Home CRONACA Gravi carenze igienico sanitarie, sequestrato un negozio sulla Cassia

Gravi carenze igienico sanitarie, sequestrato un negozio sulla Cassia

polizia-locale-cassia
Esposizione al sole

A seguito di uno dei consueti controlli svolti per la tutela della salute dei consumatori e il rispetto alle regole in tema di sicurezza alimentare, le pattuglie del XV Gruppo di Polizia Locale hanno posto sotto sequestro un’attività commerciale sulla Cassia a causa delle gravi carenze igienico sanitarie riscontrate durante le verifiche.

All’interno del locale, il cui indirizzo non è stato però reso noto dall’ufficio stampa della Polizia Locale, gli agenti hanno trovato cibi in cattivo stato di conservazione, in alcuni casi anche scaduti, nonché prodotti privi dell’indicazione su provenienza e tracciabilità. Non solo, nel retro i piani di cottura erano molto sporchi e posizionati in modo promiscuo insieme ad alcuni attrezzi e materiali edili tra cui vernici e solventi.

Le pessime condizioni rilevate, riferisce il comunicato stampa della PL, hanno reso necessario il sequestro immediato dell’intera struttura al fine di salvaguardare la salute degli avventori. Ulteriori accertamenti sono tuttora in corso, anche con coinvolgimento del personale della ASL per i successivi provvedimenti del caso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 COMMENTI

  1. E’ il solito discorso: in questi casi sarebbe indispensabile conoscere il nominativo del negozio incriminato. Altrimenti, dopo una sanzione più o meno elevata e/o un periodo di chiusura più o meno lungo, si rischia di capitarci nuovo. Inoltre: l’immagine che illustra l’articolo si riferisce o no all’esercizio incriminato??

    • Gentile Giancarlo,
      Come sottolineato nell’articolo la Polizia Locale non ha reso noto il nome del locale. La foto però è stata diffusa assieme al comunicato quindi è lecito supporre che essa sia attinente al fatto.
      Cordialmente,
      La Redazione

    • Concordo appieno con il sig. Giancarlo, mi farebbe piacere per le prossime volte anche una presa di posizione da parte della redazione, sulla circostanza di non rivelare il nome dell’ attività coinvolta.
      Andrea

      • Gentile Andrea, qualsiasi posizione si scontrerebbe con la legge sulla privacy. Dura lex sed lex. Cordialità
        La Redazione

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome