Home CRONACA Niente mezzi pubblici, dopo la finale si torna “a fette”

Niente mezzi pubblici, dopo la finale si torna “a fette”

sciopero-trasporti
Esposizione al sole

Mentre sale la febbre della finale e in tanti hanno assicurato che saranno sugli spalti dello stadio di Tirana (da Francesco Totti ad Antonello Venditti, passando per i politici Paolo Cento e Claudio Barbaro), arriva come un fulmine a ciel sereno l’informativa sui trasporti per quel che concerne giovedì sera. Ovvio, a meno di miracoli, leggasi qualcuno che si renda conto del pastrocchio.

L’ultima corsa della metropolitana sarà alle 22, e non ci saranno altri treni fino alle 3 del giorno successivo. Lo stop alle corse dei mezzi pubblici riguarderà anche le navette sostitutive della metropolitana.

In pratica nella serata del 25 bus fermi nella capitale in occasione della finale di Conference League Roma-Feyenoord a Tirana; con la chicca del maxi schermo allestito allo stadio Olimpico, dove è previsto che si presenteranno cinquantamila spettatori.

Significa che i tifosi romanisti sprovvisti di auto e moto – per esempio i “pischelli” – se la dovranno fare “a fette”; significa che, chi magari per una sera aveva vagheggiato di andare allo stadio pensando di usufruire dei mezzi pubblici, sarà “costretto” a prendere la propria auto.
Significa – e siamo alle solite – che mercoledì sera a Roma nord sarà il consueto caos…

Massimiliano Morelli

Tutti all’Olimpico. Ma senza pallone

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome