Home CRONACA Mario De Angelis, scomparso il 3 febbraio. Continuano le ricerche

Mario De Angelis, scomparso il 3 febbraio. Continuano le ricerche

mario-de-angelis
ArsBiomedica

Ancora nessuna notizia sul ritrovamento di Mario De Angelis, il 77enne scomparso ormai più di un mese fa da Pineta Sacchetti. L’uomo si è allontanato a piedi dalla sua abitazione il 3 febbraio scorso poco prima delle 14 e non ha mai più fatto rientro.

Quel giorno, il 77enne sarebbe uscito di casa dicendo di voler andare a fare una passeggiata in Via Cola di Rienzo e, come anche confermato dalle tracce fiutate dalle unità cinofile di Polizia Roma Capitale, avrebbe percorso a piedi tutto il tratto di strada che va dalla sua abitazione alla fermata dell’autobus della linea 446.

Continua a leggere sotto l‘annuncio

La ricostruzione della scomparsa

Le ricerche, che inizialmente si erano concentrate proprio nel quartiere in cui l’uomo risiedeva, sono proseguite subito dopo su Via Cassia nei pressi del parco dell’ Inviolatella Borghese, distante poche centinaia di metri da Corso Francia.

E’ proprio in questa zona infatti, che poche ore dopo la sua scomparsa, la Polizia avrebbe localizzato il telefono dell’uomo, cellulare che dal 4 febbraio risulta però spento.

Avvistato sull’autobus

A conferma del fatto che De Angelis potrebbe sì aver preso l’autobus della linea 446 ma nella direzione opposta a quella che avrebbe dovuto portarlo in centro, c’è una fotografia di un mezzo Atac che lo ritrae sull’autobus proveniente appunto da Pineta Sacchetti.

L’uomo quindi, come riportato dalla trasmissione Chi l’ha Visto il 10 febbraio scorso, avrebbe preso quella linea ma al contrario e sarebbe sceso alla fermata di Via Orti della Farnesina, poco prima di Piazzale Ponte Milvio, un minuto dopo le 15 dello stesso giorno della scomparsa.

Perfettamente riconoscibile e corrispondente alla descrizione fatta dalla figlia, di De Angelis però da quel momento si è persa ogni traccia.

Le ricerche si sono sempre concentrate proprio nella zona di via Cassia Nuova, area caratterizzata da fitta vegetazione e anfratti che è stata perlustrata dagli agenti della sezione Volanti supportati da un elicottero e da due squadre di pronto intervento dei Vigili del Fuoco.

Dopo 42 giorni dalla scomparsa però dell’uomo non ci sono tracce, né sono pervenute altre segnalazioni alla trasmissione di Rai3.

La famiglia, che non ha mai perso le speranze e che da subito aveva lanciato un appello per rintracciare l’uomo, torna a chiedere il supporto dei residenti della zona e di chiunque possa averlo incontrato o abbia potuto prestargli aiuto. L’indicazione resta sempre quella di avvisare le forze dell’ordine per qualunque avvistamento che potrebbe ricondurre all’uomo.

La scheda

Al momento della scomparsa Mario De Angelis indossava un piumino blu, un paio di jeans, scarpe tipo Timberland, un berretto grigio, una sciarpa a quadri. Aveva con sé il telefono cellulare e il portafoglio con il documento di identità.

Alto 175 cm circa, calvo, di corporatura media, De Angelis ha gli occhi azzurri, la carnagione chiara, non ha tatuaggi o altri segni particolari.

Ludovica Panzerotto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome