Home AMBIENTE Parco di Veio, Badaracco (M5S): “Prima della greenway serve il Piano di...

Parco di Veio, Badaracco (M5S): “Prima della greenway serve il Piano di Assetto”

Parco-di-Veio
Beauty journal

“Il Consiglio del XV Municipio del 18 gennaio 2022 ha approvato a maggioranza l’OdG avente ad oggetto “finanziamento realizzazione progetto di sentierisica tra il Parco Urbano di inviolatella Borghese e Isola Farnese “itinerario ad andamento lento Veientana Greenway” e studi di percorsi ciclopedonali nel XV Municipio”, emendato con atto protocollato dal #M5S che “IMPEGNA il Presidente e la Giunta del Municipio XV di Roma Capitale ad attivarsi presso la Regione Lazio affinché quest’ultima, acquisito al Piano di Assetto dell’Ente Parco di Veio, il Progetto di sentieristica tra il Parco Urbano Inviolatella Borghese e Isola Farnese unitamente alle note integrative, elaborato dall’Ente Regionale Parco di Veio, concluda lo studio di fattibilità complessivo degli elaborati indicati nel presente punto; ad attivarsi affinché la Regione Lazio esamini al più presto il Piano di Assetto dell’Ente Regionale Parco di Veio, concludendo in tempi brevi l’iter amministrativo per l’approvazione del Piano di Assetto, adottando apposita legge regionale”.

E’ quanto dichiara in una nota la consigliera M5S nel Municipio XV, Irene Badaracco, sostenendo che “l’approvazione dell’emendamento sopra riportato tra virgolette è molto importante dal momento che l’istituzione del Parco e la redazione degli strumenti di pianificazione e gestione costituiscono l’unico motore in grado di stimolare nuovi modelli d’uso delle risorse e di crescita economica e occupazionale in tutto il territorio di Veio fortemente permeato dalla presenza della Capitale”.

Secondo la consigliera, “Non avrebbe, e non ha alcun senso, finanziare e realizzare una rete sientieristica senza la preventiva approvazione del piano d’assetto dell’Ente Regionale Parco di Veio dal momento che detto Piano non realizza soltanto l’assunzione della tutela dell’identità culturale e dell’integrità fisica del territorio quali condizioni di ogni scelta di trasformazione, cioè quali limiti, ma soprattutto quali prerequisiti, per perseguire uno sviluppo sostenibile, ma anche la definizione, la progettazione, la programmazione dei caratteri e dei percorsi dello sviluppo sostenibile, nonché degli interventi a esso funzionali, e a esso finalizzati.
Nel complesso, quindi, il presente documento si pone, a partire da un quadro conoscitivo completo, quale un assieme sistemico di “ipotesi-obiettivo”, sul quale avviare il confronto per verificare e costruire il consenso, e ottenere ogni utile e opportuno suggerimento e stimolo, ai fini del completamento del piano e della sua implementazione”.

“Ci attendiamo – conclude Irene Badaracco – che il Presidente Torquati e la Giunta si adoperino immediatamente avendone gli strumenti, grazie al nostro intervento, affinché Roma Capitale e l’Ente Parco Regionale di Veio abbiano al più presto l’approvazione da parte della Regione Lazio del Piano di Assetto che attendiamo invano da oltre vent’anni”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome