Home Beauty L’Inner Beauty e i consigli della facialist dei VIP

L’Inner Beauty e i consigli della facialist dei VIP

Claudia Ferretti facialist beauty
Claudia Ferretti facialist
Esposizione al sole

La bellezza parte da dentro, questo è il segreto. Ma quali sono i trucchi e quali di errori? Lo abbiamo chiesto a Claudia Ferretti, facialist e skin expert delle celebrità, che ci ha rivelato preziosi consigli per curare al meglio la nostra pelle.

La pelle è lo specchio della qualità della vita

Liscia, giovane, radiosa, senza imperfezioni: la vorremmo tutti così. La pelle è lo specchio della qualità della vita, di una corretta beauty routine e di sane abitudini alimentari. “Dobbiamo prima di tutto volerci bene, avere cura del nostro corpo, perché la bellezza è una conseguenza”, spiega Claudia Ferretti, esperta di skincare e fondatrice del Centro Dermoestetica, con sede a Roma al Fleming e a Milano.

Incontriamo Claudia nel suo centro di via Bevagna, nel cuore di Collina Fleming, dove si occupa di beauty grazie alla sua esperienza trentennale e alla collaborazione di un team di professionisti.

La sua passione, ci racconta, ha radici lontane: “Da bambina frequentavo il salone di bellezza di mia zia e passavo il tempo a rifare il look alle bambole con smalto e bigodini, da ragazza mi divertivo a rendere più belle le mie amiche. Crescendo ho voluto dare un valore più ampio all’estetica, approfondendo la parte psicosomatica e la ricerca sulla persona”.

Inner beauty

Ricerche di psicosomatica, medicina ayurvedica, medicina antroposofica e aromatologia le hanno permesso di approdare all’Inner Beauty, ossia uno studio che parte dall’interno, che guarda in primis alla salute perché la pelle ne è sempre un riflesso.

“Chi viene da noi – continua Claudia – chiede di eliminare un inestetismo; noi cerchiamo però di andare in profondità per avere una visione di insieme e capirne le cause. La nostra consulenza inziale prevede l’individuazione del genotipo e l’analisi delle problematiche dell’organismo, anche in collaborazione con medici specializzati. Il nostro corpo funziona come la natura: una pianta da sottobosco non può vivere al sole, per esempio”.

La prima regola è riconoscersi

I social sono ricchi di consigli su cosmetici, procedure e soluzioni estetiche da parte di persone poco competenti che purtroppo molti seguono avventurandosi in autodiagnosi e fai da te che procurano gravi danni e stressano la pelle.

“È importante chiedere l’aiuto di un professionista per avere consapevolezza di se stessi e sapere cosa è adatto al proprio genotipo. Le persone spesso non sanno riconoscere la propria pelle e scelgono i prodotti sbagliati. L’errore più comune è dato proprio dalle linee di cosmetici che suddividono i prodotti in pelle miste, grasse, secche, sensibili e così via, ma questo è un approccio commerciale e sorpassato”.
Quindi, se compare qualche brufolo, non correte a comprare creme per pelli grasse!

“L’organo pelle – sottolinea – ha bisogno di pulizia e idratazione, di riportare i giusti nutrienti (amminoacidi, minerali, oligominerali e vitamine) e di aumentare le difese”.

Le tre abitudini indispensabili

Il miracolo non esiste, questo lo sappiamo bene, ma con il tempo e la dedizione si possono modificare la salute e la bellezza, raggiungendo risultati straordinari.

Tre sono le regole essenziali da osservare secondo Claudia Ferretti:

  1. prendersi cura di se stessi
  2. non trascurare il proprio sistema nervoso e imparare a osservarsi
  3. effettuare una beauty routine quotidiana

Beauty routine

“Il tempo che dedichiamo a noi stessi è fondamentale: sapersi coccolare e auto-massaggiarsi, distendere il copro e la mente, individuare di cosa ognuno di noi ha bisogno. All’inizio ci vuole volontà, poi diventa un’esigenza. È importante ricordare anche che tutto va fatto con semplicità, non dobbiamo mai esagerare”.

Il 70% del lavoro necessario a mantenere una pelle sana consiste nella beauty routine. Qualche segreto? “Anche la mattina: una buona detersione può durare anche mezz’ora e va eseguita anche a mattina appena svegli, perché la pelle durante la notte produce sostanze tossiche. Acqua micellare + detergente: l’applicazione di acqua micellare che usiamo per struccarci deve essere seguita da un buon detergente e il cotone deve essere sempre pulito. Automassaggio: bisognerebbe fare un automassaggio di 10 minuti. Alla fine non deve mai mancare un buon contorno occhi o un siero concentrato”.

Segui tutti i consigli di bellezza nella nostra rubrica Beauty.

Giulia Vincenzi