Home CRONACA Cassia, lui cerca lei. Storia d’amore in un supermercato

Cassia, lui cerca lei. Storia d’amore in un supermercato

uomo-con-rosa amore

Un amore sbocciato tra le corsie di un supermercato. È la storia di un commesso, anzi ex commesso, di un supermercato a Tomba di Nerone, all’angolo fra via Cassia e via Santi Cosma e Damiano, che giorno dopo giorno tra i corridoi del locale si è infatuato di una giovane donna e ora la cerca disperatamente perché non ha fatto in tempo a dirglielo.

A rivelare i dettagli della romantica storia è proprio il protagonista, Giuseppe Cappello, e per farlo ha scelto la via più semplice, quella dei social. Martedì 23 marzo, senza temere il giudizio di nessuno, ha lanciato un vero e proprio appello su “Sei della Cassia se …” il gruppo facebook di Roma Nord che conta ormai quasi 13mila iscritti.

“Buonasera a tutto il gruppo, scrivo qui perché dal momento che non lavoro più al Carrefour in via Cassia volevo chiedere ciò…” – inizia così il post scritto da Giuseppe che dopo qualche riga aggiunge – “Mi ricordo di una ragazza bionda … purtroppo lavoravo in cassa e non potendo fare un passo in più mi sono fatto sfuggire l’occasione”.

Un’occasione persa quella di Giuseppe che per tre mesi è stato alla cassa del supermercato e quasi ogni giorno all’ora di pranzo ha incrociato lo sguardo della misteriosa ragazza.

“Tu credi al destino?”

A fare il primo passo è stata proprio lei. “Tu credi al destino?” gli ha chiesto un giorno dopo l’ennesimo scontrino, “è un destino se ci incrociamo sempre” – ha incalzato.

Ma Giuseppe, impiegato di una cooperativa che terminati i 90 giorni non gli ha più rinnovato il contratto, in quel momento non ha potuto fare nulla. E l’ha persa di vista. Perché da un giorno all’altro si è ritrovato senza lavoro e senza la possibilità di poterle rispondere che sì, forse era davvero destino che si incrociassero sempre, che davvero valeva la pena conoscersi.

Ma in amore mai niente è perduto e pur non lavorando più in quel supermercato Giuseppe si è deciso a cercarla, per capire se davvero quel destino di cui lei parlava è veramente dalla loro parte.

L’appello lanciato su facebook non è caduto nel vuoto e ora ci sono almeno quattrocento persone, tra chi ha commentato il post e chi ha riempito la bacheca di cuoricini ed emoticon sdolcinate, intenzionate ad aiutare il dipendente innamorato.

La nostra redazione non è da meno e, dopo aver contattato Giuseppe, rilancia l’appello per sostenerlo nella ricerca.

L’identikit

Bionda, capelli lunghi, occhi celesti, alta circa un metro e settanta, sui trent’anni, alla guida di una piccola utilitaria nera e residente in zona. E’ questo l’identikit che l’ex commesso ha fatto della ragazza che sta cercando, rispondendo post dopo post – sempre con grande educazione e gentilezza – a chi gli chiedeva qualche dettaglio in più per affinare la ricerca.

Giuseppe sembra davvero un gentiluomo, a tal punto quasi da dubitare davanti a chi sfacciatamente gli consiglia di “accamparsi” nel parcheggio del supermercato fino a che non incontrerà di nuovo la giovane che gli ha rubato il cuore. C’è chi, più tattico, lo sprona a tornare tra gli scaffali nei giorni e negli orari in cui di solito la ragazza andava a fare la spesa, mentre qualcun altro suggerisce di invitare i colleghi che ancora lavorano lì a fare da tramite qualora dovessero incontrarla.

Addirittura c’è chi suggerisce il cartello “Cercasi ragazza bionda” da appendere vicino alle casse, consigliando però di “renderlo carino” onde evitare di risultare sgarbato.

Tutti concordi sul romanticismo di Giuseppe, che per non essere invasivo nel suo appello spiega alla ragazza di volerla “incontrare anche solo per un caffè” e tutti davvero convinti nel volerlo spronare a non arrendersi e a cercare la sua amata.

“Se ci sei batti un colpo, sono rimasto senza parole quando ti ho vista. So che sarà un’ardua impresa ma basta provare a cercare no?” scrive ancora l’ex commesso, e mentre qualcuno più severo lo rimprovera di non aver colto l’occasione prima e di essersela fatta sfuggire, altri utenti gli promettono che lo aiuteranno nella ricerca.

Una storia d’amore d’altri tempi che ha sciolto i cuori di tanti residenti di Via Cassia che, in tempi di pandemia e distanziamento sociale, ora si commuovono davanti all’appello di questo ragazzo.

In attesa dell’epilogo

Una scena da film che fa sognare i più romantici che a distanza di ventiquattrore dall’appello chiedono aggiornamenti al protagonista e che lo difendono da quei pochi, pochissimi, che lo invitano a desistere o addirittura lo additano per essere stato troppo avaro nel proporre “solo un caffè”.

Siamo in pandemia, i ristoranti sono chiusi” ammonisce qualcuno, e con l’occasione sotto il post d’amore si torna a discutere anche di altri argomenti che poco c’entrano con la ricerca dell’anima gemella.

Riuscirà il principe azzurro di Roma Nord ha ritrovare la ragazza perduta? VignaClaraBlog.it gli augura veramente di sì, a patto che poi però ci racconti l’epilogo.

Ludovica Panzerotto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome