Home ATTUALITÀ Dal Campidoglio 18 milioni di euro per 100 km di strade

    Dal Campidoglio 18 milioni di euro per 100 km di strade

    Promuovi la tua attività commerciale a Roma Nord

    A distanza di poco più di un mese dalla pubblicazione del decreto-legge numero 68 del 2022, la Giunta del Comune di Roma ha approvato la convenzione con Anas e subito dopo  si è proceduto alla sua sottoscrizione tra Capo Dipartimento capitolino del CSIMU (Lavori Pubblici) e Anas.

    “L’accordo, che ripercorre la positiva esperienza dello scorso dicembre, si quantifica in un investimento di 18 milioni di euro del bilancio comunale per realizzare la manutenzione di 100 km della rete stradale di Roma Capitale”. Si legge in una nota del Campidoglio.

    “Quasi contemporaneamente, il 25 luglio prossimo avranno anche avvio i lavori di manutenzione straordinaria di varie strade del quadrante sud, a partire da quelle del IX Municipio, che utilizzano una parte dei primi 20 milioni di euro stanziati dal bilancio comunale”.

    “È un’operazione importantissima – dichiara il sindaco Roberto Gualtieri – che dà inizio al più vasto programma di miglioramento della pavimentazione stradale cittadino che la Capitale abbia mai avviato fino ad oggi, interessando in pochissimo tempo oltre l’11% della viabilità principale. Inoltre, attraverso le ulteriori risorse previste per il Giubileo e quelle utilizzate direttamente dal Comune di Roma, nei prossimi due anni si procederà al rifacimento profondo di ben 600 km della rete principale, cioè quella più esposta al traffico e a maggior rischio di incidentalità”.

    I prossimi giorni saranno impiegati per approvare i progetti definitivi a cura dell’Anas, “arrivando all’obiettivo del prossimo 27 luglio quando – aggiunge l’Assessore ai Lavori Pubblici e alle Infrastrutture Ornella Segnalini – su via di Malagrotta compariranno le prime grandi macchine operatrici dell’Anas.”

    A seguire saranno realizzate le manutenzioni di viale Maresciallo Pilsudski e viale Parioli, classificate tra le strade più bisognose di manutenzione del II Municipio e che, per l’intenso traffico veicolare anche notturno, possono essere oggetto di interventi solo nel periodo estivo.

    Anas interverrà poi su via di Ponte Galeria, via della Pisana, via di Casal Selce, via della Storta, via Casal del Marmo, via Boccea (tratto interno al GRA), via di Casal Boccone, via del Casale di San Basilio, via di Tor Cervara, via dei Quattro Venti e via Flaminia (da Villa di Livia a inizio tratto ANAS – fronte Cimitero di Prima Porta). I Municipi interessati sono nove (II, III, IV, V, XI, XII, XIII, XIV e XV).

    “Lunedì 25 luglio – rende noto l’Assessore Segnalini – avranno inizio anche i lavori di manutenzione straordinaria di viale Egeo all’Eur da parte del CSIMU, che ha affidato attraverso accordi quadro sottoscritti il mese scorso, il rifacimento di altri 80 km di strade”.

    Nei giorni successivi i lavori stradali riguarderanno il rifacimento del manto e del sottofondo della viabilità dei restanti Municipi del settore sud, interessando via di Val Fiorita e via delle Tre Fontane. A seguire viale Tupini, piazzale Guglielmo Marconi e viale dell’Astronomia.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    3 COMMENTI

    1. Braccianese Bis: strada killer dimenticata nella convenzione Comune Roma-Anas.

      Come segnalato da Vignaclarablog la Braccianese Bis, definita strada killer di tre chilometri, con oltre dieci vittime di incidenti stradali negli ultimi anni, e’ ormai ridotta in condizioni pessime ed e’ considerata a ragione una delle più pericolose strade di Roma.
      Mi meraviglia molto il fatto che nel decreto-legge numero 68 del 2022, la Giunta del Comune di Roma ed Anas non abbiano considerato l’inclusione di questo breve tratto di strada nel programma di manutenzione di 100 km della rete stradale di Roma Capitale”.
      Forse 10 incidenti non bastano per per essere presa in considerazione!!!!!!!

    2. Gentile Roberto,
      la Braccianese Bis è di competenza della Città Metropolitana, non del Comune.
      Cordialità
      La Redazione

    3. Grazie della precisazione. Mi viene spontaneo pensare che trattandosi di rete stradale di un territorio, i vari enti gestori si coordino tra di loro per rendere un servizio migliore ai cittadini, i quali giudicano ciò che vedono e non si rendono conto, come me, di stabilire competenze e attribuzioni ai diversi enti.
      Non mi rimane che sperare che Citta Metropolitana ne faccia una sua priorità.

    LASCIA UN COMMENTO

    inserisci il tuo commento
    inserisci il tuo nome