Home SPORT Al Paolo Rosi il 4 giugno c’è il “Bravin”

Al Paolo Rosi il 4 giugno c’è il “Bravin”

lo-sprint-di-lorenzo-patta-100-allievi
Esposizione al sole

Lo stadio “Paolo Rosi” torna a essere teatro del trofeo “Giorgio Bravin”, che quest’anno festeggia l’edizione numero 55. L’appuntamento con la manifestazione giovanile più longeva fra quelle che si svolgono in Italia è fissato sabato 4 giugno.

E’ intitolato a Giorgio Bravin, un bersagliere volontario morto nell’ottobre del 1943. L’evento è organizzato da Asi, con il patrocinio della Fidal, e da quest’anno con il sostegno dell’Assessorato allo sport di Roma Capitale e della Regione Lazio.

La manifestazione negli anni si è disputata anche all’Olimpico, allo stadio dei Marmi, alla “Stella Polare” di Ostia, allo stadio della Farnesina e al “Nando Martellini”.

Nel recente passato fra i protagonisti del “Bravin” eccelle Lorenzo Patta, frazionista nella staffetta vincitrice dell’oro olimpico a Tokyo; ma anche la sarda Dalia Kaddari, semifinalista nei 200 metri ai Giochi (e vincitrice del trofeo nel 2016 fra i cadetti) e Massimilano Luiu, secondo ai Mondiali under 20 del 2021 nel salto, oltre che vincitore del “Bravin” nel 2017 come miglior cadetto e nel 2019 come miglior allievo; e Greta Donato, figlia d’arte, che ha vinto la gara del salto triplo nel 2021.

Non basta? Allora aggiungiamo che in un’era più “anziana”, furono protagonisti Pietro Mennea, Gabriella Dorio, Fabrizio Donato, Alessandro Lambruschini e Francesco Panetta.

Il 4 si comincia alle 14 e 45, sul tartan (e sul prato) dell’ex stadio delle Aquile la “meglio gioventù” italiana dell’atletica leggera.

Leonardo Morelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome