Home CRONACA Vigna Clara, tornerà a nuova vita la casetta via del Podismo

Vigna Clara, tornerà a nuova vita la casetta via del Podismo

casetta-podismo
Beauty journal

In via del Podismo, a Vigna Clara, c’è un piccolo edificio di una quarantina di metri quadri di proprietà pubblica abbandonato al degrado e così malmesso che, tranne un caso durato poche ore, non è stato mai appetibile nemmeno a eventuali occupanti abusivi.

Fagocitato dalla vegetazione stile giungla, imbrattato, vandalizzato, con crepe evidenti sulle facciate e topi vaganti sul piancito esterno. Questa è l’istantanea attuale del manufatto la cui totale ristrutturazione è iniziata nel 2007, terminata nel 2009, costata ai romani 150mila euro e oggi in stato di completo abbandono e a rischio crollo.

Rischio asseverato, direbbero i legali. Nella primavera del 2017 infatti, viene dato il via a dei monitoraggi per appurare se le numerose crepe formatesi sulle facciate siano conseguenza delle scosse telluriche avvertite a Roma nei mesi precedenti. Alla fine dello stesso anno, il risultato è che esiste un graduale e costante incremento delle lesioni dovute “ad un cinematismo di rottura che è ancora in corso di evoluzione”. Insomma, la casetta si sposta, scivola verso il basso.

Eppur si muove, si dicono nel XV Municipio anni dopo quando finalmente si decide di prendere  misure per fronteggiare “il fenomeno statico riscontrato“.
Ad aprile 2021, ben quattro anni dopo, l’allora giunta pentastellata  con la Deliberazione n.10/2021 approva un progetto di ristrutturazione per un importo di 120mila euro per il quale però occorre prendere un mutuo.

Ottenutolo due mesi dopo dalla Cassa Deposito e Prestiti, ad agosto – con Determinazione Dirigenziale 1539/2021 – si dà il via alle procedure di scelta della ditta a cui affidare l‘appalto dei lavori che dovrebbero durare novanta giorni.
Da allora tutto tace, per scoprire invece oggi che problemi amministrativi hanno impedito di aggiudicare la gara al primo in graduatoria, che è stato necessario ricorrere al secondo, con tutti i tempi richiesti dalla burocrazia.

La vicenda del manufatto di via del Podismo è stata trattata dal Consiglio del Municipio XV nella seduta di venerdì 15 aprile, a margine della quale la maggioranza municipale ha fatto sapere con un comunicato che “la casetta di Via del Podismo tornerà presto a disposizione della cittadinanza”.

È stata infatti votata e approvata all’unanimità un documento che impegna la giunta a effettuare i lavori di riqualificazione e messa in sicurezza del manufatto.

“Sono anni che quell’edificio versa in uno stato di abbandono e, vista la carenza di spazi pubblici nel nostro Municipio, è fondamentale recuperarlo quanto prima per metterlo a disposizione di associazioni locali che possano sviluppare progetti socio – culturali utili e riqualificare anche l’area verde intorno alla casetta” scrivono gli esponenti della maggioranza spiegando che “se non ci fossero stati problemi amministrativi nell’assegnare i lavori alla prima ditta in graduatoria, motivo per cui siamo dovuti ricorrere alla seconda, gli interventi sarebbero certamente già partiti riducendo i tempi utili alla ristrutturazione dell’immobile. Saremmo stati in grado di far partire i lavori già alla fine del mese di gennaio se non ci fossero stati questi ritardi”.

Insomma, pare che la vicenda sia in dirittura d’arrivo. “Il nostro obiettivo è chiaro – sostengono concludendo – vogliamo restituire la casetta di Via del Podismo ai cittadini per renderlo un posto vivo e utile al quartiere, e su questo siamo pronti a prenderci un impegno concreto.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 COMMENTI

  1. Da rotolarsi per terra dalle risate…. se non ci fosse da piangere per lo spreco di risorse dei contribuenti e per la gestione imbarazzante della cosa pubblica.

  2. Ma perchè non la buttano giù ?
    eliminiamo sto canchero che ci perseguita da anni facendoci spendere soldi degni di miglior causa
    brutto , è brutto come manufatto anzi orripilante
    inutile lo ha dimostrato
    a questo punto ruba spazio solo al del verde pubblico
    abbattetelo !
    oppure abbattetevi voi , che è più proficuo per tutti

  3. D’accordissimo con Aragon. Basta spendere soldi pubblici per una cosa totalmente inutile! Demolirla mi pare l’unica scelta possibile!

  4. Perseverare è diabolico, condivido le varie proposte di abbattere “il mostro” che non serve a nessuno e mangia risorse pubbliche.
    Meglio un miniparco per bambini per riqualificare l’area
    Gianmarco

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome