Home AMBIENTE Flaminia, quintali di rifiuti in via della Stazione di Grottarossa

Flaminia, quintali di rifiuti in via della Stazione di Grottarossa

discarica-grottarossa-saxa-rubra
Beauty journal

Dopo i lavori di bonifica delle aree al di sotto del cavalcavia della Flaminia effettuati da una ditta specializzata  per conto dell’Anas, proprietaria dell’area, ora la zona  si presenta pulita e decorosa. Non altrettanto si può dire del poco distante e grande piazzale in fondo a via della Stazione di Grottarossa.

La sua posizione defilata, gli ampi spazi, la mancanza di controlli ne hanno fatto un luogo ideale per chi, svuotatori di cantine e traslocatori abusivi, deve scaricare materiali in modo illegale, magari nottetempo e in tutta tranquillità.

Niente a che vedere con l’immensa (sei ettari) discarica di via del Baiardo, a Tor di Quinto, in attesa da nove anni di una bonifica, ma anche questa area compresa la stazione Grottarossa della Roma Nord e il deposito Atac è di fatto solo una grande discarica con quintali di materiali abbandonati ai bordi del piazzale o addirittura all’interno delle aiuole; oltre ai calcinacci, è imponente la quantità di vecchi mobili, di elettrodomestici, di materassi e di divani.

Il piazzale, con al di là della rete vecchi cartelli della Sovraintendenza che parlano di improbabili “lavori in corso”, è lordato dalla sporcizia e dalla mole impressionante di detriti.

Una piaga, questa dell’abbandono di rifiuti in aree defilate, che andrebbe affrontata a muso duro, con illuminazione, fototrappole, sbarramenti e inasprimenti delle sanzioni. Le multe oggi previste dal Regolamento capitolino di Polizia Urbana non spaventano nessuno: le foto scattate in queste ore nel piazzale in questione ne sono la prova.

Francesco Gargaglia

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome