto la messa in sicurezza degli edifici scolastici, elogiando l’ “importante lavoro dell’ufficio tecnico che nonostante la poca disponibilità di personale non si è mai tirato indietro di fronte alle molteplici sfide che una programmazione così complessa presentava”.

“Gli interventi sono stati davvero molti ma come sappiamo per le strutture scolastiche non sono comunque mai abbastanza, pertanto cercheremo di utilizzare anche il periodo natalizio per lo svolgimento di lavori meno invasivi”, ha sottolineato Chirizzi annunciando che sono previsti ulteriori investimenti a favore dell’edilizia scolastica con l’arrivo dei fondi del PNRR.

Numeri alla mano, a partire da giugno sono stati avviati 55 lavori, di cui 36 portati a termine, mentre i restanti 19 sono tuttora in corso, a questi si aggiungono 26 appalti pianificati da svolgere sul breve e medio periodo.

La maggior parte degli interventi effettuati hanno riguardato l’adeguamento dell’impianto antincendio, elettrico e in alcuni casi anche idrico, la sostituzione degli infissi, la tinteggiatura interna ed esterna dei locali – con 9 interventi solo nelle cucine delle scuole primarie, infanzia e nidi – la riparazione di perdite degli impianti termici, infiltrazioni di acqua e umidità.

Non sono mancate le riqualificazioni esterne per alcuni istituti con la sistemazione delle aree gioco, la ripavimentazione dei marciapiedi circostanti, la sostituzione di recinzioni e muretti esterni, e l’installazione di nuovi pavimenti antitrauma.

Mentre si attende il progetto per la nuova palestra della scuola di via Rocco Santoliquido alla Giustiniana, o la riapertura della vecchia scuola nel Borgo di Cesano, per una scuola del Fleming è stato avviato un importante cantiere per il rifacimento completo del tetto della palestra, inutilizzabile ormai da anni e per il quale, a seguito della variazione del progetto, è stato necessario un confronto con il Genio Civile e le Sovrintendenze.

Presente alla conferenza anche il Presidente del Municipio Daniele Torquati, che ringraziando tutto lo staff per aver raccolto questa sfida, pur consapevole dell’enorme lavoro che dovrà essere ancora fatto, esprime soddisfazione per gli interventi finora realizzati, “un impegno non facile portato avanti nonostante la difficoltà di reperimento delle materie prime e l’aumento dei costi dovuti alla crisi internazionale, che oltre ad avere ripercussioni nella vita quotidiana dei cittadini e delle famiglie, sta gravando profondamente anche sul lavoro dei piccoli e grandi comuni. Voglio infine ringraziare tutte le squadre di operai a lavoro che in questi caldi mesi estivi sono intervenuti sui cantieri nonostante le temperature davvero elevate e tutto il personale scolastico che ha garantito l’apertura dei locali e lo svolgimento dei lavori.”

Francesca Quarantini

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome