Home CRONACA Cassia, dopo le avances gli ruba il cellulare. Arrestato trans 38enne

Cassia, dopo le avances gli ruba il cellulare. Arrestato trans 38enne

polizia arresto
foto di repertorio

La vicenda è avvenuta in via San Godenzo, sulla Cassia, nella serata di ieri, quando un uomo intento a passeggiare in strada viene avvicinato da un transessuale che in un primo momento finge di accarezzarlo in più parti del corpo e poi gli sottrae il cellulare.

Alla richiesta del proprietario di restituirgli il telefono, lui lo minaccia con una spranga di metallo chiedendogli dei soldi in cambio della restituzione. Alle urla del malcapitato, il rapinatore fugge.

Sul posto, da piazza Azzarita giungono subito gli agenti del vicino commissariato Flaminio Nuovo, diretto da Luca Cosimati, ai quali la vittima fornisce una descrizione del rapinatore così accurata che consente loro di individuarlo e bloccarlo in poco tempo con indosso il cellulare sottratto e di recuperare anche la spranga utilizzata per le minacce.

Come riferisce la nota della Questura, l’uomo, D.S.J.B., brasiliano di 38 anni, comincia a dare in escandescenze contro gli agenti e quando viene di forza fatto salire sull’auto di servizio da il via ad atti autolesionistisci dando testate contro i vetri.

Non solo, giunto in commissariato se la prende anche col personale presente che tenta di aggredire. Serve l’intervento di un medico per ricondurlo alla ragione e accompagnarlo, assieme ai poliziotti, al Pronto Soccorso dell’ospedale San Pietro. Al termine dei controlli medici, per lui sono scattate le manette con l’accusa di rapina impropria e  resistenza a Pubblico Ufficiale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome